Tipress (archivio)
SVIZZERA
08.08.2019 - 17:550

Scatta una nuova direttiva sul clorotalonil

I Cantoni dovranno intervenire qualora venisse superato il valore limite di 0,1 microgrammi al litro di pesticida nelle acque

BERNA - La Confederazione precisa le misure da adottare contro la presenza di prodotti fitosanitari nell'acqua contenenti clorotalonil. Una nuova direttiva, pubblicata oggi, impone ai Cantoni di intervenire nel caso in cui venisse superato il valore limite di 0,1 microgrammi al litro (μg/l).

Le autorità devono cercare di tenere il livello al di sotto di questa soglia, indica una direttiva emessa oggi dall'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV) e pubblicata sul proprio sito internet. Le misure sono da applicarsi «al più tardi entro un mese dalla contestazione» per far tornare i valori nella norma. Nel caso in cui l'acqua di rubinetto non soddisfi le esigenze imposte, è necessario che la popolazione venga informata.

Il clorotalonil è una sostanza attiva ammessa dagli anni '70 nei prodotti fitosanitari in qualità di fungicida ed è utilizzato nella coltivazione di patate, cereali, verdura, uva e piante ornamentali. I prodotti di degradazione possono giungere nelle acque sotterranee e dunque anche nell'acqua potabile. In questi casi, un rischio per la salute non è da escludere, per questo motivo è importante evitare la contaminazione, precisa l'USAV. A rischio sono anche i pesci e gli invertebrati acquatici.

A fine luglio, l'Ufficio federale dell'agricoltura ha avviato una consultazione per il ritiro dell'autorizzazione di 15 fungicidi - attualmente ancora sul mercato - contenenti la sostanza incriminata. La decisione è attesa per l'autunno.

Lo scorso giugno il comune friburghese di Belmont-Broye ha interrotto l'erogazione di acqua potabile nella sua frazione di Domdidier dopo che vi è stata riscontrata una quantità eccessiva di clorotalonil.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 10 mesi fa su tio
ma come? aspettare che il livello sia al limite per intervenire? vietarlo subito!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-07 10:08:01 | 91.208.130.86