KAPO AG
ARGOVIA
05.08.2019 - 16:260
Aggiornamento : 17:19

Proiettile sul balcone, colpa della "bravata" di un 20enne

L'origine del proiettile che qualche giorno fa ha colpito la facciata di una casa a Zetzwil è stata chiarita: proviene dalla pistola militare di un giovane

ZETZWIL - Venerdì scorso, un abitante di Zetzwil (AG) aveva allertato le forze dell'ordine dopo aver «udito degli strani rumori» e rinvenuto un proiettile sul proprio balcone.

Le indagini effettuate dalla Polizia cantonale hanno ora permesso di identificare l'autore degli spari: si tratta di un 20enne cittadino svizzero che, interrogato dalla stessa polizia, ha ammesso di aver usato la propria pistola militare durante una celebrazione privata per il 1° agosto.

Nulla di intenzionale - Insieme ad alcuni amici, ha infatti sparato diversi colpi incontrollati nell'oscurità. I "festeggiamenti" si sono svolti in un campo fuori Zetzwil. Le circostanze suggeriscono che uno dei proiettili abbia colpito l'abitazione situata a più di 400 metri di distanza, per caso.

Le persone coinvolte sono state portate in procura per essere ascoltate. Ulteriori indagini sull'esatta ricostruzione dell'incidente sono in corso con il coinvolgimento della giustizia militare. Non ci sono indicazioni di un atto intenzionale. Tutte le persone implicate nel caso sono state comunque denunciate.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 23:56:24 | 91.208.130.87