Keystone (archivio)
Cassis ha concluso oggi il suo "Tour de Suisse" recandosi a Zuoz per i 100 anni della Lia Rumantscha.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
VAUD
34 min
«Non c'era esplosivo»
Le analisi condotte dall'Istituto medico-legale di Zurigo non ha rinvenuto tracce di esplosivo nell'atto vandalico.
FRIBURGO
1 ora
Abusi alla cattedrale, il vescovo non era a conoscenza della gravità dei fatti
La diocesi ha pubblicato oggi i risultati di due inchieste
SVIZZERA
1 ora
Coronavirus: in Svizzera 132 nuovi contagi
Dall'inizio dell'emergenza nel nostro paese sono stati registrate 33'148 persone positive al Covid-19
ZURIGO
2 ore
Zurigo, donna affoga al lido comunale
Il corpo è stato ripescato ieri pomeriggio dai soccorritori a Tiefenbrunnen
GRIGIONI
2 ore
Ospiti accolti da dipendenti infetti. Nonostante la visiera
In un hotel dei Grigioni si è verificato un focolaio di coronavirus.
SVIZZERA
2 ore
Genitori in disaccordo sulla vaccinazione contro il morbillo? Le autorità la possono imporre
Lo stabilisce una decisione del Tribunale federale: una situazione di stallo «non è tollerabile»
SVIZZERA
2 ore
Le donne incinte sono da considerare un gruppo a rischio Covid
Lo sostengono gli esperti del CHUV: «La malattia potrebbe causare un ritardo della crescita del bambino»
SONDAGGIO
SVIZZERA
3 ore
Boom della vendita diretta nelle fattorie durante il lockdown
Ora l'Unione svizzera dei contadini sostiene diversi progetti volti a confermare tale tendenza
SVIZZERA
4 ore
Invasione di cavallette in Etiopia: aiuti urgenti dalla Svizzera
La situazione rischia di provocare una carestia in un'area con circa 20 milioni di persone
LUCERNA
4 ore
Al massimo cento persone in bar e ristoranti lucernesi
La restrizione entra in vigore il prossimo venerdì per evitare difficoltà nel contact tracing
GRIGIONI
4 ore
Una linea elettrica più potente per l'Engadina
A Swissgrid è stato dato il via libera per il potenziamento di 50 chilometri di linee ad altissima tensione
SVIZZERA
4 ore
Aerei più capienti per Helvetic Airways
Cinque aerei sono già stati consegnati e i restanti sette dovrebbero arrivare entro la fine dell'anno
SVIZZERA
5 ore
Niente lavoro ridotto per Autopostale: scatta il ricorso
La richiesta era stata avanzata per affrontare il calo dell'attività durante il lockdown
ARGOVIA
6 ore
Incendio in un palazzo di Zofingen, otto feriti
Sul posto sono intervenuti tra gli 80 e i 100 pompieri
SVIZZERA
02.08.2019 - 16:230
Aggiornamento : 16:56

«Rimaniamo fedeli a noi stessi e unici, come la nostra bandiera»

Il consigliere federale Ignazio Cassis ha concluso oggi a Zuoz il suo viaggio di tre giorni che lo ha portato in tutte le regioni linguistiche del Paese: «La Svizzera ha bisogno del romancio»

BERNA - La Svizzera deve rimanere se stessa, alla stregua della sua bandiera, che - unica - insieme solo a quella della Santa Sede - «è e rimane quadrata, anche se non si adatta ai pennoni del mondo»: lo ha affermato oggi il consigliere federale Ignazio Cassis, in un discorso a Zuoz (GR) per i 100 anni della Lia Rumantscha.

«L'armoniosa croce bianca su fondo rosso non cambia. Anche l'asse verticale, da ovest a est, e l'asse orizzontale, da nord a sud, sono della stessa lunghezza e larghezza», ha detto il ministro degli esteri, stando al testo scritto del suo intervento. «Perché ci prendiamo cura gli uni degli altri" e "possiamo esserne fieri».

Cassis ha sottolineato come quella in Alta Engadina sia stata l'ultima tappa di un viaggio di tre giorni che lo ha portato in tutte le regioni linguistiche. Non peraltro senza polemiche: non a tutti è infatti piaciuto che in tempi di dibattito climatico il 58enne sia arrivato a Melide, per un riunione della sezione cantonale del PLR, con un elicottero militare, prima di trasferirsi poi a Chiasso per la cerimonia del Primo Agosto.

È comunque la coesione che fa della Svizzera il paese più innovativo del mondo, ha detto Cassis a Zuoz. Per battere nuove strade a suo avviso occorrono iniziativa e coraggio, bisogna saper superare gli ostacoli. «Anche le sfide per il mantenimento del romancio sono grandi, ma voglio dirvi: non lasciatevi scoraggiare!». Perché, ha sottolineato il consigliere federale ticinese, «la Svizzera ha bisogno del romancio!».

«La varietà linguistica e culturale è un elemento chiave della nostra identità», ha proseguito Cassis. «Dobbiamo costantemente cercare l'unità nella diversità: è uno sport nazionale! In nessun altro paese al mondo la Costituzione conferisce alla pluralità culturale un significato più elevato che in Svizzera. Ed è giusto che sia così».

Cassis ha fatto anche riferimento ai rapporti fra romancio - «cinque idiomi» - e italiano nei Grigioni e al no opposto dal popolo nel settembre 2018 all'iniziativa popolare «solo una lingua straniera nelle scuole elementari». «Un cantone trilingue non può essere dato per scontato», ha osservato. «Ci vuole molto lavoro e comprensione reciproca per preservare questo cantone unico nel suo genere», ha aggiunto, mettendosi a disposizione nel caso dovesse essere necessaria un'opera di mediazione.

Cassis ha anche indicato che nelle prossime settimane alcuni collaboratori del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) saranno nei Grigioni per meglio spiegare la politica estera della Svizzera. E ha lanciato pure l'idea di una «settimana della lingua romancia», per far sì che la quarta Svizzera sia maggiormente al centro dell'attenzione.

Al via i festeggiamenti per i 100 anni della Lia Rumantscha - Via ufficiale oggi a Zuoz dei festeggiamenti per il centenario della Lia Rumantscha: sino al 18 agosto la località dell'Alta Engadina ospiterà numerose manifestazioni culturali. Il programma dei festeggiamenti dell'organizzazione nata nel 1919 prevede letture e tavole rotonde, ma anche teatro, con un'opera scritta appositamente, "Tredeschin Retg". Lo spettacolo, in romancio e sottotitolato in tedesco e italiano, racconta la storia di un tredicesimo figlio, Tredeschin, che lascia la sua regione per cercare la felicità in terre lontane.

La Lia Rumantscha è stata fondata il 26 ottobre 1919 come organizzazione federativa per tutte le associazioni culturali di lingua romancia. Lavora per promuovere l'idioma retico nella famiglia, a scuola e, in generale, presso il grande pubblico. Organizza corsi di lingua e offre un servizio di traduzione professionale. Gestisce anche il dizionario online Pledari Grond e pubblica libri in romancio per bambini e adolescenti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
mats70 11 mesi fa su tio
Cassis sei una marionetta, dici tutto e il contrario di tutto a dipendenza di come tira il vento
pinna blu 11 mesi fa su tio
@mats70 Bravo,ottimo commento!! condivido in pieno il tuo punto di vista
Thor61 11 mesi fa su tio
@mats70 Mi associo alla condivisione di pinna blu ;o)))
sedelin 11 mesi fa su tio
@mats70 é la verità!
Zico 11 mesi fa su tio
@mats70 Hai tutto il mio appoggio
GIGETTO 11 mesi fa su tio
A quale bandiera Cassis? Quella "rossocrociata" oppure a quella "italica" della vicina penisola......ma per favore!
Thor61 11 mesi fa su tio
@GIGETTO O quella BLU con un cerchio di stellinee, che lui preferisce ancor più del tricolore, anche se afferma il contrario!!! Saluti ;o))))
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-15 14:42:59 | 91.208.130.89