20 Minuten
SAN GALLO
18.07.2019 - 14:550
Aggiornamento : 15:35

Queste lettere "scandalo" sono state sulla Luna

Estremamente rare e storicamente interessanti, saranno presentate il prossimo 20 agosto a Wil. Furono firmate da alcuni astronauti che proprio per questo furono esclusi dalle missioni successive

WIL - Due lettere che sono state firmate e timbrate durante missioni Apollo sulla Luna saranno presentate il prossimo 20 agosto a Wil (SG) a una giornata per esperti di filatelia. Le "lettere lunari" provocarono uno scandalo che escluse tre astronauti da nuove missioni.

Le due lettere che sono state sulla Luna sono di proprietà del banditore sangallese Peter Rapp, che le ha acquistate dopo anni di ricerche e trattative con altri collezionisti. «Sono numerate e firmate dagli astronauti», scrive il proprietario della casa d'aste in una nota.

Una delle lettere viaggiò nello spazio il 19 novembre 1969, durante la missione Apollo 12. L'altra, firmata dagli astronauti David Scott, Alfred Worden e James Irwin, fu portata sulla Luna nel 1971, nel corso della missione Apollo 15. David Scott la timbrò una volta messo piede sul suolo lunare.

L'idea per queste lettere fu di un commerciante di francobolli tedesco che conosceva un collaboratore del centro spaziale della NASA a Capo Canaveral. Il tedesco propose agli astronauti di portare sulla Luna lettere e francobolli, con l'intenzione di rivenderli.

L'operazione non era però autorizzata dalla NASA e generò un acceso dibattito sulle misure di sicurezza legate a quelle missioni. Agli astronauti era consentito portare con loro piccoli oggetti ad uso personale, ma era vietato rivenderli a scopo di lucro. Per questo motivo gli astronauti che firmarono le lettere lunari furono esclusi dalle missioni successive.

Queste lettere estremamente rare e storicamente molto interessanti, sostiene Peter Rapp. Sono molto ricercate in tutto il mondo e alcune di esse raggiungono prezzi astronomici alle aste. Esistono tuttavia anche lettere non autenticate e dalla dubbia provenienza che sono messe in vendita su internet a prezzi relativamente bassi, avverte il responsabile della casa d'aste.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-22 07:32:19 | 91.208.130.85