Depositphotos - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
VAUD
2 ore
Escursionista perde la vita sui Monts-de-Corsier
L'uomo era scomparso nella serata di ieri. Questa mattina il ritrovamento
SVIZZERA
3 ore
Le luci rosse si mettono la mascherina?
L'organizzazione dei lavoratori del sesso propone un piano di protezione per il settore
BERNA
3 ore
A 200 all'ora sull'80: brucia il radar e saluta la patente
Il 34enne è stato fermato ieri pomeriggio a Detlingen
SVIZZERA
3 ore
La clorochina? Aumenta la mortalità dei pazienti Covid-19
A Ginevra e Losanna la somministrazione del farmaco antimalarico è stata sospesa da settimane
SVZZERA
4 ore
Arma da fuoco sequestrata in casa della vittima
Sviluppi nell'indagine sull'uccisione dell'uomo che giovedì minacciava di suicidarsi
BERNA
5 ore
«Questo virus non scomparirà più dalla nostra vita»
Gli esperti hanno evidenziato strategie e obiettivi della tracciabilità del virus. Obiettivo: Scoprire ogni singolo caso
SVIZZERA
5 ore
Verso aiuti più ampi per il recapito mattutino dei giornali
La possibilità al vaglio del gruppo di lavoro istituito dal DATEC
SVIZZERA
7 ore
Coronavirus: 10 nuovi casi e un decesso in Svizzera
Il numero di contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'746
FOTO
SVIZZERA
7 ore
Una promozione felina nell'esercito
Lili ha meritato le mostrine «per il suo efficiente servizio in favore della truppa».
SVIZZERA
8 ore
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
SVIZZERA
15.07.2019 - 19:120
Aggiornamento : 21:23

UBS, Credit Suisse e Nestlé non volano più

Le grandi aziende chiedono ai loro dipendenti di viaggiare in treno anziché in aereo. Ma i motivi non sono (solo) legati all’ambiente

BERNA - Scioperi e manifestazioni per il clima non scoraggiano le persone dai viaggi in aereo. Il numero di passeggeri all’aeroporto di Zurigo è in costante aumento: negli ultimi dieci anni sono passati da 20 a 30 milioni. Tuttavia, diminuiscono i dipendenti delle grandi aziende svizzere.

I viaggi aziendali in aereo - riferisce il Tages Anzeiger - sono sempre più rari. Perlomeno in Svizzera. Se infatti nel resto del mondo i dati mostrano un aumento nell’ultimo decennio, le multinazionali elvetiche tendono a utilizzare di meno l’aereo.

UBS nel 2007 aveva percorso un miliardo di chilometri con le tratte aeree. Oggi sono “solo” 500 milioni. Le riunioni si svolgono principalmente in videoconferenza e, quando non possibile, viene incentivato il viaggio in treno. Tra il 2007 e il 2018 i chilometri percorsi in aereo da Credit Suisse sono diminuiti del 47%. 

Ma il cambiamento di mentalità è legato a una maggior sensibilità nei confronti del clima? In realtà le aziende, soprattutto dopo la crisi del 2008, hanno tagliato moltissime spese. La misura è quindi legata sia alla necessità di fare di più per l'ambiente, che all'economia.

Nestlé lo ammette candidamente: «Riduciamo i viaggi di lavoro per risparmiare costi, tempo ed emissioni». Anche da ABB la diminuzione, negli ultimi quattro anni, è consistente. E assegna ai dipendenti eco-bonus se utilizzano un mezzo di trasporto più ecologico.

Nonostante sia cresciuta in modo significativo, la farmaceutica Roche è riuscita a mantenere stabili nell’ultimo decennio le miglia aeree percorse dai suoi dipendenti. Novartis, dal canto suo, si è posta l’obiettivo di diminuire le emissioni di CO2 del 50%: «Anche se i viaggi di lavoro rappresentano solo una piccola parte, vogliamo ridurli anche in futuro», ha spiegato un portavoce.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 10 mesi fa su tio
Tanto per i "boss" c'è l'aereo privato -;-)) Voglio vedere uno che deve andare a New York o Dubai, prendere il treno ;-))
vulpus 10 mesi fa su tio
Ma alle grandi aziende importa poco se i loro collaboratori ci mettano un'ora o 7 ore per spostarsi. Interessa sicuramente che con i treni qualche agevolazione ce l'hanno. La questione ambientale è tirata in ballo per l'immagine,ma poi la realtà forse è un pò diversa.
Nube Saavedra 10 mesi fa su fb
Ormai da Ginevra a Lugano x forza se va in treno. Con quelli collegamenti aeri d’incubo tra este ed ovest !!!!
Nmemo 10 mesi fa su tio
Fino a qualche anno fa andavano di moda i meeting aziendali in sud est asiatico, sostenevano che costassero meno che se fatti in Svizzera!
Tato50 10 mesi fa su tio
@Nmemo Pare che adesso ci vanno con le bici elettriche ;-))
matteo2006 10 mesi fa su tio
@Tato50 Sei un genio! :-)
Libero pensatore 10 mesi fa su tio
Alle aziende non frega nulla dell’ambiente. L’interesse è sempre lo stesso: massimizzare gli utili. Partendo da questo presupposto occorre trovare delle misure che permettano di perseguire entrambi gli obiettivi. La Sostenibilità deve essere venduta alle aziende come mezzo per risparmiare e utile come mezzo di marketing. Queste aziende non perseguiranno mai l’obiettivo di ridurre le emissioni come cosa fine a sè stessa.
miba 10 mesi fa su tio
Se lo fanno per risparmiare sulle spese ci credo ma se tirano in ballo il clima allora sono proprio dei gran pagliacci (sono proprio le multinazionali che direttamente e/o indirettamente spremono le risorse di molti paesi africani e/o asiatici, investono sul carbone e/o alla fine prendono questi come pattumiera)
Tato50 10 mesi fa su tio
@miba Sarà la "grande"manifestazione di quei 5 con i cartelli che gli ha fatto cambiare idea ! L'importante che investano sul carbone, diamanti, oro, ecc. dove lavorano 18 ore al giorno i bambini con relative falde inquinate e deforestazione. Ipocriti !!
Bayron 10 mesi fa su tio
Buffonata!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-25 19:30:03 | 91.208.130.89