Keystone (archivio)
L’ex banchiere chiedeva un risarcimento per aver dovuto vendere la banca a un valore inferiore a quello reale.
SVIZZERA
05.07.2019 - 13:290

Niente risarcimento per l'ex banchiere Holenweger

Già azionista principale della banca privata Tempus, chiedeva alla Confederazione 16 milioni di franchi

LOSANNA - Il Tribunale federale (TF) ha respinto una richiesta dell'ex banchiere Oskar Holenweger per un risarcimento di 16,2 milioni di franchi da parte della Confederazione. L'ex banchiere invocava azioni illecite da parte del Ministero pubblico federale (MPC) e di altre autorità giudiziarie.

Holenweger era azionista principale della banca privata Tempus fondata nel 1998 a Zurigo. Aveva assunto la funzione di presidente del consiglio d'amministrazione e poi di direttore. Nel 2010 il MPC l'aveva accusato, fra le altre cose, di riciclaggio di denaro.

Il Tribunale penale federale (TPF) aveva parzialmente archiviato la procedura. Holenweger aveva quindi chiesto un risarcimento di 16,2 milioni di franchi, poiché - a causa delle procedure giudiziarie - era stato obbligato a vendere la banca a un valore inferiore a quello reale.

Nella sentenza odierna il TF ha però respinto la richiesta. I giudici di Losanna hanno sottolineato che la perdita legata alla vendita è una conseguenza indiretta che non prevede risarcimenti. L'Alta corte ha anche annullato un rinvio parziale al TPF deciso dal Tribunale amministrativo federale.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-20 12:18:37 | 91.208.130.86