KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (Dominik Baur)
+ 4
ULTIME NOTIZIE Svizzera
LIECHTENSTEIN
6 ore
Una Ferrari rubata rispunta dopo dieci anni
La vettura, sparita nel 2009 nel principato, è stata ritrovata a Londra
ITALIA / LUCERNA
8 ore
Cristiano Ronaldo? No, un 25enne lucernese
Il video che ritrae il "giocatore" a Torino ha totalizzato quasi quattro milioni di visualizzazioni. «L'idea mi è venuta questa estate, quando due ragazze mi hanno scambiato per CR7»
FRIBORGO
10 ore
La fattura (milionaria) che Migros contesta
Il colosso della distribuzione ha pagato 1,7 milioni di franchi all'imprenditore Damien Piller. Ma ora vuole indietro i soldi
FOTO
VALLESE
11 ore
Il San Bernardo con una madrina molto speciale
Karin Keller-Sutter quando ha visto Zeus, 70 centimetri per 45 chili, ha detto «è il mio cane»
SVIZZERA / ITALIA
11 ore
Turista svizzera scomparsa e ritrovata «in stato confusionale»
La giovane aveva mandato un messaggio vocale in cui chiedeva aiuto a un'amica. Qualche ora dopo è stata ritrovata in stato di shock. Non si esclude che abbia subito violenze
GRIGIONI
12 ore
Il Gran Consiglio retico tra ambulanze e poliziotti
Una delegazione parlamentare ha visitato oggi le centrali operative della Polizia cantonale e del 144
BERNA
12 ore
Moutier, nuovo voto in tempi "brevi"?
L'assenza di modifiche legislative di rilievi rende plausibile una nuova consultazione in tempi relativamente rapidi
SVIZZERA
12 ore
L'e-commerce elvetico sente la pressione della concorrenza estera
I commercianti online svizzeri devono offrire sempre più servizi complementari
VIDEO
ZURIGO
13 ore
Dimissioni per l'agente che aveva dato in escandescenze
Il poliziotto che aveva insultato un conducente davanti alla figlia era stato sospeso. Ma ora ha deciso di lasciare le forze dell'ordine
GRIGIONI
14 ore
Appaltopoli, i costi della Commissione lievitano a un milione
Il Gran Consiglio ha infatti accordato oggi ulteriori 350'000 franchi, che si aggiungo ai 600'000 già in dotazione al momento della sua costituzione
SVIZZERA
15 ore
Swatch-Calvin Klein, fine della collaborazione
La decisione è stata presa dal gruppo orologiero in seguito alle recenti incertezze a livello di management presso il marchio di alta moda americano
SVITTO
15 ore
Cabina precipitata nel vuoto, colpa del vento
Riapertura prevista per venerdì
SVIZZERA
16 ore
Assegnazione Mondiali 2006, perizia medica su Beckenbauer
Visto lo stato di salute, non è chiaro se e quando sarà in grado di prendere parte a un procedimento penale. I fatti saranno prescritti nell'aprile 2020 e il tempo stringe
SVIZZERA
17 ore
Condanne penali, gli ex jugoslavi sono al primo posto
Per le infrazioni alla Legge sugli stupefacenti, 900 condanne sono state emesse a cittadini dell'Africa orientale, quasi 500 ad albanesi tra 18 e 29 anni
VIDEO
BERNA
18 ore
Pirata della strada sull'A1, sfiorato il frontale
Scena da brivido immortalata dalla dashcam di un automobilista che ha evitato per un soffio lo scontro con un SUV con rimorchio per cavalli
BERNA
22.06.2019 - 18:210
Aggiornamento : 22:40

La Formula E tra abitanti infastiditi e commercianti scontenti

Tanti spettatori e tante critiche, non solo di stampo politico, per la manifestazione in corso oggi nella città vecchia di Berna

BERNA - La formula E ha attirato oggi decine di migliaia di persone nella città di Berna, dove dalle 18.00 si è svolto il gran premio Swiss E-Prix. Per quanto le auto da corsa elettriche abbiano circolato silenziosamente, le critiche all'evento non potevano essere ignorate.

Oltre 60 anni dopo l'ultima gara di formula 1 sul circuito bernese di Bremgarten, oggi nella capitale svizzera si è di nuovo svolta una gara automobilistica. Questa volta sulla linea di partenza vi erano però appunto auto elettriche. Esteticamente i veicoli differivano poco da quelli convenzionali, ma al posto del rombo del motore e dell'odore di benzina tutto quello che si poteva udire oggi al loro passaggio era un sibilo.

La tappa faceva parte del campionato mondiale e si è tenuto per la prima volta a Berna. Secondo gli organizzatori, all'evento - svoltosi senza incidenti di rilievo- hanno partecipato complessivamente 130'000 persone. Gli spettatori hanno potuto assistere alla gara davanti a numerosi maxi schermi, ascoltare concerti e ammirare flotte di veicoli elettrici di diverse case automobilistiche.

A causa delle strade in ciottoli nella città vecchia, il circuito di 2,7 chilometri si estendeva sul versante opposto del fiume Aare, sulla collina che sovrasta il Parco (e l'ex fossa) degli orsi.

Una vasta area della città è stata in parte sbarrata fin da metà della settimana scorsa, i bus 12 e 40 che passano per la zona sono stati soppressi in questi giorni e gli abitanti del quartiere hanno dovuto in parte fare lunghe deviazioni per potersi spostare, il che ha creato parecchi mugugni. In occasione di eventi in città ci sono spesso interruzioni dei trasporti pubblici, ma di solito durano poche ore al massimo.

I commercianti si sono inoltre lamentati perché l'accesso ai negozi è stato ostacolato durante i lavori di preparazione del tracciato, sia per la clientela che per i fornitori.

Le lamentele contro lo Swiss E-Prix non sono però soltanto d'ordine logistico, ma anche politico. I critici denunciano il fatto che la formula E non è ecologica come sembra, perché sono necessari migliaia di viaggi di camion per portare e rimuovere l'imponente infrastruttura. Critiche hanno suscitato anche gli sponsor sauditi dell'evento.

Giovedì sera un migliaio di persone aveva manifestato sul percorso della gara, in gran parte in sella a biciclette. A margine della manifestazione ci sono stati anche atti di vandalismo, che hanno causato danni valutati a 400'000 franchi.

E altri danni sono stati riscontrati la scorsa notte. Sono stati per esempio tranciati cavi per trasmissione di immagini e suoni della corsa, ha indicato Christoph Gnägi, portavoce della polizia cantonale bernese. Una persona che aveva danneggiato un quadro elettrico è stata fermata.

Alla vigilia dell'evento, partiti rosso-verdi hanno chiesto che in futuro a Berna non si svolgano più gare di questo tipo. Al termine della gara, il sindaco Alec von Grafenried ha dal canto suo affermato che al momento è ancora troppo presto per un bilancio. Tuttavia, non ha contestato alcune difficoltà e discussioni emerse nell'ambito della manifestazione, pur respingendo l'accusa che l'amministrazione comunale non si sia occupata a sufficienza del progetto. Secondo von Grafenried circa 100'000 persone sono giunte nella città per la gara che si è svolta in una buona atmosfera.

Anche Pascal Derron, direttore di Swiss E-Prix, ha stilato un bilancio positivo. Resta da vedere se la formula E farà ancora tappa a Berna: «Dipende dalla politica, che lo voglia o no», ha affermato Derron. Ad ogni modo, la città non figura nel calendario delle gare del prossimo anno.

KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (Dominik Baur)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
Zico 4 mesi fa su tio
1000 idioti che hanno causato 400'000. franchi di danni?
bobà 4 mesi fa su tio
130'000 persone che hanno mangiato, bevuto, acquistato, gustato della bellezza di Berna, che ci torneranno, ..... Possibile mai che ogni volta che c'è qualcosa di bello ed innovativo c'è chi trova qualcosa da ridire? Quanto ai 400'000 CHF di danni ? da dove arriva notizia?
Tato50 4 mesi fa su tio
Sui 400'000 franchi di danni fatti dai soliti idioti, tutti d'accordo ? ;-((
gabola 4 mesi fa su tio
Ma tutte le volte che chiudono le strade per una partita di calcio,cosa porta ai negozianti o ai residenti? E non si parla di una volta all'anno....ridicoli
anndo76 4 mesi fa su tio
il paese dei vecchietti...falsi moralisti, ipocriti e privi di ogni immaginazione o inventiva....
Picet 4 mesi fa su tio
È proprio vero ci si lamenta di tutto...questa manifestazione è veramente bella..la tv ha offerto immagini aeree veramente spettacolari di Berna...questa è una bella propaganda per la nostra Svizzera
Dioneus 4 mesi fa su tio
Mentalità da villaggio brianzolo
jo18 4 mesi fa su tio
Secondo questi ragionamenti dovremmo vietare anche il tour de Suisse, o i vari furgoni/auto/moto che seguono il giro non inquinano?
Tato50 4 mesi fa su tio
@jo18 Quest'anno, per il Giro d'Italia, Toyota ha fornito tutte auto ibride; sarebbe bello che lo facessero anche per altre corse ma qualcuno avrebbe sempre qualcosa da ridire.
aquilasolitaria 4 mesi fa su tio
sempre a lamentarsi , criticano tutto quel che c é di bello in questo paese da vecchi , e crescete , apritevi alle novità che la vita e bella
Viperus 4 mesi fa su tio
Sono sempre i soliti a lamentarsi...possibile?
anndo76 4 mesi fa su tio
...svizzerotti al quale da' fastidio tutto....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 05:35:20 | 91.208.130.89