keystone
BERNA
19.06.2019 - 10:390

Calano le domande di asilo

Il calo registrato è su base annua. Sono invece in crescita se paragonate al mese precedente

BERNA - In maggio le domande di asilo presentate in Svizzera sono state 1226, 42 in meno rispetto allo stesso mese dello 2018 (-3,3%), indica oggi in una nota la Segreteria di Stato della migrazione (SEM). Rispetto al mese di aprile 2019, le richieste sono aumentate del 9,7% (+108).

I principali Paesi di provenienza dei richiedenti restano l'Eritrea (289 domande, 44 in più rispetto ad aprile) e l'Afghanistan (105 domande; +0). Seguono la Siria (95 domande; +35), la Turchia (82 domande; -29) e lo Sri Lanka (74 domande; +37).

Lo scorso mese la SEM ha trattato in prima istanza 1834 domande. In 339 casi ha pronunciato una decisione di non entrata nel merito (in 265 casi in virtù dell'Accordo di Dublino), in 574 ha concesso l'asilo e in altri 430 l'ammissione provvisoria. Il numero di casi in giacenza è calato di 486 unità rispetto ad aprile, attestandosi a 10'551.

Sempre in maggio, 561 persone sono rinviate dalla Svizzera. Berna ha chiesto ad altri Stati Dublino di accogliere 432 persone e ha ricevuto 419 domande di presa in carico in base all'accordo. Globalmente dall'inizio dell'anno 745 persone sono state trasferite in uno Stato Dublino, mentre alla Confederazione sono stati attribuiti 535 richiedenti asilo.

Il mese scorso 19 persone sono giunte in Svizzera nell'ambito del programma di accoglienza di persone particolarmente vulnerabili, provenienti soprattutto dalla regione del conflitto siriano. La Confederazione si è impegnata ad accogliere 800 profughi nell'ambito del reinsediamento promosso dall'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-20 01:25:06 | 91.208.130.85