Keystone
SVIZZERA
18.06.2019 - 12:070

Meno infortuni e malattie a militare

L'assicurazione ha registrato 39'000 casi nel 2018, duemila in meno rispetto all'anno precedente. La diminuzione è però spiegabile nel mancato svolgimento della scuola reclute invernale 2017/18

BERNA - L'assicurazione militare, gestita dalla Suva, ha versato lo scorso anno 175,2 milioni di franchi di prestazioni assicurative, 8,5 milioni in meno rispetto al 2017. La riduzione è dovuta principalmente al mancato svolgimento della scuola reclute invernale 2017/2018, precisa un comunicato.

I nuovi casi sono stati quasi 39'000 (29'000 malattie e 10'000 infortuni) circa 2000 in meno rispetto all'anno precedente. Le malattie del sistema muscolo-scheletrico rappresentano il 24% del totale e sono le patologie più frequenti. Per quanto riguarda gli infortuni prevalgono le fratture al viso (poco meno del 13%), seguite da distorsioni, stiramenti, lacerazioni dei legamenti o dei tendini (7% ciascuno). Quasi un quarto degli infortuni riconosciuti dall'assicurazione militare si è verificato durante la pratica di uno sport.

La Suva gestisce l'assicurazione militare su mandato della Confederazione. Sono assicurati tutte le persone che prestano servizio militare, civile e di protezione civile, chi partecipa ad azioni di mantenimento della pace della Confederazione, i membri del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA) nonché i militari professionisti e a contratto temporaneo.
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-22 00:36:37 | 91.208.130.87