20 minutes
GINEVRA
12.06.2019 - 13:330
Aggiornamento : 15:23

Il suo bimbo non compare nel sistema, niente aereo di ritorno

A causa di un bug di easyJet, l’uomo ha perso il volo che doveva riportarlo a casa. Ma anche le staffe, quando lo hanno fatto attendere per un’ora con il piccolo in lacrime

GINEVRA - È rimasto bloccato all’aeroporto di Londra Luton, lontano da casa, con il bimbo di 16 mesi in braccio, senza un biberon. È successo a José lo scorso martedì. L’uomo si era recato in Inghilterra per “recuperare” il piccolo - in vacanza dalla nonna - e tornare subito a casa. Doveva essere un viaggio veloce andata e ritorno da Ginevra, ma imbarcarsi sul volo verso la Svizzera è diventato impossibile.

«La carta d’identità di mio figlio era stata registrata, il suo nome figurava sul mio biglietto, ma al momento dell’imbarco mi hanno detto che non compariva nel sistema», ha raccontato a 20 minutes.

José ha mostrato al personale di easyJet tutta la documentazione, ma non è stato possibile far salire il bambino sul velivolo, in quanto non registrato. «A quel punto ho prenotato un volo per la mattina successiva, alle 7». Ma i problemi non erano finiti.

«Per motivi di sicurezza all’aeroporto di Luton non è possibile tornare indietro liberamente una volta che sono stati oltrepassati i controlli di sicurezza - spiega ancora José -. Devi essere accompagnato da un impiegato della compagnia».

Dopo un’ora trascorsa nella sala d’aspetto, a fine pomeriggio, il bambino ha iniziato a piangere. E l’uomo ha sbottato. «Non ne potevo più e ho fatto un casino. La polizia ci ha scortati all'esterno. Almeno, eravamo fuori da lì», ironizza oggi José.

EasyJet, dal canto suo, ha ammesso che il problema è stato generato da un bug nel sistema. «È incredibile, mille storie per un bambino che non occupa neppure un posto sull’aereo», conclude il 40enne.

La compagnia low cost si è scusata con José, a cui sarà accreditato il costo del volo perso e verrà offerto un biglietto omaggio per il prossimo viaggio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Hardy 12 mesi fa su tio
Proprio easy sta compagnia
koalaboss 12 mesi fa su tio
Ieri verso le 23:00 ho avuto mal di stomaco e visto che non riuscivo a dormire ho passeggiato per strada per circa 30 min da sola! perché non pubblicate un articolo anche sulle mie avventure? Bleach ..
Joe DaSilva 12 mesi fa su fb
Ma leggete l’articolo prima di commentare??
Michel Marma 12 mesi fa su fb
Scarsa informazione.. copia incolla??
Deborah Becker-Aebischer 12 mesi fa su fb
Jean-Marie Becker
Valerio Castellani 12 mesi fa su fb
Ma che dire con tutti i bimbi che spariscono oggi è brutto dire però forse eccesso di sicurezza il biberon 🍼 mi sembra che viaggiando con un bimbo sia logico averlo seco mi piacerebbe sapere che titoli sarebbero stati pubblicati in caso sopracitato e termino meglio un eccesso in sicurezza che trovarsi a piangere 😔🌹🍀🐺
Yan Saporiti 12 mesi fa su fb
I problemi grassi della vita insomma.. Scrivessero tutti ai giornali per ogni fesseria come questa, le notizie vere sarebbero l'ago nel pagliaio
Ivana Riva 12 mesi fa su fb
Yan Saporiti la penso nello stesso modo!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-07 09:33:04 | 91.208.130.86