tipress (archivio)
BERNA
07.06.2019 - 08:250
Aggiornamento : 10:26

Disoccupazione ai minimi da 11 anni

La quota dei senza lavoro è scesa ai livelli toccati l'ultima volta nel luglio 2008

BERNA - Nuovo calo della disoccupazione in Svizzera: in maggio il tasso è diminuito al 2,3%, a fronte del 2,4% di aprile e del 2,4% dello stesso mese del 2018. La quota dei senza lavoro è scesa ai livelli toccati l'ultima volta nel luglio 2008.

Stando ai dati diffusi oggi dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO), alla fine di maggio 101'370 disoccupati erano iscritti presso gli uffici regionali di collocamento (URC), 5928 in meno di 30 giorni prima. Nel confronto su dodici mesi è stato osservato un calo di 8022 unità.

Calo anche in Ticino - In Ticino i senza lavoro erano 4'297: 289 in meno che in aprile e 89 in meno rispetto al maggio 2018. Il tasso si è attestato al 2,6%, con una variazione rispettivamente di -0,1 e di +0,1 punti nel confronto mensile e annuo.

Quote più elevate che a sud delle Alpi si registrano a Ginevra (4,2%), Vaud (3,3%), Neuchâtel (3,3%), Basilea Città (3,0%, cantone che ha fatto discutere negli ultimi mesi per il suo invito rivolto agli ultra 50enni di andare a fare i frontalieri in Germania), Giura (3,1%) e Sciaffusa (2,7%).

I tassi più contenuti sono osservati a Obvaldo (0,7%), Nidvaldo (0,8%), Uri (1,0%), Appenzello Interno (1,1%) e Svitto (1,1%). Gli altri cantoni si inseriscono tra questi due poli. Fra costoro figurano i Grigioni (1,3%, con calo mensile di 0,3 punti e di 0,2 punti sull'anno), che hanno 1432 disoccupati (-285 su aprile e -22 su base annua).

Nel mese in rassegna il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è sceso del 5,7% attestandosi a 10'049, mentre tra gli over 50 il calo è stato del 4,8% a 29'175. Leggendo i dati in base alla nazionalità, gli svizzeri presentano una quota di senza lavoro dell'1,6%, gli stranieri del 4,1%.

I posti vacanti erano a maggio 37'390 (-8%), di cui 22'544 sottostavano all'obbligo di annuncio introdotto in tutta la Svizzera dallo scorso luglio per le professioni con un tasso di disoccupazione pari almeno all'8%.

I dati diffusi dalla SECO si basano sulle persone effettivamente iscritte agli URC. La definizione è quindi diversa da quella dei disoccupati ai sensi dell'Ufficio internazionale del lavoro (ILO), che opera attraverso sondaggi e che rende noto la sua stima trimestralmente: l'ultima disponibile - pubblicata a metà maggio - dà la disoccupazione in Svizzera nel primo trimestre al 4,9%. Lo scarto fra i due dati - quello della SECO e quello ILO - suscita spesso acceso dibattito.

I disoccupati sono solo una parte del totale delle persone in cerca di impiego: quelle registrate presso gli URC in maggio erano 176'128, 7421 (-4%) in meno rispetto al mese precedente e 9339 (-5%) in meno di un anno prima.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-13 06:44:58 | 91.208.130.89