Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
2 ore
L'epidemia ha reso gli svizzeri più produttivi
L'economia ha aumentato la produttività del 16 per cento, negli ultimi mesi. Lo dice uno studio dell'Usam
SVIZZERA
4 ore
In aiuto sociale, ma compra 28 auto in nove anni
La compravendita di auto messa in atto dall'uomo potrebbe essere parte di un commercio in nero
SVIZZERA
18 ore
Si mettono al volante e ne combinano di tutti i colori: 15enni nei guai
Dopo essere stati pizzicati da un radar, i due hanno eluso anche un controllo di polizia
SVIZZERA
18 ore
Manifestazioni contro il razzismo in diverse città svizzere, in 5'000 a Basilea
La polizia non è intervenuta, ma ha distribuito volantini con le direttive sanitarie
SVIZZERA
23 ore
Alcol e guida, si capovolge sul passo
Ferito un 19enne sul passo del Klausen, trasportato dalla Rega in ospedale
SVIZZERA
1 gior
Covid-19 in Svizzera, un decesso e altri 20 casi
Per il terzo giorno consecutivo, si segnala che il numero di contagi è tornato sopra le dieci unità
BASILEA
1 gior
Art Basel salta, per quest'anno
La più importante fiera d'arte al mondo era stata dapprima rimandata a settembre. Invece non si terrà
ARGOVIA
1 gior
Arrestato un "bombarolo" dilettante
In manette un 42enne che ha fabbricato e fatto esplodere un ordigno nella campagna argoviese
SVIZZERA
1 gior
«Ogni anno perdiamo migliaia di soldati»
Non c'è una guerra in corso. Ma un'emorragia di reclute, che preoccupa non poco Berna
LUCERNA
1 gior
Maestro mezzo nudo e con la lingua di fuori invia selfie agli studenti
Polemica in una scuola media per scatti ritenuti inappropriati. Insegnante allontanato.
FOTO
BERNA
1 gior
Una folla per Floyd: «Stop al razzismo»
Più di mille persone hanno manifestato questa sera nelle vie di Bienne
SVIZZERA
1 gior
Crediti e ipoteche a PostFinance: la decisione non piace a tutti
Il mondo bancario è diviso, mentre l'Unione svizzera arti e mestieri e i sindacati sono decisamente contrari.
FOTO
LUCERNA
1 gior
Tamponata al semaforo, perde il controllo e finisce 100 metri più in là
Danneggiando in tutto 7 vetture, è successo oggi a Lucerna. Vittima di un malore il conducente che sopraggiungeva
SVIZZERA
1 gior
A novembre la SSR lancerà una piattaforma streaming
Si chiamerà Play Suisse e ospiterà produzioni svizzere doppiate o sottotitolate in tutte le lingue nazionali
SVIZZERA
1 gior
La Svizzera si tinge di blu
Con gli ulteriori allentamenti previsti per mezzanotte, il Paese entra in una nuova fase della lotta contro il Covid-19.
GINEVRA
1 gior
Fine crisi, il "Jet d'eau" tornerà a zampillare
La fontana era stata spenta per proteggere la salute dei dipendenti comunali che si occupano del suo funzionamento
BERNA
1 gior
Canapa CBD: 33 milioni restituiti ai produttori
Il denaro era stato versato in tasse sul tabacco, riscosse però non legalmente
ZURIGO
1 gior
Flixbus: caos sui viaggi tra città svizzere
La società si difende dalle accuse di cabotaggio affermando che si è trattato di un "errore tecnico".
BERNA
1 gior
MPC indaga su un caso di corruzione in Mozambico
La vicenda risale a sei anni fa. Coinvolti anche tre ex quadri di Credit Suisse
SVIZZERA
1 gior
Ai sindacati un posto nel Cda della Posta
Lo ha proposto il Consiglio Federale, secondo Sommaruga però non sarà un ticinese. E c'è già un possibile nome
ZURIGO
1 gior
L'aeroporto di Zurigo dovrà pagare 93'000 franchi per gli scavi archeologici
Lo ha stabilito il Tribunale federale. Le spese processuali ammontano a 5'000 franchi
SVIZZERA
1 gior
PostFinance verso una privatizzazione parziale
Avviata la procedura di consultazione sulla revisione della legge che vieta la concessione di crediti e ipoteche.
SVIZZERA
1 gior
Le frontiere riaprono il 15 giugno
Tutte le restrizioni in entrata vigenti nel nostro Paese saranno revocate.
SVIZZERA
1 gior
Il Ticino vuole strade sicure, la Confederazione risponde
L'iniziativa cantonale "Strade più sicure subito!" chiede di vietare il transito a chi non ha i dispositivi di sicurezza
SVIZZERA
2 gior
Covid in Svizzera, altri 23 casi
Per il secondo giorno consecutivo il numero di contagi è tornato sopra le dieci unità
SVIZZERA
2 gior
Tariffe forfettarie per il settore ambulatoriale
Si inizia con chirurgia della mano, radiologia, chirurgia pediatrica, medicina vascolare, chirurgia oculare e anestesia
SVIZZERA
04.06.2019 - 07:320
Aggiornamento : 07:56

Lo sciopero delle donne non infiamma... le donne

Un sondaggio di "Tio/20Minuti" rivela che solo una donna su cinque parteciperà alla giornata per la parità del 14 giugno. E oltre la metà ritiene che le donne non siano discriminate in Svizzera

BERNA - Preannunciato da mesi lo sciopero delle donne è alle porte… Ma un sondaggio effettuato a livello nazionale da "Tio/20Minuti" gela le aspettative del promotori. Soltanto il 18% delle donne ha infatti dichiarato che il prossimo 14 giugno parteciperà alla manifestazione che denuncia il persistere delle violenze sessiste, ma anche delle discriminazioni salariali, oltre al problema del non riconoscimento del lavoro domestico.

E se le donne sembrano fredde, ancora meno entusiasmo arrivava dai maschi, per cui il dato complessivo riduce la partecipazione annunciata ad un solo cittadino su dieci.

Ma il sondaggio non si ferma qui e rileva anche che una maggioranza del 53% (senza distinzione di sesso) stima che le donne non sono discriminate in Svizzera. Tra chi pensa così, il 22% ritiene che già adesso le pari opportunità sono date. Solo il 21% degli interpellati afferma che le donne sono largamente discriminate e il 24% pensa che lo sono, ma in maniera marginale.

Ben diverso è il risultato per genere: il 57% delle donne pensa di essere vittima di discriminazione. Mentre il 67% dei maschi non è di questo parere, tra di essi il 26% ritiene che entrambi i sessi hanno le stesse chance e, addirittura, il 41% degli uomini sostiene che sono a volte i maschi ad essere discriminati.

Alla domanda su dove si manifesta la discriminazione, tutti sembrano d’accordo nel puntare il dito sul salario e le opportunità di carriera (77%). La presa a carico dei figli e i lavori domestici (11%), così come il sessismo (5%) si piazzano al secondo e terzo posto.

Ma è la presunta freddezza verso lo sciopero a colpire. Quando poi si indagano i motivi, dal sondaggio si scopre che per il 34% (senza distinzione di genere) lo sciopero non è il mezzo giusto. Secondo il 30% l’uguaglianza tra i sessi è già oggi una realtà e il 16% ha altre priorità.

Tra quelli, pochi, che hanno annunciato che saranno in piazza, il 29% dice di essere già libero il 14 giugno. Il 12% prenderà invece congedo quel giorno, mentre un altro 12% si asterrà dal lavoro senza chiedere l’autorizzazione.

Il sondaggio è stato realizzato lo scorso 28 maggio. Vi hanno partecipato 11.596 persone di tutta la Svizzera. I risultati sono stato ponderati tenendo conto delle variabili demografiche, geografiche e politiche rappresentative della popolazione elvetica. Il margine d’errore è dell’1,6%.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lara del Rocino 12 mesi fa su fb
Sono 20 anni che mi occupo di risorse umane e che vedo disparità salariale!!! Per non parlare delle violenze domestiche che aumentano sempre di più ... Due motivi già sufficienti per esserci!
Fabian Araya 1 anno fa su fb
Ma se avete più diritti degli uomini?!??! Sopratutto dopo un divorzio...
Alessandro DI Bello 1 anno fa su fb
Descriminazione: la donna è esente dal servizio militare e può andare in pensione in anno prima. Non ci sono solo descriminazioni!
Marina Fraccaro 1 anno fa su fb
Ma l'uomo non è mai stato esente da studiare l'italiano.. eppure..
Patrizia Ronconi 1 anno fa su fb
A mio avviso esiste sì una discriminazione, ma questa non si contesta con uno sciopero. Uno sciopero può solo creare problemi ad altre persone (che magari non c’entrano nulla). Inoltre, uno sciopero ottiene, se ottiene, qualcosa soltanto per “sfinimento”. Invece, una rivendicazione matura, sana e corretta va portata avanti con altri mezzi, tutti i giorni, in qualsiasi situazione della vita, ad esempio con il dimostrare che siamo brave quanto e più degli uomini oppure partecipando ad associazioni miste (e non ghettizzandosi in associazioni femminili) e facendoci valere con capacità e competenza. In questo modo si ottiene per convincimento. Certo, ci vuole più tempo, ma si agisce con i fatti. Lo sciopero invece, a me sembra la soluzione di chi non ha altri argomenti (e allora fa proprio il gioco di chi dice che valiamo di meno).
Claudia Berguglia 1 anno fa su fb
Patrizia Ronconi in certi momenti ho vergogna di essere donna. 😪😪😪
miba 1 anno fa su tio
Tra donne ed femministe esaltate vi è una differenza abissale!!! Le prime hanno un grandissimo valore, vanno ascoltate e meritano (tanta) attenzione e rispetto, le seconde vanno in piazza a manifestare come le pecore, probabilmente non rendendosi nemmeno conto perché urlano e portano striscioni... Ringrazio anticipatamente tutte le femministe per darmi dell'omofobo e/o sessista (altro purtroppo non sanno cavar fuori dalla loro visione tremendamente ristretta)
Lucadue 1 anno fa su tio
Si sente tanto parlare di diritti delle donne ma mai di doveri. Vien da credere che i diritti spettino alle donne e i doveri agli uomini.
Elena Luce 1 anno fa su fb
i cambiamenti si devono cercare, volerli e lottare.. si deve provare a raggiungerli in qualsiasi modo e anche manifestando. Anche in noi stessi, non solo fuori. Rendersi ridicole, care Signore, è tutt’altra cosa!
Vera Notari 1 anno fa su fb
Sciopero inutile che non aiuta le donne. Le tende solo ridicole
Nadia Poyo Caballero 1 anno fa su fb
Sì siamo discriminate, eccome se lo siamo. Però la rivendicazione dei diritti dovrebbe partire da tutte le PERSONE, indipendentemente dal sesso, dall'identità di genere, dall'orientamento sessuale, dall'etnia, dalla religione, ecc... UGUAGLIANZA PER TUTT*
Vera Notari 1 anno fa su fb
Nadia Poyo Caballero non sapete cosa vuol dire essere discriminate. Ma finitela con queste cose
Nadia Poyo Caballero 1 anno fa su fb
Vera Notari Certo, ci sono state discriminazioni di varia natura ben peggiori. Ma ciò non significa che non si possa continuare a migliorare!
Valerio Castellani 1 anno fa su fb
Le donne non fanno squadra si sa 🐺
Alessandro Kom 1 anno fa su fb
Le donne , nel mondo sono più degli uomini, devono allearsi , votarsi e cambiare “ loro” le cose , se aspettano cambiamenti dalle mummie , di ogni età , che siedono ora nei posti di “comando” , i passi avanti per un cambiamento positivo saranno lenti e pieni di insidie.
Lucilla Ferrara 1 anno fa su fb
Che tristezza vedere donne che sfottono altre donne. Le prime, inacidite si vede, che godono anch’esse di diritti impensabili in Svizzera fino almeno agli anni 80, grazie alla lotta di quelle che denigrano. Quando il mondo gira al contrario...
Manuela Decarli 1 anno fa su fb
eh si in fondo siamo noi donne le nostre principali nemiche
Norys Cerda Lara 1 anno fa su fb
Lucilla Ferrara hai ragione ma la cosa peggiore non sono i loro commenti quanto la loro frustazione di sapersi inutili e incappaci di fare quanto fanno loro!
MIM 1 anno fa su tio
Cominciano ad agitarsi?
miba 1 anno fa su tio
@MIM Veramente loro sono sempre agitate....anche quando non è necessario
MIM 1 anno fa su tio
@miba ahahah touché miba
Vera Notari 1 anno fa su fb
Si stanno rendendo ridicole
Manuela Decarli 1 anno fa su fb
talmente deluse, che tanto sanno che non cambierà niente
sedelin 1 anno fa su tio
giä, le oche sono convinte di essere dei galli.
Mara Grisoni 1 anno fa su fb
Per essere pari agli altri bisogna essere come gli altri. Farsi notare mettendo in evidenza sempre le differenze non ci renderà mai uguali.
Manuela Decarli 1 anno fa su fb
bisognerebbe almeno avere parità di salario e possibilità di carriera , o nemmeno quello?
Mara Grisoni 1 anno fa su fb
Manuela Decarli e pensare basti uno sciopero?
Manuela Decarli 1 anno fa su fb
Mara Grisoni - ovvio che non basta, oltretutto le donne si fanno la guerra tra di loro
Mara Grisoni 1 anno fa su fb
Manuela Decarli bravissima!
Manuela Decarli 1 anno fa su fb
Mara Grisoni - io sono solidale, ma troppo vecchia e delusa per poter partecipare, a suo tempo ho lottato nel mio ambiente di lavoro senza alcun risultato comunque 😞
F.Netri 1 anno fa su tio
Finalmente una buona notizia!
Tristano 1 anno fa su tio
Parità di sessi... ma dove?
Massimo D'Onofrio 1 anno fa su fb
Partecipare a questi comizi elettorali voluti dal PS dove si esalta la differenza di genere tra uomo e donna è un controsenso. Viva le donne e viva anche gli uomini, entrambi discriminati dalla libera circolazione.
Alessandro Milani 1 anno fa su fb
La metà che dice che nn sono discrimanate sono quelle che stanno bene prendono un buono stipendio ecc...
Emanuela Camponovo 1 anno fa su fb
Alessandro Milani sono quelle che fanno le casalinghe di lusso Quelle che hanno fatto carriera hanno sudato ped avere un buon stipendio
Alessandro Milani 1 anno fa su fb
Poi è tutto da vedere se hanno sudato
Cinzia Cattaneo Airaghi 1 anno fa su fb
Tanto da sapere... a che ora, dove, e quali strade saranno eventualmente chiuse? Cosi che uno si prepara in anticipo con un Xanax prima di partire in auto.
Lucilla Ferrara 1 anno fa su fb
Cinzia Cattaneo Airaghi c’è sempre il treno. Anche in assenza di scioperi.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-07 12:26:23 | 91.208.130.87