ZURIGO
23.05.2019 - 08:150

I delegati della SSIC adottano delle regole di condotta

Il "Code of conduct" è un ulteriore tassello importante nel progetto "Compliance nel settore della costruzione"

ZURIGO - In occasione dell'assemblea dei delegati del 22 maggio 2019, i delegati della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori hanno adottato regole di comportamento corretto in materia di diritto della concorrenza in occasione di eventi e assemblee della SSIC.

Il "Code of conduct" è un ulteriore tassello importante nel progetto "Compliance nel settore della costruzione". Il progetto è stato lanciato un anno fa dai delegati durante l’Assemblea dei delegati di Olten.

La SSIC condanna con decisione gli accordi illegali in materia di prezzi, quantità e ripartizione delle zone geografiche.

Il “code of conduct” adottato mercoledì rappresenta quindi un importante passo concreto nell'impegno per una concorrenza libera e leale. Le discussioni durante le assemblee non solo sui prezzi, ma anche sulla ripartizione dei clienti, sulle strategie commerciali o sugli accordi di non fornitura sono chiaramente giudicate come inammissibili. «Ciò che è ammissibile e ciò che chiaramente non lo è più deve essere esplicitamente indicato. Stiamo costruendo su questa base», afferma Gian-Luca Lardi, presidente centrale della SSIC.

Misure su tre livelli - Il "Code of conduct" regola il corretto comportamento nell'ambito di competenza dell'associazione, ad esempio in occasione di incontri e riunioni, e definisce responsabilità e sanzioni.

Informazioni, schede informative e strumenti di aiuto saranno messi a disposizione su un secondo livello da parte di costruzionesvizzera, con il focus sull'intero settore della costruzione per aiutare tutte le imprese del settore a rispettare il diritto della concorrenza.

Infine, l’applicazione delle regole sul terzo livello, e dunque a livello aziendale, è chiaramente di competenza delle singole imprese. Con la decisione di ieri, l'Assemblea dei delegati della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori ribadisce il suo impegno per una concorrenza libera e leale.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-25 13:59:00 | 91.208.130.89