ULTIME NOTIZIE Svizzera
ITALIA
38 min
Fasweb e Wind Tre, c'è l'accordo per la rete condivisa 5G
GRIGIONI
46 min
Apre il baule per salvare il cane, ma la proprietaria s’indigna
VALLESE
2 ore
Sfiorati i 36 gradi in Vallese
ZURIGO
5 ore
Il Poli premia il chimico Maksym Kovalenko
ARGOVIA
6 ore
Tre anni a un medico tedesco, ha praticato nonostante un divieto
BERNA
6 ore
Auto finita nel lago di Thun, recuperato un cadavere
ZURIGO
6 ore
Crisi d'asma sul treno: «Invece di aiutare, hanno cambiato scompartimento»
GIURA
7 ore
Lavoro in nero, scatta un'istruttoria per corruzione
SVIZZERA
7 ore
L'appello svizzero a Bolsonaro: «Riconosca il ruolo delle Ong»
SAN GALLO
8 ore
Due giovani ghepardi allo zoo del Knie
SOLETTA
9 ore
L’autopostale ignora la linea continua e supera i ciclisti in curva
VAUD
9 ore
Portale per lavoratori del sesso, primo bilancio positivo
SVIZZERA
10 ore
Lieve diminuzione delle code, ma il traffico continua a crescere
SVIZZERA
11 ore
Il Mediterraneo si conferma la meta preferita
SVIZZERA
11 ore
Trattamenti fertilità non più a carico dei malati di cancro
SCIAFFUSA
22.05.2019 - 14:560

Il Museo di Sciaffusa restituisce la statuetta rubata nel 1943

Si tratta della "Ragazza con la colomba", un'opera sottratta dalle Terme di Diocleziano

SCIAFFUSA - Il "Museum zu Allerheiligen" di Sciaffusa ha restituito all'Italia un'antica statuetta in bronzo realizzata nel Lazio nel 350 avanti Cristo. Si tratta della "Ragazza con la colomba", un'opera sottratta nel 1943 dalle Terme di Diocleziano a Roma.

L'opera è stata riconsegnata ieri allo Stato italiano dalla città di Sciaffusa, da cui dipende il museo, per essere di nuovo esposta nel Museo nazionale romano, presso le Terme di Diocleziano.

Stando a una nota del "Museum zu Allerheiligen", la statuetta fu acquistata "in buona fede" nel 1978 dall'industriale e collezionista d'arte svizzero Marcel Ebnöther, il quale nel 1991 donò alla città di Sciaffusa una collezione di oltre 6000 oggetti. La "Ragazza con la colomba" era uno degli oggetti più preziosi che, dopo la morte del collezionista, è rimasta di proprietà della figlia, precisa il museo.

Nella primavera del 2017, lo Stato italiano aveva chiesto la restituzione dell'antica opera. Si è infatti scoperto che la statuetta fu rubata dal museo romano nel 1943, durante la Seconda Guerra mondiale. Gli accertamenti del museo svizzero hanno confermato questa ricostruzione e - d'accordo con i proprietari - la città ha "ovviamente" acconsentito alla restituzione.

La riconsegna dell'antica statuetta è stata «trattata nel migliore dei modi con le autorità italiane». Per questo i responsabili del museo non escludono che un giorno la "Ragazza con la colomba" possa essere esposta di nuovo a Sciaffusa, per esempio come prestito in occasione di una mostra temporanea.

Il "Museum zu Allerheiligen", realizzato nell'antico monastero di Ognissanti (da cui prende il nome), è il più importante museo della cittadina sul Reno e riunisce sotto lo stesso tetto mostre di archeologia, storia e arte.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-25 22:44:23 | 91.208.130.87