Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
06.05.2019 - 14:420

Autorità di protezione, si può migliorare

Al vaglio vi è il maggiore coinvolgimento dei congiunti nelle procedure e nelle decisioni delle APMA. In particolare la possibilità di difendersi legalmente

BERNA - La Confederazione ha deciso di far esaminare il diritto a tutela dei minori e degli adulti, la base giuridica per il lavoro delle autorità di protezione dei minori e degli adulti (APMA). All'occorrenza sarà elaborato un progetto di legge da porre in consultazione entro la fine del 2019.

Al vaglio vi è il maggiore coinvolgimento dei congiunti nelle procedure e nelle decisioni delle APMA, informa un comunicato odierno dell'UFG, che a tale scopo ha istituito un gruppo di lavoro.

Una perizia esterna realizzata dal giurista Robert Fankhauser è giunta alla conclusione che il diritto vigente costituisce in linea di massima una base sufficiente per coinvolgere i congiunti.

Le risorse vicine alla famiglia vengono già sfruttate, se ciò è nell'interesse della persona in questione, si legge nella nota. Inoltre, non vengono ravvisate carenze normative o istituzionali per quanto riguarda le segnalazioni di situazioni a rischio.

La perizia identifica tuttavia qualche punto migliorabile, in particolare per quanto riguarda le possibilità dei congiunti di difendersi legalmente contro decisioni dell'APMA, nell'interesse delle persone coinvolte. La precedenza va comunque sempre data alla protezione della persona e al bene del minore, precisa Fankhauser.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-19 05:40:07 | 91.208.130.86