Depositphotos - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
13 min
Verdi e Verdi liberali vogliono una nuova formula magica
Per Regula Rytz un'esclusione degli ecologisti dal Governo non rispecchierebbe la volontà popolare
ZURIGO
53 min
UBS: utile netto in calo, ma meglio del previsto
In particolare emerge una buona tenuta della gestione patrimoniale, anche se tale attività non è riuscita a compensare gli effetti negativi dei tassi bassi e delle incertezze geopolitiche
ZURIGO
1 ora
Accattoni allo svincolo e la polizia dà l'allarme
Fingono una panne e poi chiedono i soldi a chi si ferma, la Cantonale: «Illegale, oltre che molto pericoloso»
SVIZZERA
15 ore
Accordo quadro, strada in discesa grazie alle urne?
L'esito del voto di ieri ha escluso dal parlamento diverse voci critiche nei confronti dell'intesa con Bruxelles
SVIZZERA
15 ore
Quando i manifesti vengono vandalizzati dalle mucche
Da stanotte i cartelloni dei politici hanno cominciato a sparire per lasciare il posto ad altri prodotti. I danneggiamenti hanno interessato tutti i partiti
GRIGIONI
16 ore
Aggrediti alla festa della birra, feriti gravemente due ragazzi
Finita la festa uno dei due ventenni ha chiesto ad altre persone presenti in un piazzale una sigaretta, gesto che ha apparentemente portato alla colluttazione
BERNA
17 ore
Capitale blindata per la partita con il Feyenoord
La polizia cantonale bernese ha organizzato imponenti misure di sicurezza in vista dell'impegno di Europa League di giovedì dello Young Boys
SVIZZERA
17 ore
Boom di morbillo, oltre 200 casi nel 2019
La cifra riguarda il periodo fra gennaio e fine settembre. Lo scorso anno i casi furono 34
BERNA
17 ore
VIP non eletti, ecco chi sono
È una sorte toccata a tanti candidati delle elezioni federali
GIURA
18 ore
Scoperti due cadaveri in un appartamento
I due corpi senza vita sono stati trovati a Haute-Sorne
BERNA
18 ore
Sommaruga in India: si parla di energia e trasporti
La consigliera federale oggi ha incontrato i ministri dell'energia, dell'aviazione civile e delle ferrovie
SVIZZERA
20 ore
L'islamista vodese resta dietro le sbarre
Il Tribunale penale federale ha confermato il prolungamento della detenzione preventiva
SVIZZERA
20 ore
Gli elettori UDC non sopportano Greta Thunberg
Nelle elezioni federali i Verdi hanno potuto contare sulle donne e sui giovani. Ecco i risultati dell’ultimo sondaggio Tamedia
VAUD
20 ore
Agguato, stupro e rapina: dovrà scontare 9 anni
Il Tribunale federale ha confermato la condanna inflitta a un 20enne algerino. L'uomo agì in compagnia di un suo connazionale
SVIZZERA
21 ore
In Svizzera le start-up vanno forte: siamo i quinti al mondo
Per quanto riguarda gli investimenti si parla di quasi 600 milioni di euro nel primo semestre, con un aumento sostanziale rispetto al 2018
SVIZZERA
30.04.2019 - 10:230
Aggiornamento : 16:28

Sempre meno soldi a fine mese, calano i salari reali

Gli stipendi nominali sono cresciuti dello 0,5%, ma l'inflazione si è attestata a +0,9%

NEUCHÂTEL - Meno soldi a disposizione alla fine del mese per i dipendenti in Svizzera: i salari reali nel 2018 sono diminuiti dello 0,4% rispetto all'anno prima, emerge dai dati pubblicati oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST). I timidi aumenti nominali sono stati infatti erosi dall'inflazione.

Gli stipendi nominali sono cresciuti in media dello 0,5%, confermando una tendenza osservata dal 2010, con tassi di crescita che non hanno superato l'1% (ultimi anni: +0,4 nel 2017, +0,7% nel 2016 e +0,4% nel 2015).

In generale le decisioni di adeguamenti salariali per il 2018 sono state prese alla fine del 2017, quando il rincaro per l'anno seguente era stimato al +0,2%. L'inflazione si è poi rivelata assai superiore, pari al +0,9%, secondo i dati UST. Quella percepita da diversi consumatori rischia però di essere stata anche più elevata, visto che come noto i funzionari di Neuchâtel non comprendono nel loro paniere dei prezzi i premi dell'assicurazione malattia, aumentati in media del 4% nel 2018 per gli adulti e del 5% per i minorenni.

I salari reali medi sono quindi scesi dello 0,4% (+0,5% nominale meno 0,9% inflazione). Il dato medio riassume naturalmente una realtà settoriale assai più variegata: si va dal +0,8% del ramo chimico farmaceutico al -1,3% dell'industria del legno, della carta e dalla stampa, passando da realtà intermedie come per esempio commercio al dettaglio (+0,1%), costruzione (-0,4%) e amministrazione pubblica (-0,6%). Complessivamente il settore secondario presenta un -0,6% e quello terziario un -0,4%.

Tornando al dato generale elvetico, va rilevato che è il secondo anno consecutivo che si registra una flessione, dopo il -0,1% del 2017. Per ritrovare invece un terzo anno negativo bisogna risalire al 2008 (-0,4%). In mezzo vi sono annate con il segno più: negli ultimi cinque anni (dal 2014 al 2018) il ritmo annuo medio della progressione dei salari reali è stato, per l'insieme degli stipendiati, dello 0,6% (+0,5% per gli uomini e +0,7% per le donne; +0,5% nel secondario, +0,6% nel terziario).

Ad aver maggiormente influenzato l'andamento al rialzo durante questo lustro anni sono stati due rami ad alta densità di ricerca e sviluppo, nonché fortemente orientati all'esportazione: si tratta dell'industria chimica e farmaceutica (+1,1%) e di quelle della fabbricazione di prodotti informatici, elettronici, elettrici, ottici e dell'orologeria (+0,8%). Gli altri rami industriali hanno presentato tassi di crescita annui medi compresi tra +0,2% e +0,7%.

Nel terziario, le evoluzioni più marcate sono state osservate nel comparto dei servizi finanziari e delle attività assicurative (+1,1%), nonché nel campo editoria, audiovisivo, radiotelevisione e telecomunicazioni (+0,9%). Gli aumenti reali medi più contenuti sono stati per contro registrati nel ramo del trasporto e magazzinaggio (+0,1%) nonché in quello delle attività amministrative e di servizi di supporto (+0,3%).

Evoluzione allarmante - È un’evoluzione «allarmante», ha commentato oggi l’Unione sindacale svizzera (USS). Sebbene l'economia elvetica viaggi a pieno regime le buste paga si sono fatte più leggere nel 2018, deplora l'USS in un comunicato odierno. I datori di lavoro - aggiunge la federazione sindacale - hanno privato i salariati degli effetti della crescita. Tutto questo in un contesto di pigioni elevate e di costante aumento dei premi dell'assicurazione malattia.

A detta dell'USS le cifre diffuse dall'UST sono particolarmente scioccanti in relazione al settore della costruzione: malgrado anni di alta congiuntura nel ramo si è assistito a una perdita reale pure dello 0,4%. L'Unione sindacale chiede ora "aumenti sostanziali". La "nuova intransigenza" dei datori di lavoro viene ritenuta inaccettabile: anche i dipendenti devono poter approfittare della crescita economica.

Sulla stessa lunghezza d'onda è il sindacato Syna, che rivendica aumenti salariali per tutti. Ritocchi supplementari degli stipendi minimi vanno inoltre garantiti nei comparti con buste paga leggere, quali vendita, ristorazione e parrucchieri.

Commenti
 
patrick28 5 mesi fa su tio
Forza UE !! Sempre
lollo68 5 mesi fa su tio
Nel calcolo non hanno tenuto conto dei premi della cassa malati? Eppure è la prima voce di spesa per la nostra famiglia: il grafico mensile delle entrate e delle uscite della banca è quasi sempre a favore di quest'ultimo.
tip75 5 mesi fa su tio
pensa un po’ in ticino...
LAMIA 5 mesi fa su tio
Ma che scoperta. È quello che vogliono padrona to e chi ci vuole in EU! A quando la riduzione delle quote sindacali?
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-22 08:45:34 | 91.208.130.87