ARCHIVIO KEYSTONE
Assistenza sociale: l'83,7% dei somali che vivevano in Svizzera nel 2017 ne ha beneficiato.
SVIZZERA
25.04.2019 - 06:100

Assistenza sociale, somali da record

Ben l'83,7% degli oltre 4000 che vivevano in Svizzera alla fine del 2017 ne beneficiava, la politica è spaventata

ZURIGO - Ben l'83,7% degli oltre 4000 cittadini somali che vivevano in Svizzera alla fine del 2017 beneficiavano dell'assistenza sociale. Lo mostra una valutazione basata su nuovi dati federali, che evidenzia come lo stesso fenomeno riguardi un'alta percentuale di persone provenienti da Angola ed Eritrea.

Sono dati che spaventano la politica, scrive 20 Minuten: il consigliere agli Stati liberale radicale Damian Müller sostiene che in troppi hanno goduto dei benefici dell'assistenza, mentre coloro a cui viene concesso di vivere in Svizzera dovrebbero inserirsi in un ambito lavorativo il più rapidamente possibile. «L'integrazione non è una strada a senso unico», aggiunge. «I rifugiati sono in debito».

La questione tocca però anche le aziende, che secondo il senatore dovrebbero mostrare maggiore impegno, e la Confederazione che dovrebbe stanziare più fondi.

Bachir Gobdon, dell'associazione Somali Diaspora, spiega che l'alta percentuale è giustificata dal gran numero di famiglie con molti bambini. «Molti somali lavorano nel settore dell'ospitalità, dove i salari sono bassi. Una famiglia con sette figli non può viverci». Le cose cambiano con i giovani che sono cresciuti in Svizzera: «Le statistiche mostrano» sottolinea Stéphane Beuchat di Avenir Social «che la stragrande maggioranza dei giovani stranieri che crescono con l'assistenza sociale si integrano e non dipendono più da essa».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-17 07:31:40 | 91.208.130.86