Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
5G, la tecnologia del futuro
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA
4 ore
900 email da una cinquantina di indirizzi diversi: condannata una giovane stalker
La donna aveva preso di mira il suo ex e una sua insegnante nell'arco di diversi anni.
BERNA
7 ore
Un CovidPass valido tre mesi? La Svizzera è scettica
Il presidente di Swissnoso: «Ciò che serve è un allentamento delle misure e una riduzione delle quarantene»
ZURIGO
9 ore
Booster e impennata di decessi: «Nessun nesso»
Durante la campagna di richiamo, in Svizzera sono morte un numero di persone superiore alla media.
SVIZZERA
10 ore
Migros richiama gli zigoli dolci contaminati da salmonella
I clienti possono restituire i prodotti corrispondenti e saranno rimborsati del prezzo di acquisto
BERNA
10 ore
La segretaria di Stato incontra il viceministro degli esteri russo Vladimir Titov
Al centro dell'incontro anche le questioni bilaterali in settori come l'economia e l'energia.
SVIZZERA
10 ore
«La doppia nazionalità non va revocata in caso di gravi crimini»
La Commissione delle istituzioni politiche del Nazionale ha respinto un'iniziativa di Piero Marchesi
ARGOVIA
13 ore
Berset, presto eliminati gli obblighi di quarantena e telelavoro
Se lo sviluppo della pandemia continuerà a procedere in modo positivo verrà revocato anche il CovidPass
FOTO
SAN GALLO
13 ore
Slitta sul ghiaccio e impatta con un tir, tragica morte per una giovane
La ragazza è spirata fra le lamiere dopo un violento schianto a causa della carreggiata ghiacciata
BERNA
14 ore
Formalmente riuscita l’iniziativa contro l'obbligo vaccinale
Occorrevano 100 mila firme. Ne sono state raccolte 126'089 di cui oltre 125 mila valide.
BERNA
14 ore
Quasi 40 mila nuovi contagi
Sono 14 i nuovi decessi segnalati e 176 le persone ricoverate in ospedale.
SVIZZERA
16 ore
Guadagni persi a causa del Covid, l'assicurazione non dovrà pagare
Il Tribunale federale ha accolto il ricorso di un assicuratore che non dovrà versare 40'000 franchi a un ristoratore.
NEUCHÂTEL
17 ore
A scuola senza mascherina, da lunedì anche a Neuchâtel
La misura, come in altri cantoni romandi, non sarà più obbligatoria nelle classi elementari
SVIZZERA
17 ore
Processo Vincenz, la difesa chiede la completa assoluzione
L'avvocato: «Senza di lui Raiffeisen non sarebbe quello che è oggi»
SVIZZERA
17 ore
Influenza aviaria, prolungate le misure su scala nazionale
L'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria ha fissato il termine al prossimo 15 marzo
BERNA
19 ore
Scontro fatale, un 65enne muore alla guida del suo scooter
Per ragioni ancora da chiarire, si è schiantato contro un'automobile, riportando delle ferite molto gravi
FOTO
ARGOVIA
20 ore
Strade ghiacciate, nella notte si sono verificati diversi incidenti
La Svizzera settentrionale è particolarmente toccata, anche stamattina la situazione è precaria. Si segnala un ferito
SVIZZERA
17.03.2019 - 11:210
Aggiornamento : 12:11

Huawei e 5G, la strategia svizzera non piace a Trump

Washington avrebbe esortato il nostro Paese a evitare fornitori sotto il controllo di Stati stranieri

ZURIGO - La creazione in Svizzera di una rete di telefonia mobile 5G con il concorso del gruppo cinese Huawei non piace al governo americano: attraverso l'ambasciata di Berna l'esecutivo di Donald Trump è intervenuto presso il Consiglio federale.

Contattato dalla "SonntagsZeitung" il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha confermato che «sul tema vi sono stati scambi a livello diplomatico». Stando al domenicale Washington esorta alleati e amici degli Usa a garantire la sicurezza della rete 5G, evitando fornitori sotto il controllo di stati stranieri. Obiettivo: limitare spionaggio e attacchi cibernetici.

Concretamente, gli americani temono che le aziende possano deliberatamente installare backdoor nei loro componenti, vale a dire "porte sul retro" segrete che permettano di aggirare le difese di un sistema informatico. Huawei viene in tal senso ritenuta in grado di farlo, in quanto molto vicina al governo cinese: questo sebbene l'impresa abbia sempre respinto le accuse.

In Svizzera ad aver scelto Huawei per la sua rete 5G è Sunrise. Swisscom ha optato per la svedese Ericsson e Salt per la finlandese Nokia. Swisscom si affida peraltro ai componenti del gruppo cinese per la sua rete fissa.

Il governo americano ha agito con forza ancora maggiore nei confronti della Germania: di recente ha minacciato conseguenze nell'ambito della collaborazione di intelligence e nella Nato se il paese guidato dalla cancelliera Angela Merkel vedrà Huawei coinvolto nella costruzione di reti 5G.

La Confederazione non sembra da parte sua comunque voler intervenire nel settore. Il Consiglio federale non ha giuridicamente alcuna possibilità di influenzare l'acquisto di componenti di reti da un fornitore straniero, afferma il DFAE in una presa di posizione diffusa dalla "SonntagsZeitung". «In Svizzera la protezione e la sicurezza dell'infrastruttura sono di competenza dell'operatore interessato».

L'intervento di Washington per quanto riguarda Huawei va inserito nel contesto più ampio della collaborazione in materia di servizi segreti fra Stati Uniti e Svizzera. Negli anni se ne è parlato tanto, ma non vi sono mai state risposte ufficiali. Gli americani, attraverso la loro agenzia di sicurezza NSA, sono comunque sospettati di praticare una sorveglianza di massa dei dati in Europa.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
MIM 2 anni fa su tio
Anche gli USA sono, per noi, uno stato straniero.
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
@MIM Ricordati del caso Tinner quando il consigliere federale Blocher assecondò in tutto e per tutto gli USA , infischiandosene alla grande della sovranità svissera per difendere gli interessi a stelle e strisce... :-)))))
MIM 2 anni fa su tio
@lo spiaggiato Non capisco cosa c'entri. Quell'affare si protrasse per più anni, anche senza Blocher. Ai tempi Blocher aveva in mano il dipartimento di giustizia e polizia, e tutto il CF era d'accordo alla distruzione dei documenti. Quando dico tutti, dico anche i consiglieri federali di sinistra; anzi ti ricordo che ai tempi di Blocher, lui era l'unico UDC; tutti gli altri 6 che hanno votato all'unanimità per la distruzione di tali documenti li hai dimenticati o stai sparando a salve come al solito?
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
@MIM Come cosa c'entra?... c'entra eccome per spiegare che anche se gli USA sono un paese straniero alla fine facciamo sempre quello che dicono loro... che diavolo c'entra destra e sinistra?.. ho nominato il Blocher perchè era lui il ministro incaricato e è lui che ha gestito il caso... se era PincoPallino avrei nominato lui, non ci vuole tanto per capirlo, no?...
Esse 2 anni fa su tio
«In Svizzera la protezione e la sicurezza dell'infrastruttura sono di competenza dell'operatore interessato». ...ovvio ma comunque preoccupante
marco17 2 anni fa su tio
Scommettiamo che la destra infrequentabile che inveisce giorno e notte contro le ingerenze dell'UE sarà pronta a "calare le braghe", come dicono nel loro linguaggio raffinato, di fronte alle richieste del cialtrone dai capelli di stoppia.
Thor61 2 anni fa su tio
@marco17 Avresti dovuto srcivere, La SINISTRA!!! Sono loro a svendere tutto! Nazione compresa per 30 denari, proprio come giuda!!!
Galium 2 anni fa su tio
@marco17 Bravo! Ben detto.
miba 2 anni fa su tio
Abbiamo proprio un bell'esempio concreto e recentissimo, cioè la diga del Gurì in Venezuela... Per evitare la solita polemica su Maduro/USA una sola domanda: come ha fatto Mike Pompeo a sapere solo 15 minuti dopo il blackout che anche i 2 generatori di riserva erano fuori uso?
curzio 2 anni fa su tio
Ma da che pulpito! Il governo USA... con la NSA che spia i propri cittadini e quelli di paesi esteri, intercetta le telefonate dei capi di governo europei, ecc.... E sono proprio le compagnie americane che installano backdoors sui loro prodotti.
Thor61 2 anni fa su tio
Sia la cina che gli USA ci spiano SEMPRE, la differenza è solo che la "Spiata" degli USA la conosciamo da anni, tant'è che la contabilità elvetica la effettua una multinazionale americana e NESSUNO si preoccupa della cosa, mentre i cinesi fanno finta di avere la coscienza pulita col mantra del: "Noi non spiamo nessuno", come no!!! Ricordo che sono gli stessi che in tutto il mondo fanno lavorare 20 ore al giorno i loro "Dipendenti" o miglior definizione, SCHIAVI!!! ### Premettiamo che "la finlandese Nokia" da quando non è più di microsoft che ha venduto il settore della telefonia mobile, è in realtà CINESE!!! ### È sulla rete fissa che passano i dati più importanti, tanto per precisare un po!!! Staccate la spina per credere!!! ### Il CF si sta liberando della Svizzera, come paese libero e neutrale, immaginiamoci se non svendono anche quello che diciamo tramite l'ormai unico mezzo di comunicazione a disposizione, cioè la rete internet!!! ### «In Svizzera la protezione e la sicurezza dell'infrastruttura sono di competenza dell'operatore interessato», quindi secondo il CF l'INTERESSE nazionale viene dopo l'economia globale, siamo messi bene!!! ###
steno 2 anni fa su tio
@Thor61 1.) In Cina non lavorano 20 ore al giorno 2.) cosa c'entra la contabilità con il 5G? 3.) Nokia ha venduto a Microsoft il settore cellulari, le reti cellulari sono ancora in mano alla Nokia originaria che è finlandese. I telefonini sono prodotti in Cina dalla "nuova Nokia" che è un'azienda creata da ex manager Nokia, ma che non c'entra nulla con la Nokia finlandese che fa le infrastrutture di rete
steno 2 anni fa su tio
@Thor61 Nokia ha venduto a Microsoft i telefonini, venduti poi ai cinesi. Le infrastrutture di rete sono rimaste a Nokia originale, quindi finlandese.
Thor61 2 anni fa su tio
@steno E il 5G a cosa serve se non alla telefonia mobile?!!! Ma se vuoi ti do ragione su tutto!!! Nessun problema!
Thor61 2 anni fa su tio
@steno Hai ragione!!!
Thor61 2 anni fa su tio
@steno Parte 1 Ma dove trovi le informazioni,In fondo al barattolo di cioccolata??? "Il 18 maggio 2016 viene annunciato che Microsoft venderà la divisione feature phone a FIH Mobile (CINA), una sussidiaria di Foxconn (CINA) e che Nokia tornerà sul mercato con il proprio marchio, su dispositivi basati su Android, attraverso HMD Global, società finlandese che ha acquisito i diritti (Cioè PAGA i CINESI per poter dare il nome ai propri telefoni) per poter utilizzare il marchio Nokia sui telefoni cellulari, smartphone e tablet per i prossimi 10 anni." (Fonte Wikipedia) in pratica i CINESI fanno quello che fanno SEMPRE, cioè specchietti per allodole, lasciando le persone per dare l'apparente idea che nulla sia cambiato! Chiaramente stiamo parlando di telefonia mobile e a questo mi riferisco, Nokia Finlandese esiste in altri settori, ma qui si parla di telefonia mobile in principal modo. ###
Thor61 2 anni fa su tio
@steno Parte 2 Stiamo anche parlando di chi SPIA chi! NOI in Svizzera gli diamo anche la contabilità della confederazione da gestire, per cui nel nostro caso siamo NOI che gli mettiamo a disposizione dati SENSIBILI quindi se ci spiino gli USA è inutle, ci pensiamo noi a dirgli tutto quello che serve loro, che poi gli USA lo facciano da SEMPRE in TUTTO il globo è ormai noto anche ai sassi! Se non sbaglio l'articolo di QUESTO parla, quindi "Credo"che il 5G centri! Eccome se centri!!! ### Visto che non lavorano 20 ore al giorno, dimmi quando si riposano, visto il servizio in TV dell'altro ieri??? Negozi aperti 24/24 7/7 (Massaggi/Prostituzione) parrucchieri cinesi aperti anche di notte, mai visto le LORO aziende con "Dormitori e cucine" al loro interno??? E via discorrendo, la lista è lunga oltre che ILLEGALE, anche se la politica (Soprattutto quella rossa/verde) fa finta di non vedere e sapere.
steno 2 anni fa su tio
@Thor61 Se non capisci la differenza tra infrastrutture di rete e telefonini non è colpa mia. Ripeto per l'ultima volta, la Nokia che costruisce le reti è finlandese e non è la stessa Nokia che fa i telefonini. Non più
RV50 2 anni fa su tio
Perché questo "pagliaccio" non si fa i cavoli suoi e si guardi come stanno andando loro .
Um999 2 anni fa su tio
@RV50 Il soggetto sta solo facendo gli interessi del suo paese ovvero controllare il più possibile gli altri, cioè è quello che gli USA fanno da un secolo. Bisogna capire cosa stanno facendo i nostri a difesa del nostro territorio.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-29 04:27:09 | 91.208.130.89