APPENZELLO INTERNO
25.01.2019 - 07:360
Aggiornamento : 10:20

Ennesima valanga sul Säntis, teleferica sommersa dalla neve

L'impianto che collega Thurwis alla capanna Rotsteinpass è diventato pericoloso: «I cavi sono talmente in tensione che potrebbero saltare e colpire qualcuno»

WEISSBAD - La teleferica che porta al rifugio Rotsteinpass è stata danneggiata da una valanga. A comunicarlo è stata lunedì l’associazione intercantonale delle guide di montagna (IKBV), con un post su Facebook.

Nella stessa regione, lo scorso 10 gennaio una slavina ha investito un hotel-ristorante sullo Schwägalp, in Appenzello esterno, ai piedi del Säntis (AR). La valanga - che si è staccata a 1900 metri di quota -, con un fronte largo circa 300 metri, era scesa poco prima delle 16.30 travolgendo parte del ristorante - a 1350 metri -, delle stanze che ospitano il personale e alcune auto parcheggiate. Una seconda valanga è caduta tra domenica 13 e lunedì 14 danneggiando il primo pilone della funivia del Säntis che, per motivi di sicurezza, rimarrà fuori servizio per mesi. 

Lunedì l'ennesima valanga. La neve ha colpito la struttura di sostegno con una tale forza che i piloni si sono spostati e i cavi sono usciti dalle pulegge. 

Albert Wyss, custode della capanna, ha spiegato a 20 Minuten che prima di essere sepolti dalla neve, i cavi si erano attorcigliati tra loro, una situazione estremamente pericolosa. «I cavi sono talmente in tensione che potrebbero saltare e colpire chiunque si trovi nelle vicinanze, addirittura tranciando una persona a metà. Oltretutto gli sciatori non vedono i cavi, coperti dal manto nevoso».

Una situazione che probabilmente non potrà essere risolta prima della primavera, con ricadute anche economiche per il rifugio.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-17 09:47:39 | 91.208.130.86