Keystone
SVIZZERA/EUROPA
23.01.2019 - 12:290
Aggiornamento : 16:43

Rifiuti, la Svizzera sul terzo gradino del podio

Ogni abitante lo scorso anno ha prodotto 706 kg di immondizia. Solo Danimarca e Norvegia hanno fatto peggio

BERNA - Ogni abitante della Svizzera lo scorso anno ha prodotto 706 chilogrammi di rifiuti urbani. In Europa solo i danesi (781 kg) e i norvegesi (748 kg) fanno peggio dei confederati, indica oggi l'Ufficio statistico dell'Unione europea (Eurostat). La Svizzera e i due Paesi scandinavi sono però anche i migliori riciclatori.

Nell'Ue la quantità di immondizia prodotta pro capite è rimasta praticamente immutata (487 kg contro 486 kg nel 2017). In alcuni Paesi il pattume per abitante è sensibilmente aumentato: si tratta di Danimarca, Cipro, Germania, Lussemburgo e Malta, scrive Eurostat.

I maggiori produttori di spazzatura sono anche ai primi posti nel riciclaggio. Nella Confederazione tornano in circuito 217 kg, 216 in Norvegia e 213 in Danimarca. Questi dati sono nettamente superiori alla media dell'Ue, pari a 81 kg.

I grossi produttori di pattume registrano pure elevati livelli di compostaggio: la Svizzera trasforma in humus 153 kg di rifiuti organici, la Danimarca 149. Il campione d'Europa è l'Austria, con 182 kg.

I dati di Eurostat corrispondono grossomodo a quelli dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), che sono però di un anno più vecchi. L'UFAM ha infatti pubblicato le informazioni per il 2017 alla fine dello scorso anno. I quasi 8,5 milioni di abitanti della Svizzera e i poco meno di 40'000 del Liechtenstein, considerati assieme, avevano prodotto pro capite 703 kg di rifiuti urbani, apparentemente dunque tre in meno che nel 2018.

Secondo Eurostat la Svizzera nel 2018 ha riciclato o compostato 370 kg di pattume (153 kg di rifiuti organici e 217 kg di altri rifiuti recuperati). Stando all'Ufficio federale nel 2017 erano stati 369 kg.

Ai sensi dell'UFAM i rifiuti urbani comprendono carta e cartone, scarti da cucina e rifiuti da giardino smaltiti in impianti centralizzati (i compost domestici e di quartiere sono quindi esclusi dalle statistiche), vetro, apparecchi elettrici ed elettronici, tessuti, PET, scatole di conserva, alluminio e pile. Ad esempio i rifiuti speciali (228 kg per abitante), la sostanza secca dei fanghi di depurazione (25 kg per abitante) o ancora i rifiuti dell'edilizia esulano dalla statistica dei rifiuti urbani.

Commenti
 
curzio 7 mesi fa su tio
Certo... in Svizzera si producono tanti rifiuti. E le cifre le prendono dagli impianti di compostaggio, di riciclaggio e dagli inceneritori. Danimarca e Norvegia in testa. Stranamente i paesi del sud Europa, dove i rifiuti vengono abbandonati in discariche abusive, inceneriti illegalmente, abbandonati lungo le strade... quelli dalla statistica escono come paesi che producono pochi rifiuti. E i cattivi inquinatori siamo noi!
volavola 7 mesi fa su tio
@curzio se hai un maggiore potere d'acquisto, acquisti di più e quindi (se non sei un accumulatore seriale) elimini di più...
moma 7 mesi fa su tio
@curzio Nero centro. Le famose statistiche pseudo reali. Quelle reali parlerebbero tutt'altra lingua. Come al solito, più sei ligio al dovere, più rispetti, più e più e più e più, e più sei preso in generale a pesci in faccia, come in questo caso.
bimbogimbo 7 mesi fa su tio
@volavola Avere un potere d'acquisto maggiore non per forza significa acquistare di più… semplicemente significa acquistare prodotti meno scarsi. Alcuni esempi per capirci… se devo cambiare, prendo una Fiat o un Audi? Prendo un TV QLED o il primo prezzo del discount? L'affettato lo prendo dal macellaio di fiducia o quello in promozione al supermarket? Concordo pienamente con @curzio. I paesi che nascondono i dati reali, o semplicemente non sono in grado di fornirli in quanto l'anarchia regna sovrana, non appariranno mai ai primi posti di questa classifica. Ma ciò non significa che non consumino. Una lista interessante sarebbe invece la quantità di materiale riciclato pro capite. Qualcuno sa consigliarmi un link con dei dati ufficiali? Grazie
centauro 7 mesi fa su tio
@bimbogimbo Su un punto non sono d'accordo, cosa significa che con un potere d'acquisto maggiore si comprano beni di maggiore qualità? vero,ma i materiali di cui sono fatti sono all'incirca gli stessi e non dimentichiamo che chi è più abbiente tende a cambiare più spesso le cose e quindi a produrre maggiormente i rifiuti, basta farsi un gire per le strade di Lugano nei giorni degli ingombranti per vedere quante cose integre e ancora decisamente buone vengono gettate via!!!
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-24 23:07:44 | 91.208.130.85