Keystone
BASILEA CITTÀ
20.01.2019 - 15:030

Oggetti sui binari a St. Johann: «Reato molto grave»

La stazione basilese è stata presa di mira dai vandali. Ieri sera l'ultimo caso: un treno francese ha travolto un cerchione d'acciaio abbandonato. Gli autori rischiano fino a tre anni di carcere

BASILEA - La stazione ferroviaria basilese di St. Johann è negli ultimi tempi vittima di atti vandalici, l'ultimo dei quali verificatosi ieri sera. Finora i gesti - sostanzialmente sono stati posti oggetti in metallo sui binari - non hanno avuto conseguenze gravi per materiale rotabile e passeggeri, ma polizia e Ferrovie federali svizzere (FFS) hanno deciso di indagare.

Ieri sera verso le 18.00 qualcuno ha messo una ruota, comprensiva anche del cerchione d'acciaio, sulle rotaie della stazione St. Johann, che si trova a circa 500 metri dal confine di Saint-Louis (F).

Un treno regionale della compagnia francese SNCF Ter Alsace, pur avendo azionato il freno di emergenza, non è riuscito ad evitare di travolgere l'oggetto. Fortunatamente ciò non ha provocato il deragliamento del convoglio, indica oggi il ministero pubblico di Basilea Città: le conseguenze avrebbero però potuto essere gravi.

Constatato che non vi erano né feriti né danni al treno, il macchinista ha ripreso il viaggio, con un quarto d'ora di ritardo. Un esame più accurato da parte degli inquirenti e del personale delle FFS ha evidenziato che l'impatto ha comunque danneggiato la segnaletica di terra. Infruttuose le prime ricerche del responsabile: è quindi stato lanciato un appello ai testimoni.

Un incidente analogo si era verificato nello stesso luogo la settimana scorsa: sconosciuti hanno messo un grande fusto d'acciaio sui binari. Anche in quell'occasione il macchinista, avvistato da lontano l'oggetto, è riuscito a rallentare il treno ma non ha potuto evitare lo scontro. Gli autori del gesto vandalico hanno avuto anche il sangue freddo di avvicinarsi al treno fermo e di riempire di graffiti la parte posteriore.

Poco dopo, la polizia aveva trovato un secondo contenitore vuoto d'acciaio sullo stesso binario all'altro lato della stazione e, su un'altra rotaia, un grosso cavo d'acciaio.

Non è chiaro se vi sia un collegamento tra i vari episodi, ha indicato all'agenzia Keystone-ATS Peter Gill, responsabile della comunicazione del Ministero pubblico di Basilea Città. Non è stato ancora possibile verificare ad esempio se anche il treno francese coinvolto ieri sera nell'incidente sia stato "decorato" con graffiti: il macchinista è infatti proseguito verso la Francia e ha denunciato là l'incidente.

Il Ministero pubblico di Basilea ha avviato un'indagine contro ignoti per perturbazione del traffico ferroviario: se acciuffati, gli autori rischiano fino a tre anni di carcere. «Si tratta di un reato grave», ha aggiunto Gill: «Essi prendono in conto il rischio di provocare gravi lesioni o addirittura la morte di passeggeri».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-15 04:52:07 | 91.208.130.86