Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
7 sec
Spari in strada in pieno giorno: «È assurdo che possa accadere una cosa del genere»
Un 32enne è stato rinvenuto con ferite da arma da fuoco a Seebach. Poco prima aveva chiamato la polizia. I testimoni raccontano
VIDEO
BERNA
1 min
Le FFS ringraziano i clienti con una canzone di Natale
Si chiama "Partiamo insieme" ed è stata cantata da controllori, macchinisti e persino agenti di polizia ferroviaria. Il ricavato andrà in beneficenza
SVIZZERA
1 ora
Inasprite le condizioni dell'aiuto transitorio per i parlamentari non rieletti
Coloro che lasciano volontariamente le Camere saranno invece esclusi dal sistema
ARGOVIA
1 ora
Casa in fiamme, trovato un cadavere
L'incendio è scoppiato a Zufikon intorno alle 18
SVIZZERA
2 ore
Caccia da combattimento, ecco il "sì"
Sarà il Consiglio federale a decidere il tipo di velivolo
SVIZZERA
3 ore
Terrorismo, due dossier rispediti in commissione
Secondo il Consiglio degli Stati per lottare contro il terrorismo è sì necessario estendere le misure preventive di polizia, ma alcuni concetti vanno rivisti
FOTO
SAN GALLO
3 ore
19enne schianta la Maserati all'incrocio: 120'000 franchi di danni
È successo nel canton San Gallo quando un ragazzino ha centrato altri due giovanissimi che guidavano... una Mercedes
LUCERNA
4 ore
Fermati per un reato stradale, a bordo avevano una cassaforte rubata
Un controllo della velocità a Malters ha avuto un esito inatteso per la polizia lucernese: i tre cittadini slovacchi a bordo del veicolo sono stati arrestati
LUCERNA
02.01.2019 - 10:070

Lo stand up paddle "nemico" dei volatili

La variante del surf disturba gli uccelli anche a grandi distanze. Lo rivela un rapporto della Stazione ornitologica di Sempach

SEMPACH - Lo stand up paddle (sup) disturba gli uccelli anche da grandi distanze. Solo le barche a motore sono peggio, secondo una ricerca condotta in Germania. Un rapporto della Stazione ornitologica di Sempach (LU) giunge alle stesse conclusioni.

Rispetto ad altre attività acquatiche come il canottaggio o la barca a vela, lo stand up paddle, una variante del surf in cui si sta in piedi su una tavola utilizzando una pagaia apposita per spostarsi, ha un più alto potenziale di disturbo sugli uccelli acquatici, indica un lavoro di master realizzato in Germania da Matthias Bull. Nella tesi viene citato l'esempio di un caso verificatosi sul lago di Costanza dove gli uccelli sono stati spaventati da una sola persona che svolgeva questa attività a una distanza di 1,5 chilometri.

Un rapporto della stazione di Sempach va nella stessa direzione: un solo sportivo sulla sua tavola può spaventare migliaia di uccelli a una distanza di oltre un chilometro. Possono verificarsi reazioni a catena, con specie di uccelli sensibili che provocano la fuga di altre specie meno sensibili.

Vi è una differenza rispetto alle imbarcazioni in cui gli occupanti sono seduti: «Il problema è che con la pagaia la silhouette dell'essere umano è visibile da lontano», ha spiegato a Keystone-ATS Livio Rey, portavoce della Stazione ornitologica svizzera. La distanza a partire da cui gli uccelli fuggono è quindi maggiore.

Visto che questo sport è in voga e sempre più praticato sull'arco di tutto l'anno il problema si aggrava, soprattutto quando gli uccelli vengono disturbati in inverno, ovvero nel momento in cui non dovrebbero sprecare energie, ha sottolineato l'esperto. Quando sono ripetutamente spaventati possono arrivare ad evitare l'area e di conseguenza in particolare per le specie sensibili lo spazio vitale, già limitato, si riduce ancora maggiormente.


Keystone

Gli uccelli non si abituano - Secondo Rey, gli uccelli si abituano piuttosto facilmente ai battelli di linea con rotte regolari. Lo stesso non succede invece per i movimenti imprevedibili di chi svolge lo stand up paddle. La Stazione ornitologica chiede pertanto di vietare questa attività in luoghi d'importanza per gli uccelli d'acqua, con una zona cuscinetto di oltre un chilometro intorno a essi.

Esistono sufficienti posti dove questo sport non crea problemi, ha aggiunto Rey. Il problema è l'informazione di chi lo pratica. A differenza degli escursionisti in montagna, che dispongono di pannelli informativi su come comportarsi, non esiste nulla di simile per chi svolge il paddle. La stazione intende pertanto contattare le autorità e le organizzazioni interessate per determinare il migliore modo per incrementare la sensibilizzazione degli utenti.

Commenti
 
GI 11 mesi fa su tio
beh tra coloro che fruiscono di questo sport ed i cormorani in agguato ......preferisco i primi.....per la gioia dei pescatori.....
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 22:15:07 | 91.208.130.87