Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
49 min
Limitare immigrazione, l'iniziativa UDC non fa breccia
ZURIGO
5 ore
Lui pubblica le foto porno. Lei si suicida. Pena ridotta per lui
SVIZZERA
6 ore
La legge sul diritto d'autore «è pronta per il voto finale»
SVIZZERA
6 ore
Avaloq ristruttura: minacciata una trentina di posti di lavoro
BASILEA CITTÀ
7 ore
Deragliamento causato dall'azionamento di uno scambio
GINEVRA
7 ore
«Solo insieme l'umanità riuscirà ad affrontare le sfide del futuro»
SVIZZERIA
8 ore
Gli automobilisti svizzeri sono molto restii a cambiare assicurazione
SVIZZERA
8 ore
Donazione di sperma: «Ora si può sapere chi è il padre»
SVIZZERA
9 ore
Raccolte in meno di 5 mesi le firme per i ghiacciai
SVIZZERA
10 ore
Più soldi per promuovere lo sport
SVIZZERA
11 ore
Roche si dice pronta a compensare le perdite causate dai biosimilari
SVIZZERA
11 ore
Scorie radioattive, autorizzate le perforazioni nel Giura
ARGOVIA
11 ore
A 18 anni perde la vita sulla moto
SVIZZERA
12 ore
Gli allievi maschi svantaggiati dalla scuola svizzera?
SVIZZERA
12 ore
Ed infine (non) arrivano... i droni
SVIZZERA
28.12.2018 - 12:160

Discriminazioni, la più frequente è l'ageismo

Gli atti contro gli anziani superano quelli di sessismo e razzismo

BERNA - L'ageismo, ovvero la discriminazione degli anziani, è un fenomeno diffuso e la Svizzera non fa eccezione. Secondo uno studio svolto a livello europeo, il 28% delle persone sondate nella Confederazione ha riferito di episodi di questo tipo, contro rispettivamente il 22% e il 12% per atti di sessismo e razzismo.

Nel settore della salute il "30% delle persone di 70 anni e più hanno la sensazione di essere trattate in modo ingiusto a causa della loro età", afferma Christian Maggiori, professore all'Alta scuola per il lavoro sociale di Friburgo, in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano friburghese "La Liberté".

Secondo Maggiori, vi sono diversi fattori che spiegano l'aumento delle discriminazioni nei confronti degli anziani. Rispetto al razzismo e al sessismo, «l'ageismo è ancora relativamente tollerato»: non esistono leggi che vi si oppongono. Inoltre, le persone anziane sono spesso ritenute responsabili dell'aumento dei costi della sanità. Infine, i più giovani possono percepirle «come una minaccia per la propria pensione».

In novembre, Maggiori è stato premiato dalla Fondazione Leenaards con 50'000 franchi, che impiegherà per valutare la fattibilità e la pertinenza di un programma di sensibilizzazione dei bambini sull'ageismo.

È importante lavorare con i bimbi perché gli stereotipi vengono integrati a partire dai 4-5 anni, spiega nelle colonne del quotidiano. Quando la persona sarà anziana, applicherà a se stessa questi stereotipi, che avranno un impatto sul suo benessere, aggiunge. Alcune persone anziane tendono ad esempio a trascurare le cure perché ritengono che sia normale essere malati a partire da una certa età.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 23:06:03 | 91.208.130.86