Keystone
SVIZZERA
21.12.2018 - 11:030
Aggiornamento : 18:14

Nei chioschi mai più fumo ai minorenni

Valora ha deciso di non vendere più sigarette ai minori di 18 anni. Nemmeno le sigarette elettroniche. In alcuni cantoni il divieto di fumare è fissato a 16 anni

BERNA - Valora intensifica gli sforzi per tutelare i giovani: dal primo gennaio le sigarette e gli altri prodotti del tabacco saranno venduti solo agli adulti. Lo stesso vale per le sigarette elettroniche. Lo indica oggi il gruppo basilese attivo nel commercio al dettaglio in una nota.

Valora innalza così volontariamente l'età minima anche in quei cantoni in cui ha finora venduto prodotti del tabacco anche a chi aveva almeno 16 anni.

In Svizzera l'età per la vendita del tabacco è regolamentata a livello locale. Vi sono cantoni (tra cui il Ticino) in cui il limite è di 18 anni, in altri è di 16 anni. Alcuni non hanno invece fissato nessuna soglia minima: in essi finora Valora vendeva sigarette e simili solo a chi poteva dimostrare di aver compiuto 16 anni.

«L'aumento dell'età minima di 18 anni per i prodotti del tabacco è per noi la logica conseguenza dopo che ci siamo già imposti questo limite di età per le sigarette elettroniche», afferma il responsabile di Valora Roger Vogt, citato nella nota.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maxy70 2 anni fa su tio
Deve essere un provvedimento a livello nazionale, esiste il criterio della parità di trattamento per tutti i cittadini. E se l'adolescente 16 enne arriva in Ticino con le sigarette comperate legittimamente nel suo Cantone e se le fuma sul lungolago di Lugano, o ne cede una ad un ragazzo Luganese? Vengono sequestrate? Da chi? Con quale base legale? Bah....
MrBlack 2 anni fa su tio
Per quanto io sia d’accordo con la decisione di Valora, che anzi gli fa onore visto che rinuncia a degli introiti...ma giuridicamente un esercizio pubblico può rifiutarsi di vendere un prodotto a qualcuno che avrebbe il diritto di acquistarlo? Che si tratti di sigarette o altro credo non faccia alcuna differenza. È come se un venditore si rifiutasse di vendere del cioccolato a qualcuno perché è cicciottello e secondo lui gli farebbe del male...
sedelin 2 anni fa su tio
ah, pensavo che fosse già così! cmq fatta la legge trovato l'inganno (vecchio proverbio).
Orsettina 2 anni fa su tio
Ed io...tontolona...che pensavo fosse già dai 18 anni!!!!Va beh,succederà poi come per la vendita degli alcolici:entrerà l’adulto di turno e....nulla cambia!!!
GI 2 anni fa su tio
ottima idea.....ma poi nella realtà arriva il 19enne (o peggio ancora il genitore...) che acquista "per tutti"....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-17 21:46:15 | 91.208.130.87