depositphotos
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
14 min
Gli impiegati di commercio rinunciano all'aumento
Vista la crisi economica, per l'associazione di categoria la priorità va data al mantenimento dei posti di lavoro.
SVIZZERA
42 min
Occhio ai bambini sulla strada!
Rientro in classe, l'Upi mette in guardia sui pericoli nel tragitto casa-scuola
GINEVRA
1 ora
«Se Ginevra fosse una nazione sarebbe sulla lista dell'UFSP»
Il cantone romando è uno dei principali focolai e presenta un'incidenza superiore a cento casi per 100'000 abitanti.
SVIZZERA
2 ore
Pernottamenti giù del 47,5% nella prima metà del 2020
La domanda degli ospiti stranieri presenta un calo del 60,1%.
SVIZZERA
2 ore
Mercato del lavoro? Le aspettative sono (molto) basse
Sale la fiducia degli svizzeri nei confronti dell'andamento dell'economia, ma non sulla sicurezza degli impieghi
SVIZZERA
11 ore
Un po' di neve che fa sorridere i ghiacciai
La perturbazione delle scorse ore ha fatto scendere il limite delle nevicate nelle Alpi
BERNA
12 ore
Errore sui luoghi di contagio, ora c’è chi vuole vederci chiaro
La politica si fa domande. Il PLR: «Come è stato possibile?». Parla l'ex medico cantonale di Berna: «Uno sbaglio grave»
SVIZZERA
17 ore
«Le accuse contro Infantino sono infondate»
È quanto ha ribadito oggi la FIFA, che non esclude il complotto
ZURIGO
17 ore
Atto di inciviltà: lancia un petardo nel tram per il primo di agosto
Dopo pochi secondi l’esplosione. Il video è stato pubblicato su Instagram.
VALLESE
18 ore
Il sindaco accusato di molestie rinuncia alla candidatura sulla lista PPD
A poche settimane dalle elezioni, nel comune di Collombey-Muraz è scoppiato un piccolo "sex-gate"
FOTO
LUCERNA
18 ore
Capannone agricolo divorato dalle fiamme
L'incendio è divampato venerdì sera a Menznau. Sul posto sono intervenuti oltre 100 pompieri
SVIZZERA
19 ore
Operazione al timpano per Palazzo federale
L'anno prossimo verrà lanciato un concorso per decorare una delle parti più in vista dell'edificio.
ZURIGO
19 ore
Il Leopardo Villy è stato addormentato, aveva 17 anni
Si trovava allo Zoo di Zurigo dal 2006, ma era malato da tempo.
GRIGIONI
20 ore
Un incendio manda in fumo casa e automobili
Le tre persone che si trovavano nell'abitazione di Wiesen sono riuscite a mettersi in salvo.
LUCERNA
21 ore
Fuochi d'artificio contro un ristorante, 13 persone (leggermente) ferite
Una batteria di fuochi si è ribaltata e almeno un razzo è partito in direzione della terrazza.
ZURIGO
18.12.2018 - 11:080

Se la Svizzera aderisse all'Ue i prezzi non crollerebbero

A sostenerlo è un'analisi di Credit Suisse. Attualmente la Confederazione è, per livello dei prezzi, seconda solo all'Islanda

ZURIGO - L'alto livello dei prezzi in Svizzera è solo in misura marginale una conseguenza dell'isolamento dall'Ue e rispecchia in primis il benessere e la prosperità del paese. Lo sostiene un'analisi di Credit Suisse, secondo la quale persino nel caso di un'adesione della Confederazione all'Unione europea non sarebbe d'aspettarsi un crollo generalizzato dei prezzi.

Secondi solo all'Islanda - La Svizzera presenta attualmente il secondo livello più alto dei prezzi dell'Europa: solo la remota Islanda è ancora più cara, spiegano gli economisti della banca in un contributo nella pubblicazione trimestrale "Monitor Svizzera". Al terzo posto figura la Norvegia (paese come i due precedenti fuori dall'Ue), al quarto e al quinto Danimarca e Svezia, che non aderiscono all'Eurozona.

Ue, prezzi allineati - Negli ultimi due decenni i livelli dei prezzi tra i singoli paesi dell'Ue si sono effettivamente allineati, come sarebbe prevedibile su un mercato interno. Secondo gli esperti di Credit Suisse, oltre che all'apertura del mercato la convergenza dei livelli dei prezzi è verosimilmente dovuta anche al livellamento economico dei paesi. Prova ne è che i livelli tariffari sono lievitati tendenzialmente con maggior vigore nei paesi che hanno fatto il loro ingresso nel mercato interno nel solco dell'allargamento a est dell'UE.

Stando alle stime di Credit Suisse, da soli i due fattori d'influenza "crescita economica" e "tasso di cambio" spiegano più della metà delle differenze che intercorrono nelle dinamiche dei prezzi dei paesi dell'Unione europea.

Per farsi un'idea di cosa significherebbe per il livello dei prezzi in Svizzera un'ulteriore apertura della Confederazione verso il mercato unico dell’Ue gli economisti hanno eseguito un raffronto dettagliato dell'evoluzione dei prezzi nazionale con quella dei paesi geograficamente ed economicamente simili dell'Eurozona, ovvero Germania, Austria e Paesi Bassi.

Le analisi evidenziano che dal 1999 il rialzo dei prezzi in Germania e Austria è stato rispettivamente di 9 e 3 punti percentuali inferiore rispetto a quello nella Confederazione, anche depurando il rincaro dagli effetti dell'apprezzamento del franco e tenendo opportunamente conto delle diverse evoluzioni economiche. Ciò indica una certa attenuazione della dinamica dei prezzi ad opera del mercato unico dell'Ue. Per contro, il fatto che il livello dei prezzi così depurato nei Paesi Bassi sia aumentato di 1,5 punti percentuali in più rispetto alla Svizzera sembra confutare di nuovo questa ipotesi.

Ricadute positive per il consumatore - Conclusione? «In linea generale un'ulteriore apertura della Svizzera verso il mercato unico dell'Unione europea avrebbe ricadute positive per i consumatori, ma un drastico crollo dei prezzi non sarebbe prevedibile», afferma Oliver Adler, capoeconomista Svizzera di Credit Suisse, citato nella pubblicazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
LAMIA 1 anno fa su tio
Se lo dice l economista di una banca possiamo stare tranquilli ! Pori nüm
Trasp 1 anno fa su tio
La Svizzera ha/aveva la cultura della qualità, puntualità, fiducia, educazione e cioé nel fornire prodotti e servizi che hanno più valore rispetto a molti altri. Ed è questo che ne ha fatto crescere i prezzi. Parte delle imprese continuano a rappresentare questi valori, mentre un'altra parte si sta adeguando alla media europea.
Trasp 1 anno fa su tio
@Trasp Comunque vedendo come viene gestita l'unione europea non penso sia un vantaggio per la svizzera aderire. Collaborare è inevitabile, ma aderire no.
roma 1 anno fa su tio
ah beh, se lo dice credit suisse con i suoi intrallazzi...quasi quasi....
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
I prezzi non crollerebbero ma si abbasserebbero comunque… questo è quanto dicono nel rapporto… e valutano positivamente una adesione all'EU… :-))))
Tato50 1 anno fa su tio
Non crolleranno i prezzi, ma andrà a farsi benedire la democrazia e il volere del popolo, imposto da gente che non ha ancora capito cosa ci fa a Bruxelles ( a parte i danni ) ;-((
Thor61 1 anno fa su tio
@Tato50 Ciao Tato50, non crederai mica che a loro interessi la democrazia?!? Per loro la democrazia è come la carta igienica, ha un solo scopo ....... Tanto per dire sull'ultimo convegno per gli accordi sul clima 12 giorni 30.000 Delegati Nessun grande dei capi di stato (Merdel. Turmp, micron, Putin o altri) Nessun vincolo negli accordi Nessuna sanzione in caso di violazione Autocertificazione sugli obiettivi raggiunti (come no!!!) 40.000 metri 2 (4 Volte il duomo di Milano) 55.000 Tonnellate di CO2 emesse Solo Pranzi e Cene hanno generato 4.000 Tonnellate di CO2 12.000.000 di dollari Spesi Si ma l'hanno fatto solo per salvare l'ambiente!!! PS Ma quante nazioni ci sono al mondo? 30.000?
Tato50 1 anno fa su tio
@Thor61 Apppunto; e chissà il Co2 che hanno prodotto dopo aver mangiato per giorni ;-)) Quello che ha saltato il bancone per la gioia, di cosa poi, doveva rompersi una gamba ;-)) Noo dai, non auguriamo del male alla gente, facciamo tutte e due ma piccole fratture ;-)) Fanno accordi sul clima in Polonia dove TUTTO va a carbone ;-(( Lasa perd và che a lè mei ;-))
Thor61 1 anno fa su tio
@Tato50 ;o))))))))))
seo56 1 anno fa su tio
Ancora con questa UE???? La volete capire che gli SVIZZERI (quelli con un solo passaporto) non la vogliono!!!
Thor61 1 anno fa su tio
@seo56 Forse oggi hanno cambiato idea??? Vedendo come hanno votato il 25 un dubbio mi viene! In fondo in Svizzera è ammessa l'eutanasia, per cui... tempo al tempo e vedremo i danni fatti dal CF degli ultimi anni.
roma 1 anno fa su tio
...e quindi l'eventuale adesione del nostro paese alla ue tanto voluta da certi ambienti economici non avrebbe alcun senso. The End
curzio 1 anno fa su tio
@roma Certo che ci sarebbero vantaggi per gli "ambienti economici" che vogliono l'adesione: i prezzi rimangono alti ma gli stipendi verrebbero adeguati al ribasso per essere in linea con l'UE. Prezzi alti e stipendi più bassi significa più margine di guadagno, azionisti contenti per i dividendi in crescita...
tirannosaurosex 1 anno fa su tio
A questo punto non sarebbe opportuno eliminare i limiti di importazione di carne e alcool verso la Svizzera? Almeno qualcosa di positivo per i residenti!!!!
dan007 1 anno fa su tio
I salari si già sono bassi nel confine
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 10:59:23 | 91.208.130.85