Immobili
Veicoli
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO / QATAR
5 ore
Il boss della FIFA ora vive in Qatar
In attesa dei Mondiali, in novembre, Gianni Infantino si è trasferito nell'emirato da ottobre.
SVIZZERA
6 ore
Quando al rifiuto dell'imbarco segue la violenza
Nel 2021 si sono moltiplicati gli episodi di passeggeri in escandescenza, anche all'aeroporto di Zurigo
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Focolaio di coronavirus in una casa per anziani
Quasi una cinquantina tra ospiti e personale sono risultati positivi
SONDAGGIO
SVIZZERA
8 ore
Lavorare quattro giorni alla settimana con lo stesso stipendio
È così in alcune grandi aziende internazionali. Ma alcune piccole imprese elvetiche stanno sperimentando il modello
VAUD
10 ore
Grave incidente sulla A9: un morto e tre feriti
È successo oggi all'altezza di Chardonne, nel Canton Vaud. In un secondo incidente si registra un ulteriore ferito
SVIZZERA
13 ore
Piloti vaccinati a terra, anche se servirebbero in cabina
Swiss resta ferma sull'obbligo di vaccinazione. E cancella i voli in assenza di personale
GRIGIONI
13 ore
Precipita da una parete rocciosa, muore a 23 anni
Con gli sci ai piedi, si è infilato in una ripida zona boscosa assieme a un amico. Quindi è sparito.
APPENZELLO ESTERNO
14 ore
Ubriaco finisce con l'auto sui binari
È successo questa notte a Gais (AR). Protagonista un 22enne
SVIZZERA
14 ore
«Influenza per i vaccinati? È un affronto»
L'infettivologo ticinese Andreas Cerny mette in guardia sui rischi della nuova strategia federale su Omicron
ARGOVIA
15 ore
Ladri acciuffati grazie a un'app
Avevano fatto irruzione in una fattoria nella località argoviese di Schöftland
BERNA / SVEZIA
16 ore
Schianto mortale in Svezia: il camion circolava illegalmente
Il mezzo scontratosi con il minibus che trasportava sette giovani svizzeri appartiene a una ditta che estrae minerali.
SVIZZERA
18 ore
Un registro svizzero degli strascichi
Diversi scienziati invocano uno studio sistematico dei casi di long-Covid. Per capire cosa ci aspetta
SVIZZERA
1 gior
«Meglio pensare che siamo tutti già contagiati»
Il governo rinuncia alla strategia dei test? Per l'organizzazione dei laboratori medici, avrebbe senso
SCIAFFUSA
1 gior
«Sua figlia è in pericolo», la truffa telefonica rivolta agli anziani
Mettendo una forte pressione sulla vittima dei falsi poliziotti hanno ottenuto 26'000 franchi
SVIZZERA
1 gior
«Dose booster? I più giovani preferiscono ammalarsi»
La popolazione non a rischio mostra reticenza rispetto alla vaccinazione di richiamo.
BERNA/LUCERNA/SAN GALLO
1 gior
Stazioni sciistiche prese d'assalto
Il sabato soleggiato ha portato numerosissimi appassionati sulle piste, provocando lunghe code.
SVIZZERA
1 gior
Accordi con l'Ue, per l'Alleanza del Centro bisogna agire
L'impasse attuale «minaccia la prosperità del Paese», serve «rapidamente» una strategia del Consiglio federale
SVIZZERA
1 gior
Il Consiglio federale? «Indecisi e assetati di potere, non osano»
Il Presidente dei Verdi, Balthasar Glättli, ha criticato l'inazione del Consiglio federale
SAN GALLO
1 gior
Frena bruscamente, causa un incidente e poi scappa
Il conducente di una Golf ha costretto le auto dietro di lui a frenare, provocando un incidente
SVIZZERA
1 gior
«Né complottista né oppositore, ho solo un'opinione personale»
In un discorso davanti ai delegati dell'UDC nazionale, il Consigliere federale ha parlato della pandemia e di sé
SVIZZERA
1 gior
L'avvertimento di Chiesa: «Una catastrofe energetica»
Il Presidente dell'UDC chiede al Governo di agire immediatamente per evitare «conseguenze devastanti»
ARGOVIA
1 gior
Grazie a Kantos, cinque arresti
Nella notte sono avvenuti due tentativi d'effrazione in due case del Canton Argovia
SVIZZERA
1 gior
I Verdi non vogliono spodestare il Ps
Alle prossime federali gli ecologisti puntano a un seggio in governo, ma non a danno della sinistra
VAUD
2 gior
Investe (e uccide) un pedone e poi scappa
La vittima, un 89enne, è stata trovata esanime lungo la strada cantonale che porta a Ollon.
TURGOVIA
30.10.2018 - 17:260

Una multa di 100 franchi? «Preferisco un giorno di galera»

La vicenda di una ristoratrice di Busswil e della sua battaglia per una maggior tolleranza verso gli esercizi pubblici

BUSSWIL - Bernadette Ackermann, 51 anni, gestisce con successo il ristorante Sonne di Busswil (TG) da quasi un quarto di secolo. Tuttavia, l'oste andrà presto in prigione - almeno per un giorno - proprio a causa della sua professione.

Il suo locale è infatti stato multato per disturbo della quiete pubblica, ma la donna ha assicurato al “Blick” che non pagherà: «Voglio dare un segnale chiaro, per una maggiore tolleranza».

Durante l’estate le visite della Polizia a questo proposito si sono fatte sempre più frequenti, tanto da essere considerati - ironicamente, ma nemmeno troppo - degli habitués dell’esercizio pubblico. «Una sera - racconta la donna - c’era un tavolo all’esterno con 4-5 ospiti che stavano semplicemente parlando dopo le 22. La polizia è arrivata e li ha allontanati, nonostante il ristorante possa rimanere aperto fino a mezzanotte».

Presa di mira - Ciò che ha fatto più arrabbiare Bernadette Ackermann è però quanto accaduto la sera del 19 luglio, in cui la donna aveva organizzato una piccola festa per il compleanno del compagno. «Alle 22.36 la polizia è arrivata una prima volta, alle 23.38 una seconda volta, con tre agenti. Era l'unica sera dell'anno in cui abbiamo fatto una festa ed era assolutamente tranquilla, ci posso mettere la mano nel fuoco», rassicura, discolpandosi, la 51enne.

Per l'intervento di quella sera la polizia le ha dato 100 franchi di multa o, in alternativa, un giorno di pena detentiva. E la donna sembra propendere per questa seconda sanzione: «Non pago una multa simile, piuttosto preferisco andare in prigione!»

«I vicini sono dei codardi» - Bernadette Ackermann non sa nemmeno chi sia stato a lamentarsi dei rumori. Suppone che sia un inquilino dei diversi nuovi appartamenti costruiti vicino al ristorante, «ma alla polizia non è permesso dirmelo». Ed è anche per questo che ha deciso di protestare: «In passato la gente veniva a dirti che i rumori stavano dando fastidio. Oggi ci si rivolge alla polizia. È da codardi! »

In nome di una maggior tolleranza verso la gastronomia, sarà dunque rinchiusa per 24 ore. Ora aspetta l'esecuzione della pena e aggiunge con un sorriso: «Quando verrà il momento, scriverò sulla porta il motivo per cui quel giorno il mio ristorante sarà chiuso».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
centauro 3 anni fa su tio
Meglio un giorno in carcere che cento franchi di multa!!!!
galassia 3 anni fa su tio
rumore è uguale a vita,allegria,silenzio significa tristezza,morte,chi vuol dormire dorme,chi vuol reclamare non è stanco.
francox 3 anni fa su tio
Pora Svizzera..
Bandito976 3 anni fa su tio
A furia di reclamare sta diventando un paese dove si deve andare a letto come fan le galline. La poca tolleranza ha fatto chiudere anche i pochi esercizi dove i giovani possono incontrarsi.
Pepperos 3 anni fa su tio
@Bandito976 Poi ci si stupisce, se tra gli adolescenti spopola moda di darsele di Santa ragione! ( Vedasi fatti di Piacenza )
Tato50 3 anni fa su tio
@Pepperos In pieno giorno? O chi si mette davanti a un treno con il telefonino e vince chi si scansa prima ? Farsi i selfie su un cornicione a 50 metri da terra? Non vedo nesso tra la stupidità di certi giovani e quanto avvenuto ;-)
Equalizer 3 anni fa su tio
Dai post sotto vedo che c'è gente che vive molto male in questo paese.
Maxy70 3 anni fa su tio
La ristoratrice in questione non é assolutamente in chiaro e soprattutto non merita di vivere in un Paese civile! Un cittadino che si rivolge alla polizia, per vedere tutelato il proprio diritto alla quiete, non é un codardo ma una persona civile che rispetta la Legge! Auguro quindi alla signora di incontrare un "coraggioso" che si presenti con il manico di un piccone (o peggio...) per fare smettere di far bettola, quando la gente che il giorno dopo lavora ha bisogno di riposare!
daniele77 3 anni fa su tio
@Maxy70 Nemmeno augurare che si presenti qualcuno con un piccone è da persona civile. Riflettici....
centauro 3 anni fa su tio
@Maxy70 Non so se il tuo nick esprime il tuo anno di nascita, se lo è veramente dunque siamo coetanei..........ma allora si proprio vecchio dentro! che tristezza ci fai!!!!
Mattiatr 3 anni fa su tio
@Maxy70 Proprio ieri sono tornato alla 1 per via di un allenamento, oggi mi sono alzato alle 6 e sono un fiore :-D¶ In ogni caso se vuoi la tranquillità la sera devi riflettere meglio su dove vuoi vivere. Io vivo in un paesello in alta Vallemaggia e lì la sera è tranquillo, è lì che vivere se vuoi la tranquillità. Ovviamente non hai il negozio da parte a casa e il bus ogni 10 minuti, ma quello sta a te valutarlo. Hai voluto vivere in città, accettane la frenesia. In fondo sei lì per le attività diurne e notturne, devi goderne i pro e subirne i contro.¶ Per quanto riguarda i discorsi da militare per la libertà e per i miei diritti, beh buona fortuna. Se ogni sera ti tocca entrare con un piccone in un bar prima o poi ti verrà male a un braccio. Però si che ti fai una muscolatura da macio, in ogni caso penso che per questo fine una palestra sia più indicata alle persone civili come te.
Maxy70 3 anni fa su tio
@daniele77 Giusto ma almeno la signora noterebbe la differenza fra i "codardi" e i "coraggiosi"! Io ho vissuto sopra un bar per alcuni mesi, ho provato a scendere e reclamare civilmente, ti scriverei gli insulti che ho ricevuto ma non posso... Ho chiamato da "codardo" la polizia che ha fatto il suo lavoro, per il quale é pagata.
Mattiatr 3 anni fa su tio
@Maxy70 Mai pensato che vivere sopra un bar non è una grande idea se sei una persona a cui piace dormire la sera? Va bene volere la tranquillità ma questo vuol proprio dire andare a cercarsela.
york11 3 anni fa su tio
Grande Bernadette, hai tutta la mia solidarietà. Ma la Svizzera non era il Paese più felice al mondo? Ah no è la Norvegia, lì dopo le 22 possono anche continuare a respirare, basta che stanno in silenzio.
Equalizer 3 anni fa su tio
Quando uno crede in ciò che fa e nei suoi diritti, va fino in fondo. Grande Bernadette.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-17 05:22:23 | 91.208.130.87