TIpress
Foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GRIGIONI
8 ore
L'unione fa la forza, anche nel riciclaggio della plastica
È stato presentato oggi a Coira un progetto per il recupero degli imballaggi alimentari. Tra i promotori c'è anche una ditta ticinese
VIDEO
ZURIGO
8 ore
La campagna shock della Polizia contro i video vietati sugli smartphone
Sono tantissimi i giovani svizzeri che hanno clip di violenza o porno estremo sui loro smartphone, le autorità: «È illegale, cancellateli»
GRIGIONI
9 ore
Fiduciario rischia sette anni di carcere per reati finanziari
Il 50enne avrebbe effettuato transazioni ad alto rischio con denaro di conti bancari dei suoi clienti. La voragine che ha causato nella società da lui guidata è di 16 milioni di franchi
FOTO
ZURIGO
10 ore
Quasi un miliardo di franchi per rifare la stazione di Stadelhofen
Il progetto per la ristrutturazione ed espansione della struttura è stato approvato oggi, i lavori però non inizieranno prima del 2026
GINEVRA
10 ore
Una moneta d'oro da 170.000 franchi
Battuto all'asta a Ginevra un pregiato pezzo prodotto per commemorare la fine del restauro di Notre-Dame a Parigi nel 1864
FRIBURGO
11 ore
Friburgo: il cantone ridurrà la pressione fiscale dal 2021
La misura comporterà un calo delle imposte dell'ordine di 31 milioni di franchi annui
SVIZZERA
11 ore
Easyjet: aumentano i passeggeri in Svizzera
La compagnia inglese a basso costo ha trasportato nell'esercizio 2018/2019 15,1 milioni di persone
GINEVRA
12 ore
A Ginevra spazi verdi senza pesticidi né concimi
L'obiettivo della città è stato raggiunto due anni prima del previsto: «È stato fondamentale il cambio di mentalità»
SVIZZERA
24.10.2018 - 11:370

Pigione moderata, stop ad ulteriori sostegni federali

La Commissione dell'economia e dei tributi del Nazionale ha respinto un'iniziativa in merito ed una proposta del Consiglio federale

BERNA - La situazione del mercato dell'alloggio è ora meno tesa rispetto al passato come dimostra l'alto numero di appartamenti sfitti. Per questa ragione, la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio nazionale (CETR-N) ha respinto (18 voti a 6) sia l'iniziativa "Più abitazioni a prezzi accessibili" sia (13 voti a 11) la proposta del Consiglio federale di un credito di 250 milioni destinato alla concessione di mutui ai committenti di utilità pubblica.

Nel suo messaggio alle Camere del marzo scorso, il Consiglio federale aveva ribadito il proprio "no" all'iniziativa popolare dell'Associazione Svizzera Inquilini (ASI), proponendo nel contempo però un credito di 250 milioni a favore dell'edilizia abitativa di utilità pubblica basandosi sulla base della legge federale riguardante la promozione dell'alloggio (LPrA).

L'iniziativa "Più abitazioni a prezzi accessibili" chiede a Confederazione e Cantoni di "promuovere la costruzione di alloggi a pigione moderata e a evitare progetti speculativi sul poco spazio edificabile rimasto". Il testo prevede inoltre che il 10% degli alloggi di nuova edificazione siano di proprietà di enti pubblici. Per l'esecutivo questi obbiettivi rappresentano un intervento eccessivo e inutile nel settore della costruzione di alloggi.

In contropartita, il Consiglio federale propone un credito di 250 milioni sulla base della LPra per la costruzione, il rinnovo o l'acquisto di abitazioni a prezzi moderati grazie a un fondo di rotazione. Dal 2003 è stata sostenuta la creazione di 1500 abitazioni all'anno. Il credito permetterebbe, nelle intenzioni del governo, di continuare a promuovere l'edilizia di utilità pubblica in modo che mantenga una quota di mercato pari a quella attuale del 5% ed è una risposta all'iniziativa dell'ASI.

Come indicato, la CET-N ha respinto sia l'iniziativa che la proposta di credito dell'esecutivo. Stando a una nota odierna dei servizi parlamentari, vista la situazione attuale del mercato dell'alloggio "non sono più necessari ulteriori mezzi per il fondo di rotazione".

Cantoni e Comuni hanno inoltre già elaborato programmi di promozione della costruzione di abitazioni appositamente concepiti per le loro specifiche situazioni.

Una forte minoranza è tuttavia dell'opinione che nelle zone urbane persista la penuria di appartamenti a prezzi accessibili, che dovrebbe essere affrontata promuovendo l'edilizia abitativa di utilità pubblica. L'aumento della dotazione del fondo di rotazione sarebbe il minimo assolutamente indispensabile per garantire l'attuale livello del sostegno finanziario alle cooperative e adempiere il mandato costituzionale.

Un'altra minoranza vuole che si raccomandi di accogliere l'iniziativa in modo che la politica dell'alloggio della Confederazione sia chiaramente rafforzata. L'oggetto sarà trattato in Consiglio nazionale nella sessione invernale 2018.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 03:56:33 | 91.208.130.87