Keystone
Pierin Vincenz, ex CEO di Raiffeisen
ZURIGO
03.10.2018 - 16:030

Indagine sull'ex CEO di Raiffeisen: Vaduz fornisce le carte

Il manager grigionese è accusato di aver mischiato interessi privati e professionali quando alla guida della banca, dal 1999 al 2015

ZURIGO / VADUZ - Il Liechtenstein fornisce assistenza giudiziaria nella vicenda di Pierin Vincenz, il manager grigionese accusato di aver mischiato interessi privati e professionali quando era presidente della direzione di Raiffeisen, fra il 1999 e il 2015.

Confermando la notizia diffusa dal portale di notizie finanziarie Inside Paradeplatz, le autorità di Vaduz hanno indicato che la domanda proveniente dal ministero pubblico zurighese è stata approvata: nel frattempo ad essa è già stato dato seguito, all'inizio di luglio. Nessuna informazione viene fornita riguardo ai documenti trasmessi.

Stando a un articolo di Inside Paradeplatz - firmato dal suo editore, il noto giornalista economico Lukas Hässig - il materiale potrebbe avere a che fare con una fiduciaria con sede a Mauren (FL), che versava denaro su un conto di una banca zurighese legato a Vincenz.

Scarcerato a metà giugno dopo tre mesi e mezzo di detenzione preventiva, Vincenz è sospettato di amministrazione infedele: si sarebbe arricchito personalmente attraverso le acquisizioni operate da Aduno, gruppo zurighese attivo nel settore dei pagamenti senza contanti, dei crediti privati e del leasing. Aduno appartiene al 100% a istituti finanziari elvetici quali le banche cantonali, Raiffeisen, Banca Cler e Banca Migros. Pierin Vincenz ne era stato il presidente del consiglio di amministrazione (Cda) dalla sua fondazione nel 1999 e fino al giugno 2017.

La vicenda ha rappresentato un terremoto per Raiffeisen, che si è vista costretta a rinnovare in larga parte i vertici. L'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (Finma) aveva constatato gravi lacune, affermando che il Cda aveva disatteso il suo obbligo di vigilanza, consentendo a Vincenz di trarre potenzialmente vantaggi economici a danno della banca.

Oggi terzo istituto del paese, Raiffeisen ha le sue origini nell'opera di un sacerdote, Johann Traber, che nel 1899 a Bichelsee (TG) creò la prima cassa Raiffeisen elvetica, mettendo in pratica le idee di Friedrich Wilhelm Raiffeisen (1818-1888), un politico locale tedesco considerato all'origine del movimento cooperativistico in Germania.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 12:43:37 | 91.208.130.87