Keystone
SVIZZERA
13.09.2018 - 11:430

Le FFS puntano su bagni più puliti e bibite meno care

L'acqua a bordo dei treni costerà 3,50 franchi e le bibite zuccherate 4,60 franchi. Decade la tassa di 10 franchi per la prenotazione su viaggi internazionali

BERNA - Le FFS per restare attrattive agli occhi della clientela hanno deciso di puntare sull'offerta di servizi, per rendere il viaggio più piacevole. Entro la fine dell’anno tutte le toilette dei treni saranno equipaggiate con spray disinfettanti e profumati. Le FFS investiranno inoltre 4,5 milioni di franchi in più nella pulizia dei treni. Nel catering ferroviario, dal 14 settembre scenderanno i prezzi dell’acqua minerale e delle bevande zuccherate, che nelle carrozze ristorante passeranno dagli attuali 5,40 franchi a 3,50 franchi per l’acqua minerale e a 4,60 franchi per le bevande zuccherate.

Le FFS hanno inoltre deciso di rinunciare con effetto immediato alla tassa di prenotazione di 10 franchi nel traffico viaggiatori internazionale. Tutti i possessori di un abbonamento AG hanno inoltre ricevuto un carnet di buoni del valore di 120 franchi per la loro fedeltà. Inoltre, verranno offerti ai viaggiatori più biglietti risparmio scontati fino al 70% rispetto alla tariffa normale.

Tutto ciò è reso possibile dal risultato positivo ottenuto dalle FFS nel primo semestre 2018: trasportati ogni giorno 1,25 milioni di passeggeri, aumento del 2,5% di abbonamenti generali, incremento del 4,8% di abbonamenti metà-prezzo (posseduto dal 40% della popolazione svizzera). 

Le FFS rivendicano una percentuale del 90,7% sulla puntualità, anche se - ammettono - «sull'asse nord-sud è sempre necessario migliorare».

Il buon risultato consolidato di 292 milioni di franchi (stesso periodo dell’esercizio precedente: 152 milioni) è da ricondursi ai maggiori ricavi e al programma di efficienza «RailFit20/30». 

Nella vendita di biglietti si è registrato un incremento della quota self-service dall’84,4 all’87,4%. Il 38,1% di tutti i biglietti è stato venduto attraverso i canali digitali. Il numero dei biglietti acquistati al distributore automatico è diminuito al 46%, mentre la quota di quelli venduti allo sportello al 12%.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-16 00:36:53 | 91.208.130.85