RFI
FRIBORGO
23.08.2018 - 06:350
Aggiornamento : 07:58

Artisti dal Burundi invitati a Friborgo, alla fine scappano tutti

È successo a un gruppo di percussionisti e danzatori invitati a un festival folkloristico, l'organizzazione: «Non sappiamo dove siano finiti»

FRIBORGO - Dovevano esibirsi ai Rencontres de folklore internationales di Friborgo i 28 membri di un ensemble di percussionisti e danzatori proveniente dal Burundi.

Solo che, stando a quanto riportato da La Liberté, nella citta romanda sono arrivati solo in 14 e, al momento, di salire sul palco ne restavano... 3! E, alla fine, sono spariti pure quelli.

«Non abbiamo idea di dove siano finiti», ha confermato il presidente della manifestazione al quotidiano romando, «di solito accompagnamo i gruppi all'aeroporto per il rientro. Quando siamo arrivati in hotel non c'era più nessuno. Non li abbiamo seguiti durante tutto il tempo del loro soggiorno, non siamo mica la polizia».

Fra le possibilità alla base della fuga di massa parrebbe esserci il pericolo che gli artisti correvano in patria: «Ci hanno detto che in Burundi erano perseguitati, noi gli abbiamo suggerito di presentare una domanda per ottenere l'asilo in Svizzera».

Attualmente, riporta il quotidiano, per i paesi Africani ottenere un visto Schengen è estremamente difficile, i 28 però ci erano riusciti (era un visto turistico). 

Non è la prima volta che succede una cosa del genere, 20 anni fa pure un gruppo marocchino invitato ai Rfi si era dato alla macchia.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-07 06:09:19 | 91.208.130.87