Keystone
GRIGIONI
25.06.2018 - 14:270

Aumenta il piano di abbattimento dei cervi

Sono stati censiti 1'402 capi in più rispetto all'anno precedente. Il piano passa quindi da 5'370 a 5'430

COIRA - Gli effettivi di ungulati nei Grigioni rimangono da buoni a elevati anche dopo il rigido inverno 2017/2018. Sono quindi ancora necessari abbattimenti elevati, in particolare per i cervi.

L'abbondante selvaggina, le cattive condizioni di salute e l'ultimo rigido inverno hanno portato in tutto il cantone a un numero di capi periti molto elevato se rapportato agli anni precedenti, si legge in un comunicato odierno del Dipartimento retico costruzioni, trasporti e foreste.

Nonostante questo, durante i censimenti sono stati contati 13'030 cervi. Si tratta di 1'402 capi in più rispetto all'anno precedente. In questa primavera si ritiene che l'effettivo sia arrivato a 16'500 capi (anno precedente: 16'600). Per quanto riguarda i caprioli, l'inverno ha causato invece una chiara riduzione degli effettivi. Per stambecchi e camosci i censimenti estivi sono ancora in corso.

La regolazione venatoria sistematica, in particolare degli effettivi di cervo e di capriolo, va proseguita, viene sottolineato nella nota. Il piano di abbattimento viene leggermente aumentato da 5'370 a 5'430 cervi. Come noto, l'effettivo di caprioli non può essere contato, ragione per cui per questa specie selvatica il piano di abbattimento si basa sui capi abbattuti in settembre.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-21 07:53:00 | 91.208.130.87