Fotolia
SVITTO
24.06.2018 - 23:000

Prete con il pallino del gioco affonda nei debiti

E ora è oggetto d'indagine della diocesi per aver chiesto circa 50'000 franchi ai suoi parrocchiani e non sempre in maniera pulitissima

COIRA - Almeno un centinaio di migliaia di franchi in debiti frutto di una passione patologica per il gioco e investimenti infelici. Questo il pesante fardello di un prete di Küssnacht (SZ) la cui situazione è ora al vaglio della competente diocesi di Coira, come riporta la SonntagsZeitung.

L'uomo, stando ai dettagli trapelati dell'inchiesta, avrebbe abusato della sua posizione per chiedere prestiti ai suoi parrocchiani per un totale stimato di 50'000 franchi suddivisi fra una cinquantina di individui circa. 

In alcuni casi l'uomo si è anche recato da persone «anziane e particolarmente sensibili». Sulle ricevute, quando erano emesse, vi era la clausola tassativa di non divulgazione. Spesso, però, veniva data «solo una stretta di mano».

«È un vero casino - conferma Hanstoni Gamma, del Consiglio parrocchiale di Küssnacht - valuteremo se agire per vie penali». Il parroco in questione, inoltre, attualmente si trova in Russia a seguire le partite dalla Nazionale di calcio: «Non voleva rinunciarvi per nessun motivo al mondo», confermano dal Cosiglio parrocchiale.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-24 01:27:52 | 91.208.130.86