Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Quante armi sequestrate: la popolazione vuole sentirsi più sicura?
Tra i motivi principali, le maggiori importazioni di armi vietate, ma non solo
SVIZZERA
3 ore
«C'è in ballo il nostro spazio aereo»
Tra poco più di un mese Viola Amherd sarà confrontata con la sua prima importante votazione.
SVIZZERA / BELGIO
5 ore
Il Belgio colora d'arancione tre Cantoni
A chi ritorna da queste regioni, Bruxelles raccomanda una quarantena o un test. E maggior vigilanza.
SVIZZERA
5 ore
Canicola: la prevenzione funziona
Dati alla mano, le campagne di sensibilizzazione effettuate dall'UFSP hanno ridotto la mortalità.
SVIZZERA
6 ore
Il ricercatore Konrad Steffen è morto durante una spedizione
Era direttore dell'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio.
SAN GALLO
7 ore
Lupi sbranano pecore sull'Alpe Gafarra
Negli scorsi giorni 19 ovini sono stati feriti o uccisi.
GINEVRA
8 ore
Un morto e un disperso ieri nel Rodano
Una donna che galleggiava sull'acqua completamente vestita è stata ripescata ancora in vita
SVIZZERA
9 ore
Encefalite da zecche: il 2020 va verso il record
A fine luglio si registravano 332 casi, il numero di casi più elevato dal 2000
ZUGO
9 ore
Per Zugo i grandi eventi s'han da fare
Il Consiglio di Stato chiede che le manifestazioni con oltre mille persone siano nuovamente consentite.
ZURIGO
9 ore
Tre corpi senza vita dentro a un'auto: una madre con le sue figlie gemelle
Sono state rinvenute in un bosco a Uitikon questa mattina. La donna una 30enne tedesca, le piccole avevano 4 anni
FOTO
ZURIGO
9 ore
Allo Zoo di Zurigo è nato un koalino
Il piccolo, che si nasconde ancora nel marsupio della madre, è venuto al mondo quattro mesi fa
SVIZZERA
9 ore
«L'apertura delle scuole sembra un tappeto patchwork»
I direttori delle scuole germanofone, per bocca di Thoms Minder, criticano il mancato coordinamento fra i vari cantoni.
SVIZZERA
9 ore
«Il Governo è favorevole al congedo di paternità»
Lo ha detto il consigliere federale Alain Berset. La Confederazione raccomanda quindi di accogliere il progetto
ZURIGO
20.06.2018 - 17:280
Aggiornamento : 19:32

I media serbi sono imbufaliti: «Shaqiri ci sta provocando»

E fra carta stampata e web il match di venerdì della Nati diventa quasi un derby fra albanesi e serbi. La risposta di Xherdan: «È solo una partita di pallone»

ZURIGO - Sportivamente felice, mediaticamente invece non facilissimo questo nostro Mondiale. Già perché se i giornali brasiliani ancora ce l'hanno con noi per i presunti “maltrattamenti” ai danni del loro astro Neymar, quelli serbi in attesa del match di venerdì già sono sul piede di guerra.

Il motivo? Un paio post Instagram di Shaqiri che alcuni media locali hanno tacciato di aperta provocazione, su tutti quello delle sue scarpe da calcio sulle quali alla bandiera elvetica è affiancata quella kosovara: «Quella del giocatore svizzero Shaqiri è una crociata contro la Serbia, la bandiera del Kosovo è una provocazione», riporta il portale Srbin.info. «Ma se ama così tanto il Kosovo, perché difende i colori rossocrociati?», ha ribadito invece il quotidiano Kurir. «Per gli albanesi la Svizzera è una sorta di nazionale-bis, vista la grande quantità di giocatori naturalizzati o originari», si accoda pure il Telegraf.

 

?????❤️

Un post condiviso da XS (@shaqirixherdan) in data:

Altra frecciatina (o almeno presunta tale) del nostro numero 23, parrebbe essere un post datato più di sei mesi fa in occasione dell'estrazione del gruppo E, Shaqiri aveva postato: «Hmm, mi piace questo sorteggio, e a voi? ;)». Fra i 1'021 commenti di risposta un vero e proprio litigio infuocato fra utenti di origine albanese e serba. 

Fra web e carta stampata, quindi, la partita sembra essere diventata una sorta di surrogato di “derby” fra albanesi e serbi. Che quelle di Xherdan siano, o meno, provocazioni una cosa è certa: quella che aspetta la Nati sarà una partita impegnativa sia atleticamente sia mentalmente. 

A placare gli animi ci pensano i diretti interessati. Shaqiri dalle pagine del portale online serbo BlicSport, che puntualizza: «Molti pensano alla politica e si aspettano qualcosa di più perché ho origini kosovare, e la Serbia ha un trascorso bellicoso con il Kosovo. Ma questa è solo una partita di pallone, nulla di più».

Gli fa eco il Ct della Serbia, Mladen Krastajić: «Non sono cose che mi interessano queste. Io sono nato in Bosnia, mio papà  è montenegrino e mia madre è serba... Sono una persona internazionale. La Svizzera è semplicemente una buona squadra, ed è estremamente multiculturale».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-11 00:26:52 | 91.208.130.86