Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
VAUD
13 min
Test gratuiti ed estate: centri Covid-19 sotto stress
Il centro drive-in e walk-in di Yverdon è stato preso d'assalto negli ultimi giorni.
SVIZZERA
24 min
Immunità di gregge: «Scelto il test sierologico del CHUV»
L'esame verrà utilizzato nel programma Corona Immunitas che dovrà stimare l'immunità della popolazione svizzera.
FOTO
BERNA
1 ora
Un pellicano in fuga catturato nell'Aare
Il volatile è fuggito martedì mattina dalla gabbia dello zoo Dählhölzli di Berna.
SVIZZERA
1 ora
Record in terapia intensiva: il 10 aprile
I posti letto occupati hanno toccato un picco del 99 per cento due mesi fa
ZURIGO
2 ore
Coronavirus: un buttafuori digitale può salvare la scena dei club?
Più veloce, più sicura e impersonale. Una macchina è in grado di occuparsi dei controlli all'ingresso delle discoteche.
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera 142 nuovi contagi
Salgono a 33 290 i casi dall'inizio della pandemia. Nessun nuovo decesso
GRIGIONI
7 ore
Pizzicato a 116 chilometri orari sui cinquanta
Si tratta di un motociclista che domenica è incappato in un radar sulla strada dello Julier
BERNA
7 ore
Ecco come sarà la futura sede del DDPS
Lo studio d'architettura Büro B si è aggiudicato il concorso per la progettazione dell'ampliamento
SVIZZERA
7 ore
Richemont, vendite a picco tra aprile e giugno
L'azienda numero due al mondo nei beni di lusso non ha avanzato previsioni per il resto dell'esercizio 2020/21
GRIGIONI
7 ore
Trading online: venticinque persone truffate nei Grigioni
La polizia cantonale mette in guardia: «Attenzione agli investimenti finanziari non trasparenti»
GINEVRA
17.06.2018 - 10:180
Aggiornamento : 10:50

Il Papa in Svizzera per rafforzare i legami con le altre Chiese cristiane

Giovedì Papa Francesco sarà a Ginevra e nel canton Vaud per una visita storica. L'ultima volta di un Pontefice in Svizzera risale a 15 anni fa

GINEVRA - Papa Francesco sarà giovedì a Ginevra e nel canton Vaud per una visita "storica", il cui obiettivo è di rafforzare i legami con le altre Chiese cristiane riunite in seno al Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC), giunto al 70mo anno di esistenza.

Organizzata a distanza di 15 anni da quella di Giovanni Paolo II in Svizzera, la visita papale in territorio protestante durerà una decina d'ore. L'apice sarà raggiunto con la messa celebrata al Palexpo, alla presenza di 41'000 persone, alle quali dovrebbero aggiungersi altri fedeli data la velocità con cui i biglietti per partecipare all'evento sono andati a ruba.

Il dispositivo verrà a costare più di 2 milioni di franchi, di cui la metà sarà destinato alle ingenti misure di sicurezza previste, ha indicato la diocesi di Losanna, Ginevra e Friburgo.

Invitato dal CEC, il Santo Padre dovrebbe esprimere all'istituzione la sua volontà di dialogo con le altre confessioni, un messaggio già trasmesso ai protestanti, in particolare nel 2016 in Svezia. Papa Francesco si impegna molto per l'unità cristiana, fa notare il presidente della Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS), Charles Morerod.

Questa volontà dovrebbe manifestarsi ulteriormente nell'ambito della visita a Ginevra, definita una "tappa storica" dal segretario generale del CEC Olav Frykse Tveit, secondo cui «le nostre relazioni non saranno più le stesse dopo questo evento».

Fondato 70 anni fa, il CEC conta circa 350 chiese protestanti, luterane, anglicane, ortodosse, vetero-cattolica e rappresenta circa 500 milioni di cristiani nel modo.

La visita papale sarà un mezzo «per trovare nuovi modi per lavorare insieme», ha indicato il presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani, il cardinale lucernese Kurt Koch. «Dobbiamo aiutarci reciprocamente: è questo l'ecumenismo» ha detto il prelato, che accompagnerà il Papa nel viaggio a Ginevra.

In passato, le relazioni fra il CEC e il Vaticano non erano proprio cordiali, spiegava recentemente il vescovo di Losanna, Ginevra e Friburgo Charles Morerod. «Ma negli ultimi decenni vi è stata una versa distensione».

Al suo arrivo a Ginevra, il Santo Padre sarà accolto dal presidente della Confederazione Alain Berset, che sarà accompagnato dai consiglieri federali Ignazio Cassis e Doris Leuthard. Saranno presenti anche il presidente del Consiglio nazionale Dominique de Buman e il presidente del Consiglio di Stato ginevrino Pierre Maudet.

Non è escluso che durante la visita in Svizzera il Papa annunci l'istituzione di un tribunale incaricato di giudicare i vescovi che hanno protetto i sacerdoti pedofili. È perlomeno quanto sperano le vittime di abusi sessuali da parte del clero, riunitesi recentemente nell'organizzazione mondiale Ending Clergy Abuse.

Dato il contesto di tensioni internazionali, il soggiorno del Pontefice in Svizzera sarà attorniato da speciali misure di sicurezza. Determinati perimetri saranno protetti da blocchi di cemento, mentre le forze dell'ordine locali saranno rafforzate con contingenti di altre polizie romande e da 200 militi.

I passeggeri dell'aeroporto saranno invitati a spostarsi con i trasporti pubblici o in taxi, mentre lo spazio aereo in un raggio di 18 chilometri attorno alla zona Ginevra-Cointrin e Bogis-Bossey (VD) - dove si trova l'Istituto ecumenico - sarà provvisoriamente vietato ai piccoli aerei da turismo e agli elicotteri.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-16 16:07:36 | 91.208.130.87