legacancro.ch
SVIZZERA
15.05.2018 - 17:530

Una carta interprofessionale per la diagnosi del cancro all'intestino

Il documento prevede che tutte le persone tra i 50 e i 69 anni debbano ricevere le stesse prestazioni a una tariffa unitaria

BERNA - Per la diagnosi precoce del cancro all'intestino la popolazione svizzera tra i 50 e i 69 anni deve avere facile accesso ad esami di qualità controllata e nell'ambito di programmi strutturati. In tal senso tutti gli attori implicati hanno concordato i principi di collaborazione in una carta interprofessionale, riferisce in un comunicato odierno la Lega contro il cancro.

Il documento prevede che tutte le persone debbano ricevere le stesse prestazioni a una tariffa unitaria. Elaborata sotto l'egida della Strategia nazionale contro il cancro (SNC) la carta è stata sottoscritta da Swiss Cancer Screening, Lega contro il cancro, Associazione dei farmacisti pharmaSuisse, Società di gastroenterologia e Associazione dei medici di famiglia e dell'infanzia (mfe).

Fra gli obiettivi figurano un'informazione uniforme e obiettiva per tutte le perone su vantaggi e inconvenienti della varie misure di depistaggio; un servizio di qualità equivalente in tutta la Svizzera, a prescindere se l'esame sia fatto nell'ambito di un programma di rilevamento sistematico, in farmacia, dal medico di famiglia o da un gastroenterologo; e una tariffa standard per gli esami, presi a carico dall'assicurazione malattia obbligatoria ed esenti da franchigia nella misura del possibile.

Il cancro dell'intestino è una delle forme tumorali più diffuse in Svizzera, dove ogni anno uccide circa 1600 persone. Le possibilità di guarire sono molto buone se la malattia viene diagnosticata in tempo. Inoltre molti casi possono essere evitati grazie ad esami appropriati che consentono di identificare le lesioni neoplasiche allo stadio avanzato.

Un programma di diagnosi precoce propone alle persone appartenenti a una certa fascia di popolazione di sottoporsi a un esame senza che presentino i sintomi di una determinata malattia. In questo modo si dovrebbe diagnosticare una malattia prima che la persona interessata ne presenti i sintomi. La diagnosi precoce consente di aumentare le chance di guarigione, di somministrare una terapia meno aggressiva e di migliorare la prognosi adottando misure preventive, sottolinea Swiss Cancer Screening.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-21 15:44:24 | 91.208.130.89