Tipress
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
15 min
Radicalizzazione ed estremismo, buone notizie
BERNA
26 min
Un mercante d'armi deve 2,5 milioni al fisco bernese
SVIZZERA
1 ora
Divorzi in aumento, due matrimoni su cinque vanno a pezzi
URI
1 ora
Heidi Z'Graggen punta di nuovo alla politica federale
ARGOVIA
1 ora
Colpo di sonno sulla corsia di sorpasso
BERNA
1 ora
Il cadavere di una ragazzina ripescato dall'Aare
VAUD
1 ora
Al volante con il 2,5 per mille, addio patente
SVIZZERA
1 ora
Altra notte tropicale, oltre 25 gradi a Vevey
SVIZZERA
2 ore
Il Consiglio federale frena sull'e-voting: «Non diventi la norma»
SVIZZERA
2 ore
Migros vuole cedere Globus, Interio, Depot e m-way
SOLETTA
3 ore
Protesta a favore delle due ruote
SVIZZERA
3 ore
«L'assicurazione di base dovrebbe assumersi i costi del dentista»
SVIZZERA
5 ore
Sesso e calura: «Più ormoni, il desiderio aumenta»
BASILEA CITTÀ
13 ore
Con la sedia a rotelle sulla A2: «Non si è fermato nessuno a chiedere se era tutto ok»
BERNA / MILANO
15 ore
Uno svizzero a Milano: «Così abbiamo contrastato i classici stereotipi sulla Svizzera»
SVIZZERA
10.05.2018 - 12:040

Un algoritmo per ripartire i profughi nei cantoni

La formula sviluppata dal politecnico di Zurigo in collaborazione con l'Università di Stanford verrà testata da questo autunno dalla Segreteria di Stato della migrazione

BERNA - L'algoritmo che permette di ripartire i profughi nei vari cantoni sulla base delle opportunità di trovare lavoro, sviluppato dal politecnico di Zurigo (ETH) in collaborazione con l'Università di Stanford, verrà testato da questo autunno dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM).

La formula era stata presentata in gennaio. Poco dopo Dominik Hangartner, professore di analisi politica dell'ETH, ha concretamente offerto una collaborazione alla Confederazione. La SEM, a pochi mesi di distanza, rende ora noto che da settembre l'algoritmo verrà testato nella pratica. Il portavoce Daniel Bach ha confermato all'ats informazioni in proposito rese note dalla trasmissione "10vor10" della SRF, parlando di un «promettente test pilota».

Attualmente soltanto il 15% dei migranti in Svizzera da tre anni trovano un lavoro. I ricercatori che hanno sviluppato l'algoritmo hanno calcolato che il tasso di occupati potrebbe salire fino al 26% se nella ripartizione fra i cantoni si tenesse conto anche dei criteri legati all'integrazione sul mercato del lavoro.

Il nuovo algoritmo, utilizzando dati già a disposizione della SEM, si prefigge di stabilire, sulla base delle caratteristiche individuali - come ad esempio l'età, la provenienza e le lingue parlate - quali cantoni offrono maggiori possibilità di trovare un lavoro. Sarà però comunque un dipendente della SEM a prendere la decisione finale, ha spiegato Bach.

Durante la fase pilota, una parte dei profughi verrà ripartita con il sistema tradizionale e un'altra parte utilizzando la formula sviluppata dal politecnico. L'obiettivo è quello di capire se con il nuovo metodo ci sia effettivamente un miglioramento.

«Fra due o tre anni analizzeremo i risultati», ha detto Bach. «Se l'algoritmo dovesse rivelarsi efficace sarebbe un grande passo avanti».

Commenti
 
matteo2006 1 anno fa su tio
Sono qui a creare algoritmi per dare un lavoro ai nuovi immigrati quando abbiamo persone GIÀ immigrate da anni e GIÀ con un lavoro che vogliono espellere a tutti i costi. Ma vogliono collegare il cervello che qui la gente inizia ad essere stanca. E mi auspico che il professore per l'algoritmo essenziale e di sua spontanea volontà che ha fornito alla confederazione venga retribuito con un lauto compenso sia mai ...
Figenfeld 1 anno fa su tio
Sei solo bravo a criticare senza porre soluzione, come sempre, dovè la tua riflessione? Paghiamo già abbastanza per una politica "da buon umano" non ti sembra? Perché non critichi L'UE, in primis la Merkel che ha creato livelli inaccettabili e certe situazioni nei paesi confinanti?
Figenfeld 1 anno fa su tio
@Figenfeld rivolto a @limortaccituoi
Danny50 1 anno fa su tio
@Figenfeld Ma basta con questa massa di clandestini che vengono a farsi mantenere. Sono totalmente incapaci di fare qualsiasi sorta di lavoro, altrimenti sarebbero stati a casa loro. L’unico algoritmo é quello di calcolare in quanti secondi devono essere espulsi questi parassiti.
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
L'algoritmo, in Ticino, deve distribuirli in maniera ottimale... il 90 percento a Chiasso, il 9.5 percento nel restante sottoceneri e il 0.5 nel sopraceneri... :-)))))
matteo2006 1 anno fa su tio
@lo spiaggiato Visto che ci vogliono costruire un centro di accoglienza da 20 e passa milioni vorrei ben sperare che lo usino per qualcosa e non solo per dare appalti di costruzione alle ditte degli amici degli amici.
Figenfeld 1 anno fa su tio
Sarà meglio di introdurre un Algoritmo che permetta finalmente alla Svizzera, un'estradazione più svelta ed efficace, senza intoppi politici e posizioni a 90° da pappemolle. Un'altro Algoritmo per gli abusi al nostro sistema sociale d'assistenza, AI, AVS, casse malati ed altro, pagato dai contribuenti corretti domiciliati, ma sfruttato ingiustamente dai soliti "parassiti-pauradilavoro-mafiosi-radicalizzati" anche mussulmani! Dobbiamo evitare l'importazione gratuita del radicalismo terroristico, non solo per il bene del nostro Paese, ma per diritto e difesa della nostra cultura e libertà!
limortaccituoi 1 anno fa su tio
@Figenfeld Madoooo...ecco il concentrato di slogan triti e rititi. Nessun contenuto, nessuna riflessione, nessuna soluzione...
roma 1 anno fa su tio
profughi avete detto?
geiger 1 anno fa su tio
perché continuare a chiamarli profughi e solo il 10% lo sono????
limortaccituoi 1 anno fa su tio
@geiger Fonte dei dati?
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-27 11:10:26 | 91.208.130.86