Fotolia
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Più posti di lavoro negli URC in vista dell'aumento della disoccupazione
Solo a Zurigo l'organico è stato aumentato di 77 unità
ZUGO
1 ora
La vita di una bimba di 5 anni è in pericolo
La piccola è caduta con il suo monopattino mentre percorreva una strada di campagna a Unterägeri
ROVEREDO (GR)
9 ore
Covid, la Moesa non abbassa la guardia
Lo Stato Maggiore del distretto ha discusso con quello ticinese alla luce delle recenti situazioni
SVIZZERA
10 ore
Su Facebook spuntano i gruppi per aggirare la quarantena
A partire da oggi, chiunque ritorni in Svizzera dal Kosovo deve trascorrere dieci giorni in quarantena.
SAN GALLO
11 ore
Dispersi nella Thur, recuperati i corpi delle vittime
Erano intrappolati tra le pietre della cascata dalla forte pressione dell'acqua
SONDAGGIO
SVIZZERA
12 ore
L'autista? Per lui la mascherina non è un obbligo
Va usata, da oggi, sui trasporti pubblici. Ma alcuni pendolari si chiedono perché i conducenti non la indossino.
VAUD
13 ore
Abusò di 18 giovani donne: 15 anni al “guru del sesso”
Si tratta di un 66enne riconosciuto colpevole di una trentina di episodi commessi in dieci anni nel Canton Vaud
BERNA
14 ore
Colpo in banca a Köniz: rapinatore in fuga col bottino
I dipendenti sono stati minacciati con una pistola. La polizia cantonale bernese è in cerca di testimoni
SVIZZERA
16 ore
La mascherina: ecco come ci cambia la vita
Da oggi sui mezzi pubblici è obbligatoria. Cosa significa per la nostra quotidianità?
VAUD
16 ore
Fête des Vignerons: il Canton Vaud rinuncia alle spese per la sicurezza
Si tratta di circa 1,9 milioni di franchi. La manifestazione era stata archiviata con un deficit di oltre 15 milioni
FRIBURGO
17 ore
Non benissimo l'acqua potabile friburghese
Particelle di metaboliti di clorotalonil sono stati riscontrati in varie regioni del cantone.
BERNA
30.04.2018 - 06:060
Aggiornamento : 09:31

I pedoni vogliono cacciare gli skateboard elettrici dai marciapiedi

Mobilità pedonale Svizzera chiede piste ciclabili «attrattive e sicure» e niente più veicoli a motore fra i pedoni

BERNA - Per i pedoni svizzeri camminare sui marciapiedi è sempre più difficile, denuncia Mobilità pedonale Svizzera: ci sono ciclisti che sbattono loro contro, e-trottinette che tagliano loro la strada e robot della Posta che rischiano di farli inciampare. Per questo, venerdì l’organizzazione ha presentato al Consiglio federale una petizione dal titolo “Salviamo i marciapiedi!”.

«Per evitare il traffico, sempre più pericoloso, si va in bicicletta sui marciapiedi con una certa sconsideratezza», sottolinea il presidente dell'organizzazione e consigliere nazionale socialista Thomas Hardegger, che invoca la costruzione di piste ciclabili «attrattive e sicure».

A far indispettire Mobilità pedonale Svizzera sono inoltre i piccoli veicoli con motore elettrico, che hanno fatto diventare i marciapiedi delle aree condivise per pedoni, biciclette elettriche e non, e-trottinette ed e-skateboard. Una convivenza che causa troppi conflitti.

In mancanza di regole chiare, la polizia non sa del resto più che pesci pigliare, lamenta Hardegger. La sua petizione chiede fra l’altro che nei centri vengano create piste separate per pedoni e ciclisti e che sui marciapiedi vengano vietati i veicoli a motore.

«In Svizzera semplicemente ci manca lo spazio per una separazione rigida», obietta il consigliere nazionale Udc  Thomas Hurter. Lo spazio per le auto ha già dovuto essere ridotto, lamenta. L’unica soluzione, secondo lui, è sensibilizzare maggiormente i diversi utenti della strada alle esigenze di ciascuno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Laila Berger 2 anni fa su fb
Sarebbe bello cacciare tutti quelli che vanno in bicicletta sui marciapiedi! Andate a piedi allora
miba 2 anni fa su tio
Scusa la franchezza ma dovresti essere un po' più corretto/oggettivo. In Italia sarà anche come dici tu ma in pratica gli autoveicoli vengono parcheggiati sui marciapiedi, nei posti-disabili e sulle strisce pedonali
PEIS Giovanni 2 anni fa su tio
Da noi in Italia le strisce pedonali e i marciapiedi sono vietate a chi sta su ACCELERATORI, siano essi pàttini, pattìni, bici, tricicli, moto, ciclomotori e ovviamente minicar e TIR. E' vero che da noi le cose si fanno "no pecché tien'o diritto ma pecché s'è siempe fatto o è sultanto pe' dispietto", ma almeno abbiamo la soddisfazione di essere al disopra della legge...
PEIS Giovanni 2 anni fa su tio
@PEIS Giovanni Sono italiano ma ben consapevole delle nostre caratteristiche e usanze. Volevo trasmettervi quel che forse sapete anche meglio di me, ossia che non bastano le buone leggi per garantire una buona vita civile, occorre anche il consenso, e che forse il BUONSENSO è sufficiente anche dove la legge non è mai stata scritta. P.S: sono nato e in parte cresciuto a Zurigo, ma di famiglia italiana e abito a Empoli.
miba 2 anni fa su tio
Sotto si è citata Ascona e questo è proprio un esempio concreto di chi siano veramente i pericoli a 2 ruote. Non è l'anziano con il suo veicolo elettrico che gira nella zona pedonale a 10-20 km/h, non è la persona che va in posta o a bere il caffè in bici e non è neppure l'invalido con la carrozzella elettrica. I pericoli sono quella moltitudine di gasati che girano in gruppo, bardati come i fenicotteri di Piazza Grande e con bici da corsa che raramente hanno un valore inferiore ai 5-6000 franchi. Questi imboccano in solitaria e/o in gruppi la Via Borgo ed il Lungolago pensando di essere al Tour de Suisse fregandosene altamente sia dei pedoni che degli altri ciclisti "normali" come di tutto quello che trovano sul loro percorso, Anzi, se non ti fai da parte ti imprecano ancora contro! Sono proprio questi che si devono sanzionare perché sono degli arroganti e menefreghisti e ritengo che il mezzo legale ci sia in quanto non adattano la velocità alle condizioni della strada e mettono in pericolo gli altri
Fran 2 anni fa su tio
Anche le bici elettriche e non che ti sorpassano all'improvviso da dietro sul marciapiede sono una vero gioia! Che poi sono spesso guidati da anziani con riflessi zero. O mettiamo, IO alla guida dell'auto e un ciclista con bici elettrica si butta letteralmente sulle strisce pedonali. Ma questi utenti sono da considerarsi quali pedoni o cosa?? Successo più volte a Locarno, Ascona. Se poi investì loro sei pure colpevole! Anche il fatto che il casco per questi veicoli silenziosi e velocissimi non sia obbligatorio è incomprensibile. Qls motorino a 30h richiede il casco! C'è un grandissimo caos sui nostri marciapiedi e nella testa della polizia, questo è. Solo a chi fare le multe sui posteggi proprio ad Ascona, li si che sono molto in chiaro.
Shion 2 anni fa su tio
@Fran Locarno e Ascona ciclisti che attraversano le strisce pedobali è una piaga dilagante. Peggio è che gli automobilisti si fermano per dar loro precedenza. Peggio è che senza tenere in vigore le regole di precedenza (dato dal fallimento dell'operato della Polizia) presto ci scapperà il morto.
Fran 2 anni fa su tio
@Shion Va beh. Se ho la scelta preferisco lasciarli attraversare piuttosto che portare sulla coscienza un morto fino a quando campo. Ad Ascona con il nuovo triangolo di strisce pedonali sicuramente il pericolo è triplicato. Poi alle poste niente strisce con pedoni che attraversano in qualsiasi momento e senza guardare, se non vai a 5h rischi di lasciarne uno sotto la propria auto. Pianificazione col sedere e ovviamente a tavolino da chi la zona Ascona la vede solo sui piani di progetto.
Shion 2 anni fa su tio
@Fran Nessuno vorrebbe un incidente del genere per di più per colpa dell'altro, ma continuando a tollerare chi si butta sulle strisce sia in bici che con altri mezzi si crea una situazione anarchica pericolosa. Già il fatto che non si segnalano più le uscite alle rotonde grava sulla fluidità e la pazienza della gente. La Polizia non fa più nulla oggigiorno a parte rompere i maroni con i soliti blocchi.
Ben8 2 anni fa su tio
Sempre più divieti...,
Evry 2 anni fa su tio
I marciapiedi devono rimanere solo per i pedoni, via tutti gli altri mezzi come bici e skatebord !!! TRoppoi ciclisti, maleducati e prepotenti usano i marciapiedi, allora noi pedoni ci moviamo liberamente sulle strade ??
pontsort 2 anni fa su tio
@Evry Sulle strade non li si vogliono, sui marciapiedi non li si vogliono. Dovranno imparare a volare se vogliono girare
Fran 2 anni fa su tio
@pontsort Il cinismo non porta certo a soluzioni. Ma il buon senso, magaaari, da parte di ciclisti ebike e non, che si avvicinano da dietro, un colpo di campanello sarebbe perlomeno auspicabile, dato che il pedone non ha specchi retrovisori (??), ne occhi sulle chiappe, e a volte è pure un po sordo. O insomma, magari il pedone ha le cuffie ed è al telefono ecc.ecc.. Imparare a rendersi conto (!) che siamo tanti, magari a volte anche troppi, utenti di strade e marciapiedi, un po di gentilezza e di cortesia da ambo le parti è oramai di dovuto. L'egocentrismo viverlo al di fuori di questi ambienti, magaaari. No?!!

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 09:31:16 | 91.208.130.87