Immobili
Veicoli
fotolia
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
7 ore
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
FOTO
ZURIGO
7 ore
Manifestazione non autorizzata, chiusi i ponti della città
Secondo quanto indicato dalla polizia, il corteo si è formato in relazione al Wef di Davos. Una donna in ospedale
FOTO
GINEVRA
11 ore
Grande incendio vicino all’aeroporto di Ginevra
Il traffico aereo è rimasto perturbato con conseguenti ritardi e disagi per i passeggeri.
SVIZZERA
12 ore
Verso un "calmiere" per i premi
Il Ps chiede un tetto del 10% del reddito familiare. La Commissione sanità del Nazionale propone un controprogetto
SVIZZERA
13 ore
Violenza domestica: più tutela alle vittime
Il Parlamento ha approvato oggi due mozioni che prevedono l'allontanamento dall'abitazione degli autori della violenza.
ZURIGO
14 ore
Una ciclista si scontra con un tram
La donna è stata trasportata in ospedale in condizioni critiche
VALLESE
14 ore
Abbattuto un lupo in Vallese, proteste degli ambientalisti
Le autorità vallesane comunicano di voler "regolare il sovrappopolamento dei lupi entro sei mesi".
GRIGIONI
15 ore
Perde il controllo e va a sbattere in galleria
Disavventura per un centauro italiano, che è stato trasportato in ospedale da un elicottero della Rega
VALLESE
15 ore
Escursionista morto in Vallese
Nella serata di ieri era stato dato per disperso. Si trattava di un novantunenne della regione
SVIZZERA
15 ore
In arrivo il farmaco Paxlovid
La Confederazione ha trovato un accordo con Pfizer per 12'000 confezioni
BASILEA CAMPAGNA
15 ore
Entra e minaccia le impiegate con una barra di metallo
Un rapinatore si è fatto consegnare diverse migliaia di franchi questa mattina a Frenkendorf
BERNA
17 ore
Cinesi schiavizzate sessualmente, cinque arresti nel canton Berna
La polizia bernese ha arrestato tre uomini e due donne per tratta di esseri umani e istigazione alla prostituzione.
GRIGIONI
18 ore
«La Svizzera non è un'isola di sicurezza»
Droni dell’esercito per monitorare l'intera zona del WEF. L’edizione di quest'anno costerà quattro milioni in più.
SVIZZERA
19 ore
Elettricità sempre più cara: aumenti fino al 20%
La guerra in Ucraina ha accentuato una tendenza già presente in Svizzera.
GRIGIONI
19 ore
Scontro fra treni: colpa di una disattenzione
L'incidente nel 2019 nel tunnel del Vereina. Dagli accertamenti è emerso che il macchinista non aveva visto l'halt
SVIZZERA
21 ore
Un futuro alternativo per la Patrouille Suisse
Con l'acquisto degli F-35A, non saranno mantenuti gli F-5 Tiger della pattuglia acrobatica. Amherd cerca una soluzione
SVIZZERA
21 ore
Rischio di scossa elettrica, Media Markt richiama il caricabatteria
Il prodotto deve essere riconsegnato. Chi lo ha acquistato verrà rimborsato
SVIZZERA
09.04.2018 - 08:070
Aggiornamento : 10:41

Disoccupazione sotto il 3%: è la prima volta dal 2014

A fine marzo risultavano iscritti 130'413 disoccupati, ossia 13'517 in meno rispetto al mese precedente. In Ticino il tasso è del 3,1%

BERNA - Il tasso di disoccupazione in Svizzera è calato a marzo rispetto al mese precedente di 0,3 punti, al 2,9%. A fine marzo risultavano iscritti 130'413 disoccupati, ossia 13'517 in meno rispetto a febbraio, rende noto oggi la Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Rispetto allo stesso mese 2017 i disoccupati sono diminuiti di 21'867 unità (-14,4%).

In Ticino il tasso di disoccupazione nel mese in rassegna è stato del 3,1%, in calo di 0,6 punti rispetto a febbraio (5'223 unità, meno 1'016), nei Grigioni dell'1,4%, in calo di 0,1 punti (1'541 unità, meno 112).

Oliver Schärli, capo della Direzione del lavoro presso la SECO, ha definito in una conferenza telefonica lo sviluppo nel mercato del lavoro «molto buono». Così pochi disoccupati erano stati segnalati l'ultima volta nel 2015, mentre un livello così basso del tasso non veniva registrato dalla primavera del 2014.

Secondo Schärli è particolarmente positivo che tutte le cifre presentino un meno, quindi ogni settore e gruppo professionale di tutte le fasce d'età e regioni. «La ripresa è arrivata ovunque, anche nel settore dell'industria delle macchine orientata all'esportazione», ha detto Schärli.

Oltre ad una buona situazione economica generale e a componenti congiunturali e stagionali - rileva la SECO - sul dato di marzo hanno influito anche i cambiamenti tecnici apportati alla registrazione dei disoccupati. Quest'ultimi permettono di classificare automaticamente le mutazioni delle situazioni professionali, riducendo il lavoro di registrazione degli uffici. Secondo Schärli ciò migliora la qualità dei dati. Secondo le stime queste modifiche comportano una differenza di circa -4'000 unità sul totale dei disoccupati registrato.

Senza tale effetto, il numero dei disoccupati si è ridotto comunque di oltre 9'000 unità su base mensile. Circa 7'000 di queste sono legate ad aspetti stagionali, in particolare nell'edilizia, ma circa 2'000 sono «chiaramente attribuibili alla ripresa economica», ha precisato Schärli.

Il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è diminuito di 2'240 unità (-14,2%) arrivando al totale di 13'551, ciò che corrisponde a 4’012 persone in meno (-22,8%) rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Il numero dei disoccupati di 50 anni e più è diminuito di 2'483 persone (-6,3%), attestandosi a 36'639. In confronto allo stesso mese dell'anno precedente ciò corrisponde a una diminuzione di 3'310 persone (-8,3%).

Persone in cerca d'impiego - Complessivamente le persone in cerca d'impiego registrate erano 201'119, 7'498 o 3,6% in meno rispetto a febbraio e 16'129 (-7,4%) in meno rispetto al corrispondente periodo 2017.

Il numero dei posti vacanti annunciati presso gli uffici regionali di collocamento (URC) è aumentato di 106 raggiungendo 13'228 unità.

A seguito del passaggio al nuovo sistema di registrazione, nel mese di marzo circa 14'000 persone che in precedenza erano registrate come disoccupate figurano come persone in cerca d'impiego non disoccupate. Viceversa, 10'000 persone in cerca d'impiego non disoccupate risultano disoccupate.

Per quanto riguarda la disoccupazione, a marzo le entrate e le uscite sono pertanto maggiori. Sono inoltre cambiate le classificazioni nei singoli sotto-gruppi (persone con guadagno intermedio, persone che beneficiano di provvedimenti di formazione e occupazione, ecc.).

Per il prossimo futuro Schärli si è mostrato ottimista: «Sono fiducioso che raggiungeremo un tasso medio di disoccupazione del 2,9% per l'insieme del 2018 e non sarei sorpreso se scendesse addirittura al 2,8%», ha affermato.

Effetti positivi sui conti dell'AD - La flessione del numero di senza lavoro ha avuto effetti positivi sui conti dell'Assicurazione disoccupazione per il 2017: a fine anno, il fondo di compensazione ha chiuso con un'eccedenza di 401 milioni di franchi. In calo anche il debito complessivo, attestatosi a 2,2 miliardi. In aumento le indennità versate nell'ambito degli accordi bilaterali (+31 milioni).

Il fondo di compensazione dell'AD ha chiuso l'esercizio scorso con 7,72 miliardi di franchi di entrate (2016: 7,58) e 7,32 miliardi di uscite (7,42 miliardi), precisa una nota odierna della Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Da qui risulta un'eccedenza di 401 milioni, a fronte dei 156 milioni del 2016.

La media annuale dei disoccupati registrati presso l'AD si è attestata a quota 143'142, equivalente al 3,2 % (149'317; 3,3 %).

Grazie al buon risultato del 2017, è stato possibile rimborsare alla Tesoreria federale mutui per 300 milioni di franchi. Alla fine del 2017 l'indebitamento è quindi diminuito a 2,2 miliardi di franchi. Il limite massimo dell'indebitamento previsto dalla legge ammonta a 7,7 miliardi di franchi.

Nell'anno appena trascorso, la disoccupazione ha versato complessivamente 5,53 miliardi in indennità (2016: 5,66 miliardi). Alle indennità per lavoro ridotto sono stati destinati circa 91 milioni di franchi (143 milioni) e alle indennità per intemperie circa 55 milioni di franchi (24 milioni).

Il fondo di compensazione AD ha versato 33 milioni di franchi d'indennità per insolvenza (36 milioni). Inoltre, 637 milioni di franchi (636 milioni) sono stati destinati a provvedimenti inerenti al mercato del lavoro.

Le indennità previste dagli accordi bilaterali sono state di 243 milioni di franchi (212 milioni). Le diverse spese amministrative sono ammontate a 728 milioni di franchi (719 milioni), il saldo degli interessi è stato di 5 milioni di franchi (3 milioni) mentre i rimanenti risultati si sono attestati intorno a -11 milioni di franchi.

Per il 2018 l'AD stima una media annuale di 130'600 disoccupati (quota: 2,9 %). Presumibilmente, alla Tesoreria federale potranno essere rimborsati mutui per 1,2 miliardi. Alla fine dell'esercizio corrente, i mutui ammonteranno complessivamente a un miliardo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Monello 4 anni fa su tio
...si la classica storiella per boccaloni ! classica statistica taroccata !!..
Mag 4 anni fa su tio
Avete mai visto dei dipendenti privati fregiarsi verso il proprio datore di lavoro su come il loro "cattivo rendimento" sia passato sotto il 3%? Un solo disoccupato è un disoccupato di troppo! Questa è la mentalità che dovrebbero avere i politici in carica allo Stato visto che sono dei dipendenti del Popolo.
WGWG 4 anni fa su tio
In Ticino con dovremmo avere un disoccupati ne persone in assistenza. Quelle sono solo. Statistiche per ingannare la gente. Bugiardi e disonesti.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-21 05:56:27 | 91.208.130.85