Keystone
BERNA
20.03.2018 - 11:070
Aggiornamento : 11:26

Niente più pubblicità sul tabacco

È quanto chiede un'iniziativa, che prevede di vietare i cartelloni anche all'interno dei cinema, sulla stampa e durante i festival

Tabacco e giovani

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Niente più pubblicità delle sigarette sui cartelloni, all’interno dei cinema, sui media sia su carta che online, o ancora durante i festival. È quanto chiede il comitato in favore dell’iniziativa popolare “Sì alla protezione dei fanciulli e degli adolescenti dalla pubblicità per il tabacco (Fanciulli e adolescenti senza pubblicità per il tabacco)” presentata e lanciata questo martedì. Stando al Foglio federale (FF), i promotori avranno tempo fino al 20 di settembre 2019 per raccogliere le 100 mila firme necessarie.

Gli iniziativisti credono che rinviando il progetto «il Parlamento non si assume le sue responsabilità» in termini di protezione dei giovani. Il comitato favorevole, composto da politici, dottori e organizzazioni attive nell’ambito sanitario, vorrebbe eliminare la pubblicità da tutti i luoghi in cui ci sono dei minorenni.

«Sappiamo che i divieti sono efficaci» ha affermato il consigliere agli Stati Hans Stöcki (PS/BE). «Questa iniziativa popolare è necessaria dato che in Parlamento non c’è una maggioranza che è pronta a prendere delle misure in tal senso». In alcuni cantoni, come Soletta e Vallese, la pubblicità sul tabacco è già limitata. «Il numero di fumatori in questi cantoni è del 20% inferiore rispetto agli altri» ricorda sempre Stöcki.

Dall’altra parte l’industria del tabacco non comprende il motivo del lancio di questa iniziativa. Kevin Suter, portavoce di Japan Tobacco International, che gestisce i marchi Camel e Winston, ha dichiarato che non sono necessarie nuove restrizioni in Svizzera, che che il mercato del tabacco è già abbastanza regolato. I giovani sono già protetti dal fatto che non possano acquistare le sigarette se minorenni. 

Le modifiche - Il testo chiede di integrare l'articolo 41 lettera g della Costituzione federale ( "Obiettivi sociali") affinché Confederazione e Cantoni, a complemento della responsabilità e iniziativa privata, si adoperino a promuovere anche la salute di fanciulli e adolescenti.

L'articolo 188 della Carta fondamentale ("Protezione della salute") andrebbe completato al capoverso 2 lettera b con l'obbligo imposto alla Confederazione di vietare «in particolare ogni forma di pubblicità per i prodotti del tabacco che raggiunge fanciulli e adolescenti».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Lucadue 2 anni fa su tio
Ma allora, perché non vietare la pubblicità per le automobili con il pretesto che ne circolano troppe?
aquila bianca 2 anni fa su tio
Aspetto da anni che tolgano la pubblicità dell'alcol e che mettano i fegati spappolati sulle bottiglie, senza dimenticare di aggiungere foto di incidenti stradali provocati dal consumo eccessivo dello stesso..... Immaginate, una bella bottiglia di RISERVA DOC DELL'ANNO XYZ addobbata come i pacchetti di sigarette, che meraviglia averla sulla tavola imbandita..... Chi fuma, sa benissimo i rischi che corre, ma non diventa una mina vagante sulle strade/nelle economie domestiche, solo per averne fumate troppe...... Eppure, si continua a far pubblicità all'alcol.... ;-((( Dovrebbero trattare i due vizi, nello stesso modo... !!
robyk 2 anni fa su tio
Che palle.Nessuno mai ha cominciato a fumare a seguito della pubblicità.
francox 2 anni fa su tio
@robyk E tu come lo sai?

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 12:07:27 | 91.208.130.89