Tipress
BERNA
08.03.2018 - 16:360

«Gli utili della Posta vanno reinvestiti nel servizio universale»

syndicom punta il dito contro il Gigante giallo colpevole di «ignorare» le decisioni della politica e la volontà popolare

BERNA - Gli utili annunciati questa mattina dalla posta - pari a 420 milioni di franchi - «vanno reinvestiti nel servizio universale». A chiederlo è syndicom, che in una nota diramata nel pomeriggio critica il Gigante giallo, reo di «continuare a ridurre il suo impegno», chiudendo altri uffici postali e «ignorando totalmente le decisioni politiche e la volontà del popolo».

«La Posta - si legge nella nota - lega l’insoddisfazione sullo smantellamento degli uffici postali a motivi sentimentali nella popolazione. Ma la soddisfazione marcatamente ridotta dei clienti con le agenzie postali dimostra quanto siano prive di senso queste argomentazioni della Posta», sottolinea syndicom che indica pure come il calo dei clienti - «percentualmente più basso della dimensione dei tagli» - sia «creato artificialmente» dalla stessa ex regia federale.

Qualche complimento però il sindacato lo rivolge alla Posta, in particolare per la volontà espressa di evolversi verso un futuro digitale, a patto ovviamente che venga rispettata la promessa di coinvolgere l'organico nella trasformazione.

6 mesi fa La Posta: utile in calo, pesa Autopostale
Tags
posta
utili
servizio universale
syndicom
servizio
volontà
vanno reinvestiti
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-26 17:27:07 | 91.208.130.87