Keystone
GINEVRA
07.03.2018 - 10:570

Cointrin crescerà ma «sarà meno rumoroso»

Il direttore dell'aeroporto ginevrino spiega che lo scalo potrebbe arrivare ad accogliere 25 milioni di passeggeri nel 2030. E i cittadini si dividono...

GINEVRA - L'aeroporto di Ginevra potrebbe arrivare ad accogliere 25 milioni di passeggeri nel 2030, contro i 17 attuali, ma l'inquinamento fonico sarà inferiore ad oggi: lo sostiene il direttore generale dello scalo, André Schneider.

In un'intervista pubblicata oggi da Le Matin il manager spiega questa previsione con il coefficiente di occupazione dei velivoli, che a suo avviso continuerà ad aumentare. Schneider ha promesso anche sforzi volti a ridurre al minimo l'inquinamento. «Le principali compagnie stanno rinnovando la loro flotta», osserva.

L'aeroporto è al centro di un vivace dibattito nella città di Calvino. Secondo i critici in primo luogo sta crescendo troppo, in seconda battuta sta diventando il cancello di imbarco per milioni di francesi che non pagano imposte e non subiscono le condizioni negative del traffico aereo e - infine - punta su compagnie low cost che generano poco indotto. I sostenitori dello scalo ribattono che la Ginevra internazionale necessita di un punto d'arrivo importante e che è di fondamentale importanza, per l'economia, avere collegamenti con le principali città europee.
 
 

Commenti
 
Tags
aeroporto
scalo
ginevra
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-21 22:08:37 | 91.208.130.87