Keystone
VAUD
05.02.2018 - 21:380

Jacques Dubochet, premio nobel svizzero: «La scienza deve essere considerata un bene comune»

Lo scienziato è stato festeggiato offi all'Università di Losanna

LOSANNA - La scienza deve essere considerata un bene comune e il sapere va messo a disposizione di tutti: lo ha affermato Jacques Dubochet, premio Nobel per la chimica 2017, che oggi è stato festeggiato dall'Università di Losanna, di cui è professore onorario.

Davanti a un migliaio di invitati e diversi esponenti politici di primi piano - fra loro il consigliere federale Guy Parmelin - Dubochet si è espresso per una scienza patrimonio di tutti, ciò che a suo avviso non è oggi.

Il 75enne ha preso come esempio i medicinali: è possibile che un giorno vi sarà un preparato contro il Parkinson o l'Alzheimer, ma - si è chiesto - quanto costerà? "100'000 franchi, mentre ne potrebbe costare 100", ha deplorato il professore, sostenendo che questa è la situazione attuale per quanto riguarda il trattamento dell'epatite C.

Insieme allo statunitense Joachim Frank (77 anni) e al britannico Richard Henderson (72), Dubochet si è visto assegnare l'ultimo premio Nobel per le ricerche nell'ambito della criomicroscopia elettronica.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-02-17 05:35:46 | 91.208.130.87