Keystone
SVIZZERA
30.01.2018 - 18:520
Aggiornamento : 19:13

Il personale dell'Ats continua lo sciopero

Nessuna offerta concreta è giunta da parte del Consiglio di amministrazione. Dipendenti e sindacati all'unanimità: «Proseguiremo anche domani»

BERNA - Lo sciopero del personale dell'Ats continua. Anche domani. Lo comunica con un comunicato il sindacato syndicom precisando comunque che la prima giornata di sciopero ha avuto un certo effetto. «Il Consiglio di amministrazione ha potuto unicamente garantire un servizio di emergenza per sopperire all'astensione dal lavoro dei dipendenti. L'eco sui media è stata enorme e vi sono state numerose dimostrazioni di solidarietà. Persino la consigliera federale Doris Leuthard ha mostrato comprensione per lo sciopero».

Secondo Syndicom, il fatto che i vertici non abbiano ancora fornito alla Commissione di redazione alcun segnale concreto di voler negoziare è un'ulteriore conferma dell'atteggiamento «senza scrupoli dimostrato finora». Per contro le reazioni nei diversi media mostrano che una soluzione sarebbe possibile. «Da notizie di stampa - continua il sindacato - si apprende che il Cda sarebbe intenzionato a trovare una data per un incontro. I dipendenti dell'Agenzia apprezzano lo sforzo, ma hanno deciso di interrompere lo sciopero solo quando vi saranno elementi concreti a disposizione». 

Enorme solidarietà per gli scioperanti - Le reazioni allo sciopero dell'Ats testimoniano una grande solidarietà nei confronti della lotta dei dipendenti per salvare i loro posti di lavoro e l'importanza di una diffusione a livello nazionale di notizie provenienti da tutta la Svizzera. Oltre a numerosi politici e a molti colleghi giornalisti, ora anche il Governo federale si è espresso, per bocca di Doris Leuthard. «Seguo la discussione e sono naturalmente preoccupata», sottolinea la consigliera federale. «Qui in gioco il giornalismo di qualità». L'Ats è di centrale importanza soprattutto per i piccoli e medi editori privati che dispongono di mezzi finanziari limitati.

Anche dai Verdi del Ticino... - Lo sciopero viene sostenuto anche a sud delle Alpi. «I dipendenti Ats lottano anche per noi». È con questo messaggio che i Verdi del Ticino vogliono esprimere la loro «massima solidarietà» a tutti i lavoratori che oggi hanno incrociato le braccia. «L'informazione in questo Paese - scrivono gli ecologisti in una nota - ha bisogno di professionalità e qualità e l’esperienza delle collaboratrici e collaboratori ats sono fondamentali per un’informazione libera ed equilibrata». Poi aggiungono: «L’informazione non deve sottostare alle logiche di mercato e agli interessi degli azionisti».

Decisione presa all'unanimità - La decisione di proseguire lo sciopero anche domani è stata adottata dall'assemblea del personale all'unanimità. «Un abbandono dello sciopero in seguito alla mancata reazione da parte del Cda non è mai entrato in considerazione», sottolinea Syndicom. «I dipendenti si sono mostrati determinati a continuare a incrociare le braccia fino a quando non vi saranno offerte concrete da parte del Cda».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Alex Cava 2 anni fa su fb
Anche Blocher coinvolto nei problemi di ATS. Evidentemente non bastava NoBillag: l'assalto all'informazione svizzera, da parte dell'estrema destra, è molto più ampio e organizzato...
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-29 23:45:00 | 91.208.130.89