Keystone
SVIZZERA
04.01.2018 - 06:240

La battaglia contro No Billag che passa dai social

Nella rete prevalgono i commenti dei sostenitori dell’iniziativa. I contrari puntano dunque sui propri commentatori

BERNA - La campagna attorno all’iniziativa No Billag ha raggiunto i commenti online, dai social network ai siti d’informazione. «Si tratta di un campo di battaglia importante per la formazione dell’opinione» afferma Mark Balsiger, responsabile del comitato contrario a No Billag. Diversi sostenitori del comitato si starebbero impegnando volontariamente per «spiegare con argomenti validi le conseguenze devastanti che un “sì” avrebbe sul settore elvetico dei media».

Non si tratta comunque di far cambiare idea a chi pubblica commenti online. Ma piuttosto di raggiungere i lettori passivi, dice Balsiger. «Ben oltre il 90% dei fruitori di media non pubblicherebbe mai un commento, però li leggono e anche in questo modo formano la loro opinione». Pure il movimento politico Operazione Libero si batte contro l’iniziativa No Billag ed è ben presente nei commenti online. «Smascheriamo le falsità con i fatti e stimoliamo il dibattito» spiega la responsabile della campagna Laura Zimmermann. Il movimento si affida a una quarantina di volontari che, spinti dalle proprie convinzioni, pubblicano con il proprio nome commenti sui social media e sui siti d’informazione.

Per gli iniziativisti non ci sarebbe invece la necessità di intervenire nell’ambito dei commenti. «Sulla rete i nostri argomenti hanno già fatto breccia, lo dimostrano i molti commenti a sostegno di No Billag» afferma il co-iniziativista Silvan Amberg, secondo cui la gente si sarebbe già fatta la sua opinione in merito. Ora si tratterebbe dunque soltanto di riuscire a portare alle urne i molti sostenitori.

6 mesi fa Maggioranza risicata a favore della “No Billag”
Commenti
 
vulpus 6 mesi fa su tio
Ma renditi conto il potenziale pubblicitario dell'Italia e quello del Ticino. Ci invadono con le trasmissioni preconfezionate USA UK, ma per il resto ,notizie, cultura, regione.Evidente che se tu ti godi una gara di F1 ,in maniera particolare, ci possono essere dei costi specifici. Cosa ti porta a risparmiare 1000.- all'anno se eliminano la SRG, non è chiaro..
Zico 6 mesi fa su tio
resta, purtroppo, un fatto: senza la testardaggine del CF e ella Leuthard in particolare non si sarebbe arrivati a questo punto. si sapeva che Billag mangiava un sacco di milioni in amministrazione; non si sa se l'IVA andava pagata o no ed è anni che il TF cincischia e decide di non decidere. Ora, mi sembra che non si possa obbligare la gente ad acquistare un servizio (er la TV+radio sei obbligato ad acquistarle) ad un prezzo per di più imposto. Si poteva diminuire il canone , come poi è stato fatto portandolo a fr. 365. e forse non ci troveremmo in questa situazione. chi ha maggiormente contribuito a distruggere la nostra SSR non sono quelli che voteranno sì ma la testardaggine dei nostri politici e della Leuthard in particolare, mai e dico mai disposti ad accettare ciò che il popolo vuole. ora siamo qui per il tutto o niente e tutte e due le parti hanno le loro valide ragioni. ma la domanda principale è: ma chi ci governa ha una testa pensante o ha una testa per guarnizione? quindi si prendano le loro responsabilità senza scaricare addosso ai fruitori obbligati dei servizi la loro incapacità.
TI72 6 mesi fa su tio
No billag: disastro mediatico!? Ultimamente sentiamo parlare di favorevoli e contrari a no billag, ma mi sembra che tutte e due le parti non stiano facendo nulla di costruttivo per portare ad un giusto equilibrio mediatico l’importanza di questa votazione. È palese a chiunque che senza la televisione pubblica si perde quella identità multiculturale mediatica a cui gli Svizzeri sono affezionati, senza contare i posti di lavoro e le varie conseguenze economiche. Ma è anche vero che per principio democratico non si può obbligare qualcuno a pagare un servizio non vitale e non indispensabile, inoltre bisogna partire dal presupposto che un’azienda deve stare in piedi da sola, troppo facile fare azienda se tutto è bello che pagato anche un neonato sarebbe in grado di fare il direttore. Quindi già questo principio è di ineguaglianza verso le altre aziende e antidemocratico. Oltre che così facendo, il mercato non è assolutamente concorrenziale e i piccoli vengono sempre tagliati fuori (vedi quote di ridistribuzione dei canoni SSR privati) . Qui si vede chiaramente da parte di chi è contro l’iniziativa di non voler scendere a compromessi e volere mantenere lo status quo (se non pagate il canone non esisterà più la televisione Svizzera), cosa che agli occhi dei cittadini suona come un ricatto bello e buono. e che ciò porterebbe ad un autogol di chi è contro l’iniziativa. Perché le cose come vengono discusse con vittimismi, catastrofismi, accuse e contraccuse portano solo i cittadini alla confusione, e alla fine il danno è fatto. Se si vuole essere costruttivi, bisogna anche essere propositivi e scendere a compromessi, le soluzioni sono molteplici ma bisogna lavorarci sopra tutto da parte dei vertici SSR. Il problema sta soprattutto nello spreco di soldi in tutte le parti della macchina ben oliata SSR. Ad esempio si decantano le produzioni SSR di altissimo livello. Questo è vero in parte ma soprattutto nelle spese di produzione stile Hollywood che ha preso mano negli anni d’oro della SSR. Ma non vuole dire che se ho speso una fortuna ho fatto un lavoro di qualità, infatti nel cinema il trend degli ultimi 40 anni la dice lunga sulla qualità artistica delle produzioni a livello globale, le migliori produzioni a contesto artistico culturale e cinematografico sono per il 70% low budget o addirittura amatoriali. Quindi sarebbe giusto rivedere le produzioni in quantità e qualità che non significa spendere di più ma avere una vena artistica produttiva. Poi non è chiara questa cosa che senza il canone o con il canone dimezzato non ci sarebbe più il pluralismo linguistico in televisione, non è che costa di più fare una trasmissione di una o un’altra lingua nazionale, si può capire se bisognerebbe cambiare in cinese, inglese o altra lingua……ma ci aspetta che chi lavora alla SSR parli almeno due lingue nazionali. I dipendenti SSR potrebbero diventare tutti azionisti in egual modo, e quindi essere imprenditoriali e produttivi come qualsiasi altra azienda. Se non scendono a compromessi la vedo male.
pillola rossa 6 mesi fa su tio
Oggi ho visto un post di Pontiggia (!) che consigliava di votare no. Non sanno più a che "santo" votarsi. Tutto questo pressing mediatico gli si girerà a sfavore.
TIC 6 mesi fa su tio
@pillola rossa Vuoi far spegnere tutto ? E le manifestazioni ? Festival del film di Locarno, Tour de Romandie, ecc ... Meglio votare No.
TIC 6 mesi fa su tio
@pillola rossa Hai comunque ragione su questo punto : Più si fa propaganda da una parte, più si alimentano i contrari dall'altra parte. Questo vale anche per i favorevoli che usano un linguaggio da settimanali domenicali ... Votate NO !
pillola rossa 6 mesi fa su tio
@TIC Meglio pensare con la propria testa, i ricatti su di me, hanno l'effetto contrario.
sedelin 6 mesi fa su tio
Io voto NO! La RTSI dà ampio spazio alla nostra regione, alla sua cultura e alla sua storia. Votando sì perderemmo: Storie, il Giardino di Albert, Sottosopra, il Quotidiano, le partite sportive, Zerovero, Faló, il TG, i documentari, Paganini e altro ancora + una marea di disoccupati con famiglia. Che ve ne fate di TV private a cui non frega una cippa della nostra regione trasmettendo solo spazzatura??? Votate NO! Che il 2018 porti un po' di saggezza!!
Thor61 6 mesi fa su tio
@sedelin Il PRIMO che dimostra di fregarsene dei suoi cittadini è proprio la SSRG (E il C.F.). Con la sua ARROGANZA e lo dimostrerà ancora meglio se passasse il NO, per cui meglio chiudere il baraccone. Se poi ti interesasse realmente il palinsesto che hai scritto lo trovo poco consono ad una TV degna di tale nome, ma ti pare una cosa accettabile??? TG Faziosi (Pro UE) Giochi a premi fatti per asili nido e via discorrendo, quasi tutto è penoso e stantio, tanto sa di vecchio.
TIC 6 mesi fa su tio
@sedelin Bravo sedelin ! Non dimentichiamoci che c'é anche la radio con i suoi Radiogiornali, Cronache Regionali, Notiziari...
Bandito976 6 mesi fa su tio
@sedelin Da spazio alla nostra cultura e regione? Guardati in giro, 70000 frontalieri, asilanti, stranieri vari. AL nostro territorio multietnico non frega una beneamata di guardare la RSI. E i pochi svizzeri rimasti tra qualche anno dovranno migrare a causa della continua invasione barbarica UE. Volenti o nolenti il trend é quello della europeizzazione. Auguri.
WGWG 6 mesi fa su tio
@sedelin ...e il cane PEO .....
TIC 6 mesi fa su tio
@Thor61 Levami una curiosità : Sotto hai scritto che non vuoi pagare il canone perché non guardi mai i programmi della RSI e guardi solo tv estere, ebbene come fai a dire che i TG sono faziosi (pro UE) e che i giochi sono fatti per gli asili nido ... se non li guardi. Mi sembra piuttosto che tu sia un volontario di un settimanale domenicale ...
sedelin 6 mesi fa su tio
@Thor61 De gustibus ... Però ammetterai che le TV private fanno pietà e offrono il peggio. A me e a molti utenti ticinesi (e non solo!) stanno a cuore le trasmissioni interessanti, culturali e divertenti della nostra(na) TV e RADIO (che ne dici delle partite di hockey in diretta, dei concerti di Rete 2, di rete3, ecc ecc eccc?). Che ne dici degli eventuali futuri disoccupati- non solo della RTSI - che dovrai contribuire a mantenere?! Meglio mantenere la nostra emittente che qualcosa di buono dà!!!!
Thor61 6 mesi fa su tio
@sedelin La SSRG NON è la sostituta dell'assistenza e per paradosso visto che i dipendenti della TV STATALE li paghiamo TUTTI noi già oggi, mandandoli a casa si cambierebbe in MEGLIO visto che RISPARMIEREMO milioni di SFR. A me il classico palinsesto della TV Svizzera non piace o meglio la trovo schifosa 999 volte su 1000, sa di stantio di vecchio e di "Culturale" non vi è quasi mai nulla, öa programmazione anni 60/70 non è cultura è farti vedere qualcosa di INUTILE, in confronto le reti private (Non esiste solo mediaset) italiane per le quali DEVO pagare ancora oltre CHf.1000.00 sono una gioia per gli occhi altro che la TV Svizzera. Devi tener presente poi che noi si paga cifre ASSURDE a fronte di quello che offrono, cifre inesistenti in tutto il mondo non (Stessa storia del 1400Milioni="Miliardo"?") in europa, Se il C.F. / SSRG non voleva storie, sarebbe bastato accettare la proposta dei SFr.200.00 e tutto era storia, invece.... Onestamente se il canone fosse dovuto per quello che vale darei meno di 10cts. all'ANNO altro che 200.00. Poi come ho già detto, se per IDEOLOGIA politica piacciono le supposte da 10Kg. è una scelta personale, io piuttosto che una supposta NORMALE preferisco una bella INIEZIONE ;o))
Thor61 6 mesi fa su tio
@TIC SEMPLICEMENTE perchè lo dice lo stesso stato, non io, 70+16%=86% di giornalisti di sinistra, confermato dalla SECO. Come il motivo per cui vedo ALTRO, ciò è dovuto proprio a quanto HO VISTO, ed è PENOSO, onestamente se il canone fosse dovuto per quello che vale darei meno di 10cts. all'ANNO. Poi se a te per IDEOLOGIA politica piacciono le supposte da 10Kg. è una scelta personale, io piuttosto che una supposta NORMALE preferisco una bella INIEZIONE ;o)) Devi sempre tener conto che il canonne lo si paga SOLO per vedere i canali SSRG e non tutti i canali, scusa se è poco.
vulpus 6 mesi fa su tio
È vero bisogna leggere attentamente cosa vorrebbero con il No a Billag. È tipicamente svizzero ,spararsi negli zebedei e poi piangere lacrime amare. Se qualcino si illude che eliminando il canone TV, avremo ancora la stessa situazione è un puro illuso.Anche ammettendo che ,probabilmente il servizioo R-TV rimanga, è lampante che verranno mantenuti i servizi per il pubblico più numeroso e non saranno sicuramente per le minoranze linguistiche e regionali.Per Comano ci sarà chiusura delle serrande, oltre mille in disoccupazione, e se vorremo le informazioni dovremo sintonizzare MEDIASET, prontissimi a invadere il nostro etere, naturalmente a pagamento.
Thor61 6 mesi fa su tio
@vulpus L'Italia però l'hanno invasa GRATIS, grazie agli introiti pubblicitari, che incassa anche la SSRG ed in esclusiva, per cui cosa cambierebbe?000Per paradosso se chiudesse la SSRG e pagassi solo SKY risparmio oltre 1000.00 CHF. e vedo il volante del pilota di F1, non due incapaci che non trasmettono nemmeno la preziazione dopo 2 ORE di corsa.
TIC 6 mesi fa su tio
La cosa più importante in questa votazione é leggere bene tutti i punti del testo dell'iniziativa.
CicsiCi95 6 mesi fa su tio
Mi riferisco a ciò che ha detto @87
87 6 mesi fa su tio
@CicsiCi95 Mi dispiace ragionare con la mia testa, piuttosto che farmi manovrare dalla televisione e chi vuole vederla a spese altrui.
CicsiCi95 6 mesi fa su tio
Vuoi leggere il testo dell'iniziativa per favore, prima di scrivere una cosa totalmente falsa e fuorviante? Grazie.
francox 6 mesi fa su tio
Fare a meno della SSR sarebbe una grossa perdita per gli svizzeri, specialmente per noi minoranze, ne sono convinto. Temo però che molti voteranno in questa direzione, stufi di fare candidature alla RSI a vuoto mentre sono sempre i soliti cognomi (Pelli, Fazioli,.... e parenti di) a trovare impiego in a condizioni impensabili per gli altri lavoratori. Comunque io voterò NO! (anche perché se i milleduecento superstipendiati si iscrivessero in disoccupazione, ci asciugherebbero le casse... :-)
TIC 6 mesi fa su tio
@francox Ottimo Franco ! Ti assicuro comunque che i tecnici non sono super stipendiati ma hanno uno salario che si allinea perfettamente con gli stipendi nel ramo elettronico / informatico all'esterno dell'RSI.
Thor61 6 mesi fa su tio
@francox La SSRG NON è la sostituta dell'assistenza e per paradosso visto che li paghiamo TUTTI noi già oggi mandandoli a casa RISPARMIEREMO milioni di SFR. Condivido invece il "Merito" con cui alcuni dell'ambiente lavorino ed altri no. Se la SSRG voleva risparmiare avrebbe potuto farlo in MILLE modi a cominciare dal NON finanziare le TV PRIVATE che come tali se non sopravvivi nel mercato, CHIUDI (Se succede è perchè NESSUNO la vede) e non spilla i soldi dai cittadini. La pseudo riduzione del canone poi è una vera presa per il lato B.
francox 6 mesi fa su tio
@TIC Caro TIC, io sono super affezionato alla RSI e sinceramente sto valutando l'espatrio in caso di un SI a marzo. Però conosco abbastanza bene le condizioni e le fasce di stipendio dei tecnici della RSI e di quelli esterni e ti assicuro che non esiste paragone. Per fare un esempio senza fare numeri, i tecnici lasciati a casa dalla RSI percepiscono il salario completo per due anni dopo il licenziamento. Poi godranno per altri due anni della differenza tra la disoccupazione e il salario precedente. E sono salari molto alti. Una condizione simile (purtroppo) non esiste da nessun altra parte, ne concorderai. Comunque evviva la nostra, la uno, la tre, gli scacciapensieri e il giardino di Albert!
MIM 6 mesi fa su tio
Io credo che i favorevoli all'iniziativa non siano pilotati o addestrati nei commenti. Se continuano ad avere la meglio, i contrari dovrebbero cambiare atteggiamento. Attualmente si possono riassumere i loro argomenti con una frase: "non capisci". Già, solo loro, come al solito, hanno la capacità di discernimento e una testa per ragionare.
87 6 mesi fa su tio
Se non ve ne frega niente de La1 e La2 come per Rete 1/2/3 e altre televisioni e radio; non vi interessa salvaguardare il lavoro ad altre persone, dato che nessuno si occupa di salvaguardare il vostro posto di lavoro, ed è giusto che ognuno pensi a se stesso prima di far ingrassare gli altri: VOTATE SÌ. Spingiamo un canone radiotelevisivo verso la riscossione tramite imposte federali oppure tramite fornitori di servizi tipo Bluewin/Cablecom/provider internet oppure tramite IVA (così chi spende in Svizzera finanzia il canone, anche i turisti)
TIC 6 mesi fa su tio
@87 Solo votando NO si potrà eventualmente in futuro avere un sistema di riscossione tramite le imposte come dici tu. Votando SI non si permette più alla Confederazione di sovvenzionare in nessun modo la SSR / RSI. Leggi bene il testo dell'iniziativa.
CicsiCi95 6 mesi fa su tio
@TIC Vuoi leggere il testo dell'iniziativa senza scrivere cose totalmente FALSE e FUORVIANTI? Grazie.
87 6 mesi fa su tio
@TIC Strano ma vero: quando si ha l'occasione di spremere i cittadini la politica si smuove in fretta; quando invece il cittadino si oppone, prima di cambiare le cose deve passare taaaaanto tempo. Votando SÌ a "No Billag", i primi a smuoversi per rimediare a trovare un'alternativa per la riscossione del canone sarà proprio la SSR, con la collaborazione delle altre emittenti. Il fallimento tanto temuto dell'azienda, con i relativi problemi di informazione e coesione nazionale (ecc.), sono solo scuse messe in giro per garantire il privilegio di pochi (collaboratori e dirigenti SSR) a spese della popolazione! Se passassero i contrari, prima che qualcuno faccia qualcosa per cambiare il metodo di riscossione, passerebbero una ventina d'anni, rischiando di utilizzare un sitema anacronistico anche per il futuro (il sistema del canone è antiquato, non è al passo con la tecnologia esistente). La confederazione ha troppi interessi in gioco (la faccia col resto del mondo, prima che l'interesse verso i cittadini), troverebbe il sistema di prorogare il più possibile il sistema attuale, in vista di un cambiamento di riscossione. Vedi p.es la riscossione temporanea della vignetta autostradale, o l'equità del sistema LAMal.
CicsiCi95 6 mesi fa su tio
@CicsiCi95 Mi riferisco a @87
TIC 6 mesi fa su tio
Se non volete perdere La 1 La 2 Rete uno due e tre, volete salvaguardare 1200 posti di lavoro in Ticino e l'indotto che un'azienda come la RSI da alle ditte private del cantone(garage,artigiani,commercianti ...) Votate NO !
Thor61 6 mesi fa su tio
@TIC Per La2 era già previsto la sua trasferta sul WEB. La SSRG NON è la sostituta dell'assistenza e per paradosso visto che li paghiamo TUTTI noi già oggi mandandoli a casa RISPARMIEREMO milioni di SFR. Perchè IO poi debba finanziare le TV PRIVATE ancora non lo capisco, visto che NON usufruisco di NESSUNA (Guardo la TV ma i canali ESTERI, praticamente MAI le reti SSRG e per farlo DEVO pagare UPC non la SSRG, quindi oltre 1000.00+450.00 che in pratica BUTTO nella spazzatura) di queste come non uso nemmeno la radio. I motivi per CHIUDERE la SSRG sono moltissimi, meno quelli per tenerla così com'è a cominciare dall'arroganza per cui hanno rifiutato di ridurre a 200.00 CHF. e non aver preparato un'alternativa. Sei forse un "Volontario" dei 40 dell'articolo? A occhio sembrerebbe di si.
TIC 6 mesi fa su tio
@Thor61 Ciao Thor, no, non sono un volontario, sono una persona che ci tiene ad avere un servizio pubblico. Quello che hai scritto é la tua impressione personale, sappi però che a molte persone i programmi della nostra televisione e della nostra radio piacciono.
Potrebbe interessarti anche
Tags
no
billag
no billag
commenti
iniziativa
media
opinione
commenti online
sostenitori
battaglia
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-07-20 12:38:02 | 91.208.130.87