keystone
BASILEA CITTÀ
29.12.2017 - 17:330

75enne operato quattro volte, nonostante volesse morire

Una storia di accanimento terapeutico da parte di una clinica privata a un malato terminale. Una fattura che arriva a 86.000 franchi. Le accuse dei familiari

BASILEA - Arrivare a 75 anni e ricevere la notizia di avere un tumore con metastasi in gran parte del corpo. Decidere dunque di lasciarsi morire, perché ormai le speranze di vita sono nulle, e scontrarsi però con il comportamento dei medici che ti sottopongono a quattro operazioni per salvarti la vita. Tutto ciò mentre le fatture arrivano a sfiorare gli 83’500 franchi. La storia è quella di Martin Lenoir e trova spazio oggi sulle colonne della NZZ. Nel 2014 gli viene diagnosticato un tumore alla prostata. All’ospedale gli dicono che la metastasi ha colpito anche i polmoni. A quel punto il desiderio di Martin era quello di ricorrere all’eutanasia, ma la sua richiesta ad Exit - l’organizzazione di assistenza al suicidio - è arrivata troppo tardi. «Mio padre era ormai già entrato nei meccanismi ospedalieri» ha raccontato il figlio.

Stando a quanto riferiscono i familiari la volontà del padre di ricorrere all’eutanasia in caso di malattia grave era nota a tutti, eppure i medici hanno fatto di tutto per tenerlo ancora in vita. Perfino a sottoporlo a tre operazioni, nonostante la famiglia abbia tentato di opporsi. «Di fronte alle nostre obiezioni, i chirurghi hanno risposto che il paziente non sarebbe sopravvissuto alla notte. Ma era proprio questo il desiderio di Martin».

Una fattura da 86.000 franchi - Solo dopo un quarto intervento chirurgico e un mese di permanenza nella clinica privata, Martin viene trasferito in un istituto di cure palliative, dove muore pochi giorni dopo. Per i suoi figli il comportamento della clinica sarebbe stato dettato da un puro interesse economico. «Un'operazione con una probabilità di successo del 20% non doveva essere eseguita nel caso di un malato terminale di 75 anni» sentenziano.

Per il trattamento durante il soggiorno di Martin nella clinica privata, la sua cassa malati aveva pagato un totale di 83.500 franchi. A questi si devono aggiungere i costi della clinica palliativa e si arriva a 86.000 franchi. Una spesa ritenuta eccessiva se si pensa che le prospettive di guarire o di allungare la vita era praticamente nulle.

«Caso esemplare» - Daniel Scheidegger, ex primario all'Ospedale universitario di Basilea e presidente dell'Accademia svizzera delle scienze mediche (ASSM), considera il caso di Lenoir esemplare. Sebbene abbia sentito parlare di casi simili, trova però difficile puntare il dito contro la clinica. «Finché non si è presenti alle discussioni tra paziente e medico, non si può dimostrare nulla», ha spiegato alla NZZ.

Secondo uno studio condotto dall'Ufficio federale della sanità pubblica nel 2016, le persone con assicurazioni private o semi-private vengono operate al ginocchio 2,2 volte più spesso rispetto a persone con una assicurazione base. Inoltre, i primi ricevono 1,3 volte più spesso una nuova articolazione dell'anca rispetto ai secondi.

Interessi economici? - «È tempo che i medici facciano ciò che è meglio per il paziente, non ciò che è più remunerativo», conclude il figlio di Lenoir. La NZZ ha chiesto all'Associazione delle cliniche private Svizzera quanto venga garantito il volere del paziente di fronte a un interesse economico. Nonostante ripetuti solleciti l'associazione non ha voluto prendere posizione.

Commenti
 
pillola rossa 3 sett fa su tio
Per essere operato devi firmare una delibera.
Ben8 3 sett fa su tio
L‘etica dei medici é morta al 90%
valgrono 3 sett fa su tio
Ovunque la pressione è enorme in qualsiasi professione ed è facile passare dalla parte dell'etica alla parte economica. Un sano equilibrio sarebbe auspicabile.
Potrebbe interessarti anche
Tags
clinica
franchi
martin
paziente
nzz
clinica privata
lenoir
medici
86.000 franchi
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-23 11:10:08 | 91.208.130.87