Tipress
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Gli accompagnatori in montagna uniti sotto un unico tetto
Asam e Asgm si sono fuse creando così un'associazione ombrello per la professione, la presidente: «Segnale di autorevolezza»
GRIGIONI
4 ore
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
BASILEA CITTÀ
5 ore
L'identikit del serial-killer svizzero: uomo, adulto, incensurato e sposato
Lo hanno stilato degli esperti basilesi che hanno preso in considerazione 33 assassini plurimi, e i risultati sono davvero sorprendenti
URI
9 ore
Colpo di sonno sull’A2, si ribalta con il furgoncino
Illeso il conducente ma i danni sono notevoli: circa 20mila franchi
SVIZZERA
10 ore
L'onda verde non travolge gli Stati
I ballottaggi di oggi - con la sola eccezione del Ticino - si sono svolti all'insegna della stabilità
ZURIGO
11 ore
Il secondo seggio sulla Limmat va a Noser
Il liberale radicale ha ottenuto 185'276 voti contro i 116'594 andati alla sfidante ecologista Marionna Schlatter
BERNA
12 ore
Stöckli riconfermato, entra Salzmann
Il "senatore" socialista e il candidato UDC hanno vinto il secondo turno nel canton Berna
SAN GALLO
12 ore
Riconfermati i due senatori uscenti
Benedikt Würth (PPD) e Paul Rechsteiner (PS) sono stati riconfermati oggi nel ballottaggio per l'assegnazione dei due seggi di San Gallo alla Camera dei Cantoni
SAN GALLO
12 ore
Casse malati, aumenta il contributo minimo
Oltre il 78% dei cittadini ha approvato la modifica della legge cantonale sull'assicurazione malattia in votazione oggi
ZUGO
13 ore
Il Plr difende il suo seggio
Matthias Michel si è facilmente imposto sul consigliere di Stato in carica Heinz Tännler (UDC)
SCIAFFUSA
13 ore
Vento a favore per il Parco naturale regionale
Le urne hanno approvato la legge che ne regola il finanziamento
SVIZZERA
14 ore
Verso gli Stati: parziali e proiezioni
I risultati del secondo turni nei cantoni di Zurigo, San Gallo, Soletta, Berna e Zugo
ZURIGO
14.11.2017 - 10:580
Aggiornamento : 15:02

Gli svizzeri restano i più ricchi, ma c'è disuguaglianza

Dal 2000, il patrimonio medio per residente di maggiore età è più che raddoppiato

ZURIGO - Con un ricchezza media per adulto di circa 528'000 franchi nel 2017 gli svizzeri rimangono i più benestanti al mondo, ma il paese resta il solo tra le economie sviluppate in cui le disuguaglianze non si sono ridotte.

Su confronto annuale questo dato è cresciuto del 3%. Dal 2000, il patrimonio medio per residente di maggiore età in Svizzera è più che raddoppiato (+130%) agli 537'600 dollari odierni, dieci volte la media globale, mantenendosi così per l'ottavo anno consecutivo al vertice della piramide di ricchezza, emerge dal Global Wealth Report pubblicato oggi dalla banca. In franchi la crescita si è attestata al 35%, ovvero una media annuale dell'1,8%.

La ricchezza mediana si attesta a 229'059 dollari, contro i 228'900 di un anno prima. Anche in questo caso la Svizzera domina la classifica. A livello mondiale, il patrimonio mediano per adulto ammonta a 3582 dollari.

Il salto registrato dal 2000 si basa in gran parte sull'apprezzamento della valuta elvetica rispetto al dollaro americano. La Svizzera è però l'unico paese a non mostrare una significativa riduzione delle disuguaglianze tra i dieci in cui la ripartizione delle ricchezze viene registrata da molto tempo.

Il fenomeno si spiega da un lato dall'elevato patrimonio medio delle persone. Dall'altro con il fatto che la Confederazione ospita non meno dell'1,7% dell'1% dei più ricchi al mondo quando la sua popolazione rappresenta solo lo 0,1% di quella totale, indica il numero due bancario elvetico.

Oltre due terzi degli adulti che vivono su suolo confederato dispongono di un patrimonio superiore a 100'000 dollari e l'8,8% di questi è milionario in dollari. L'istituto zurighese stima che 2780 persone che vivono nel paese dispongono di una fortuna superiore a 50 milioni di dollari, per 1070 di loro questa supera addirittura i 100 milioni.

Il podio - Secondo i calcoli di Credit Suisse, gli svizzeri si classificano davanti agli Australiani, il cui patrimonio medio si attesta a 402'600 dollari. Seguono gli americani (388'600 dollari) e i neozelandesi (337'400 dollari). Nel periodo metà 2016 - metà 2017 la ricchezza mondiale globale è aumentata del 6,4% (16,7 mila miliardi di dollari, fino a raggiungere 280 mila miliardi di dollari), il tasso più elevato dal 2012. Oltre la metà è stata generata dagli Stati Uniti, che dal 2008 rappresentano il maggiore contribuente dell'intero pianeta.

Complessivamente l'incremento riflette gli ampi guadagni nei mercati azionari. D'altro canto, secondo il rapporto, ad influire sull'aumento della ricchezza è stato anche l'incremento dei prezzi immobiliari. La progressione della ricchezza è però stata notevole solo in Cina (+6,3%), Europa (+6,4%) e sopratutto in America del Nord come pure in India (+9,9%). In Africa (+0,9%) e nell'Asia Pacifica (+0,7%), esclusa la Cina, i patrimoni sono invece cresciuti solo di poco.

Il mondo non è solo diventato più ricco in numeri assoluti, ma anche ma anche in media. La crescita della ricchezza ha anche superato la crescita della popolazione: negli ultimi dodici mesi il patrimonio medio pro capite è salito del 4,9% a 56'540 dollari. Globalmente, il numero di milionari (sempre in dollari) è aumentato di 2,3 milioni di individui, attestandosi a 33,7 milioni a fine giugno 2017. Quasi la metà di questi nuovi ricchi sono stati censiti negli Stati Uniti, che ospitano ormai il 43% dei milionari del pianeta. Dal canto suo la Svizzera ne registra il 2%, tanto quanto la Corea del Sud, ma meno che il Giappone (7%), il Regno Unito (6%) e i paesi confinanti. Grazie all'aumento dell'euro, Germania, Francia, Italia e Spagna hanno accolto circa 620'000 nuovi milionari nei 12 mesi in rassegna.

Commenti
 
F.Netri 2 anni fa su tio
E dagli con questa "disuguaglianza"!! Possibile che si vuole un mondo dove tutti possiedono la stessa identica ricchezza?? Marx e Lenin, e qualche altro gerarca comunista in varie parti del mondo, c'hanno provato. Risultato: Tutti implosi e tutti poveri in egual misura! A parte i gerarchi, ovviamente.
SosPettOso 2 anni fa su tio
Sarebbe bene fare delle statistiche interne. Spesso i ricchi si lamentano di pagare una consistente fetta delle tasse che incassano cantone e comuni. Però non dicono mai che possiedono più loro da soli che tutta la maggioranza messa assieme ed in proporzione loro non pagano quasi nulla...
GI 2 anni fa su tio
Bene che indichino il patrimonio "medio"....poiché se in tre in totale abbiamo dieci milioni ma io ne posseggo 9.9 mio.....ne possediamo "mediamente" ca 3.3 mio.....statistiche = numeri corretti assemblati in modo errato....
Tato50 2 anni fa su tio
@GI Poi se uno prende in un mese quello che 220 prendono in un anno questo è solo un dettaglio. E se i 220 si assemblano e lo menano come statistica avremo 1 ricoverato su 220 ;-))
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 03:59:17 | 91.208.130.89