keystone
BERNA
03.10.2017 - 10:200

No agli esperimenti su animali, scatta l'iniziativa popolare

Il comitato promotore ha tempo fino al 3 aprile 2019 per raccogliere le 100 mila firme necessarie

BERNA - Vietare gli esperimenti sugli animali ed impedire il commercio di prodotti che si basano, direttamente o indirettamente, su simili test. È l'obiettivo che si propone un'iniziativa popolare lanciata ufficialmente oggi.

L'iniziativa "Sì al divieto degli esperimenti sugli animali e sugli esseri umani. Sì ad approcci di ricerca che favoriscano la sicurezza e il progresso" rispetta le prescrizioni legali, indica il Foglio federale. Il comitato promotore ha tempo fino al 3 aprile 2019 per raccogliere le 100 mila firme necessarie.

Secondo il test della modifica costituzionale (articolo 80 della Costituzione federale), "Gli esperimenti sugli animali sono considerati maltrattamenti di animali e possono costituire un crimine".

Oltre a ciò, "a decorrere dall’entrata in vigore del divieto sono vietati il commercio, l’importazione e l’esportazione di prodotti di qualsiasi settore o genere che continuino a comportare, direttamente o indirettamente, esperimenti sugli animali; il divieto non si applica ai prodotti già esistenti che non comportino più esperimenti diretti o indiretti sugli animali".

Commenti
 
elvetico 1 anno fa su tio
La sperimentazione su animali è un businness da depravati e tarati mentali. La natura offre TUTTO per il benessere e la buona salute, meno chimica si ingoia, meno schifezze si mangiano, meno farmaci si comprano e che rimpolpano solo le megatasche di certuni e meglio è per tutti. Gli animali non hanno il nostro medesimo DNA, non hanno le nostre medesime reazioni e quindi non serve sperimentare sulla loro pelle prodotti farmaceutici. destinati agli umani. Gli animali non possono difendersi da questa inaudita violenza ! E' l'umanità che sbaglia il suo modo di vita e in particolare le lobby farmaceutiche che pensano innanzitutto ai miliardi da incassare. Sottoscriverò questa iniziativa.
pontsort 1 anno fa su tio
Per i medicinali non so se sia possibile fare a meno di cavie, a meno di non usare cavie umane (ancora piu discutibile). Avrebbero dovuto limitare la cosa a prodotti che non servono per la salute, come prodotti cosmetici, e cose simili.
TheZec 1 anno fa su tio
Infatti in Svizzera non servono più medicinali di nessun genere.
leopoldo 1 anno fa su tio
voglio firmare anchio e tutta la mia famiglia
UlVisin 1 anno fa su tio
Dove si firma?
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-24 22:43:41 | 91.208.130.85