Foto simulazione di un incidente. Keystone
SVIZZERA
15.06.2017 - 13:580

L'e-bike va di moda: oltre 200 gli incidenti gravi

I conducenti over 65 sono considerati un gruppo a rischio

BERNA - Sono stati 210 gli incidenti gravi con una bici elettrica registrati in Svizzera nel 2016. Complice il crescente numero di cittadini che inforcano questo tipo di due ruote il dato si è triplicato rispetto al 2011, scrive l'Ufficio prevenzioni infortuni (upi) in un comunicato odierno.

I conducenti di e-bike over 65 sono considerati un gruppo a rischio, ma il numero degli appartenenti a questa categoria incappati in infortuni seri è sceso leggermente in confronto al 2015 (da 65 a 61). In sensibile aumento invece quelli riportati da persone nella fascia d'età che va dai 45 ai 64 anni (da 81 a 97). Stesso trend per chi ha fra i 25 e i 44 anni: il totale di incidenti è quasi raddoppiato, schizzando da 23 a 44, riporta l'upi.

La nota sottolinea che a farsi male non sono solamente i principianti, bensì anche i più esperti che usano regolarmente una bici elettrica, come ad esempio i pendolari. Stando alle statistiche della polizia, afferma l'upi, la metà dei sinistri che coinvolgono una e-bike è riconducibile a un errore da parte del ciclista. Il restante 50% deriva da collisioni, nelle quali chi è al manubrio è incolpevole.

Per sensibilizzare gli utilizzatori di e-bike, l'upi ha dunque deciso di lanciare una campagna per promuovere la sicurezza. In accompagnamento, sono stati realizzati manifesti e un breve video, visualizzabile su YouTube, in cui è mostrato un cowboy mentre scopre che la sua bici elettrica è più nervosa di quanto pensasse.

L'upi ha inoltre diramato alcune raccomandazioni da seguire. Bisogna per esempio tener conto che con una bici elettrica lo spazio di arresto è più lungo: non vanno sottovalutate le velocità raggiungibili in sella a questo mezzo. Indispensabile, come sempre, anche indossare il casco.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
francox 3 anni fa su tio
Molte persone che non vanno in bici da secoli, comperano la bici elettrica e si spatasciano. Inoltre se ci fossero le piste ciclabili molti incidenti sarebbero evitati.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 14:33:11 | 91.208.130.86