Ti Press
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
2 ore
«Non è il momento per andare a fare la spesa all'estero»
A Berna si è tenuta la consueta conferenza stampa con diversi rappresentanti della Confederazione.
BERNA
2 ore
Maurer: «Potrebbe essere necessario stanziare nuovi fondi»
«È necessario trovare un equilibrio tra economia e banche»
BERNA
2 ore
Coronavirus, più di 13'000 persone positive
I decessi ammontano a 235. I dati sono stati comunicati dall'Ufficio federale della sanità pubblica
SVIZZERA
7 ore
Koch: «Non c'è penuria di mascherine»
Al momento la Confederazione dispone di circa 17 milioni di maschere protettive
BERNA
7 ore
Berset: «Stiamo correndo una maratona, non i 100 metri»
«Gli esperti sostengono che il virus rimarrà. Dobbiamo ascoltarli. Occorre sviluppare un vaccino».
BERNA
7 ore
Stöckli: «La democrazia e lo stato di diritto non devono essere vittima del coronavirus»
«L'Assemblea federale non deve in alcun caso rinunciare all'obbligo costituzionale di vigilare sul Consiglio federale»
BERNA
16 ore
Uomo uccide l'ex figliastra con cui ha avuto quattro figli
A raccontarlo è la «sorellastra» della vittima: «Mio padre ha già due donne sulla coscienza».
ZURIGO
19 ore
Penuria di personale negli ospedali: c'è la piattaforma
Si chiama Care Now Platform e serve a dislocare i professionisti della sanità a seconda del bisogno.
BERNA
21 ore
Swisscom conferma: gli svizzeri si stanno muovendo meno
L'operatore raccoglie informazioni dalla rete mobile per la Confederazione. In Ticino paralisi evidente.
BERNA
22 ore
Mezzi pubblici fermi, se hai un abbonamento sarai rimborsato
Chi invece è in possesso del metà prezzo non riceverà nulla
ZURIGO
12.06.2017 - 07:260

Un terzo dei contribuenti non rispetta il termine di consegna

Oltre un terzo degli utenti di Comparis ha continuato a procastinare oppure non aveva nessuna voglia di affrontare l’incombenza

ZURIGO – Molti contribuenti trovano fastidiosa la compilazione della dichiarazione fiscale. Oltre un terzo dei partecipanti al sondaggio ha indicato di non aver inoltrato la dichiarazione d’imposta entro il termine ufficiale. Tra il 37 per cento che non ha rispettato il termine, un terzo non ha nemmeno sfruttato la possibilità della proroga. Ciò significa che circa un contribuente su dieci non intraprende assolutamente nulla per far pervenire allo Stato le informazioni necessarie per il calcolo delle imposte.

 

Consulenti fiscali preferiti a familiari e amici - Il 18 per cento dei ritardatari nella compilazione della dichiarazione fiscale ha affermato di non averne avuto semplicemente voglia oppure di aver rinviato troppo a lungo tale incombenza. Quali altri motivi per il mancato rispetto del termine di consegna sono stati indicati la mancanza di documenti (13 per cento) o la mancanza di tempo (12 per cento). Soltanto il 5 per cento degli interpellati ha dichiarato di aver mancato la scadenza per l’inoltro della dichiarazione delle imposte perché l’ha trovata troppo complicata. Ciò nonostante, quasi un contribuente su quattro ricorre a un aiuto per la compilazione della dichiarazione fiscale. Tuttavia, solo pochi si rivolgono a familiari e amici (7 per cento). Coloro che si avvalgono dell’aiuto di un consulente fiscale sono invece più del doppio (16 per cento).

«Rivelare la propria situazione finanziaria a familiari e amici è spesso considerato un tabù» afferma Marc Parmentier, esperto del settore bancario presso comparis.ch, secondo il quale i contribuenti preferirebbero farsi aiutare da uno specialista neutrale. Parmentier è convinto che conviene ricorrere al consulente fiscale: «Spesso anche dichiarazioni fiscali apparentemente semplici offrono margine per deduzioni. Inoltre, anche una sola consulenza da parte di un esperto permette di ottimizzare le imposte per anni».

Deduzione diretta dallo stipendio oggetto di discussione - Come ogni anno in questo periodo torna d’attualità la questione dell’opportunità di dedurre le imposte direttamente dallo stipendio. Al momento questo modello non sembra raccogliere la maggioranza dei consensi in Svizzera. È troppo forte la resistenza contro gli interventi statali, troppo radicato il mantra della morale fiscale e della responsabilità personale dei cittadini. Sono tuttavia pensabili concetti moderati di deduzione dal salario, come quelli in discussione nel Cantone di Basilea-Città. «C’è comunque da chiedersi se un simile modello possa essere applicato a tutta la Svizzera» dichiara l’esperto del settore bancario Marc Parmentier, secondo il quale la maggior parte dei contribuenti avrebbe poca voglia di compilare la dichiarazione d’imposta, ma sarebbe ancor meno favorevole all’idea che lo Stato metta direttamente mano nella busta paga.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 2 anni fa su tio
a causa di gente negligente e strafottente il carico amministrativo aumenta! @tip75 la responsabilità per i ritardi di coloro che lavorano alle tasse é di quei cittadini che compilano la dichiarazione in ritardo o che non la compilano del tutto: per loro ci vorrebbe una tassazione alla fonte senza neppure metterla ai voti!
tip75 2 anni fa su tio
io penso che procrastinano molto di più quelli che alle tasse ci lavorano visto che accumulano ritardi di anni e anni... comunque si sarebbe meglio fare come per le imposte alla fonte, almeno l'incasso è immediato e sicuro
Pepperos 2 anni fa su tio
@tip75 Sempre compilare i formulari, ma prelievo mensili ( acconto ). attualmente verso un10% del mio stipendio ogni mese.
Tato50 2 anni fa su tio
@tip75 Ma se ti cambiano i "parametri" sul reddito poi sei incasinatto, così come se hai delle deduzioni straordinarie che ti cambiano la cifra.
Tato50 2 anni fa su tio
@Pepperos È un'ottima idea ma non tutti lo possono fare. Comunque la dichiarazione devi compilarla ugualmente e credo che qui si parli di questo ;-)
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-28 16:40:31 | 91.208.130.86