jeb 20 Minuten
+ 4
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FRIBURGO / APPENZELLO ESTERNO
16 ore
Liquami nei torrenti, maxi moria di pesci
FRIBURGO / VAUD
16 ore
La barca si capovolge, nuotano oltre un'ora per raggiungere la riva
VAUD
17 ore
La polizia passa all'azione e sloggia i manifestanti
GRIGIONI
18 ore
Violento scontro, conducenti feriti e furgoni distrutti
BERNA
18 ore
L'impresa estrema di 4 ricercatori in spedizione nell'Artico
SVIZZERA
18 ore
UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato
SVIZZERA / STATI UNITI
18 ore
In vigore la convenzione contro le doppie imposizioni
NEUCHÂTEL
19 ore
Trovato un cadavere vicino ad una scuola
SOLETTA
19 ore
La maggioranza degli svizzeri si fida delle centrali nucleari
BASILEA CITTÀ
19 ore
L’autista dello scuolabus picchia il bambino di 9 anni
ZURIGO
21 ore
Scritte contro Erdogan, la giustizia svizzera sconfessa la Turchia
SVIZZERA
21 ore
Siamo sempre più spaventati, xenofobi e un po’ omofobi
SOLETTA
22 ore
Bimba cade da cavallo e perde la vita
SVIZZERA
22 ore
«Tassare al 90% i capitali oltre i 2 miliardi»
SAN GALLO
22 ore
Poliziotto si spara alla gamba durante un'esercitazione
SAN GALLO
31.03.2017 - 14:150
Aggiornamento : 20:22

Nasce in taxi nel posteggio dell’ospedale

Il bambino non ha voluto attendere di entrare nell’edificio. Il suo primo saluto al mondo lo ha dato sul sedile dell’auto

GRABS - «All’inizio sembrava una corsa normale: dovevo portare una donna incinta e suo marito in ospedale. La donna respirava profondamente e provava i dolori del travaglio, ma le contrazioni non sembravano così ravvicinate. Poi tutto è cambiato». Queste sono le parole di Philipp Kolb, il tassista che ha visto nascere una nuova vita nell’auto che usa ogni giorno per lavoro.

Quando sono arrivati davanti all’entrata dell’ospedale, il tassista ha chiesto al pronto soccorso una sedia a rotelle per portare dentro la donna che aveva in auto. Il reparto maternità deve però essere raggiunto da un ingresso diverso, così all’uomo è stato detto che sarebbe dovuto salire al piano superiore.

La sorpresa - Quando il tassista è tornato alla sua auto, la sorpresa: «C’era un bambino sul sedile, vicino alla madre esausta». L’uomo si è recato nuovamente all’entrata del Pronto soccorso urlando: «Il bambino è già lì, abbiamo bisogno di aiuto». Nel frattempo sono state informate la levatrice e due infermiere, che si sono recate velocemente a controllare le condizioni della mamma e del nuovo arrivato. L’ostetrica è scoppiata in lacrime: «Il bambino sta bene».

A distanza di una settimana, Philipp Kolb ancora stenta a crederci: «Una follia, è successo tutto in pochissimo tempo. Sono stato via un minuto e quando sono tornato il bambino era lì». Nei trent’anni di vita dell’azienda Non Stop Taxi non era mai accaduta una cosa simile. «Anche se siamo felici - ha detto ridendo il fortunato tassista - chiediamo ai bimbi di aspettare che la mamma sia sul letto d’ospedale per venire al mondo». Nonostante lo shock, è sollevato che tutto sia andato nel migliore dei modi. E l’auto? Due infermiere lo hanno aiuto a pulire i sedili.

«Un grande dolore» - Il bambino si chiama Geidewon e sta bene. 20 Minuten ha parlato con la madre, Daynom, una ragazza eritrea di 24 anni. «In quell’auto è stata davvero dura. Il dolore era enorme». Geidewon pesa 3810 grammi ed è lungo 52 centimetri.

«Sta bene. Questa è la cosa più importante», dice la madre. Geidewon è il primo figlio ed entrambi i genitori sperano che sia l’ultimo nato in un’auto.

jeb 20 Minuten
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
Frankeat 2 anni fa su tio
Che dio tassista
Hardy 2 anni fa su tio
@Frankeat E che dio il tassista!
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 09:49:36 | 91.208.130.87